Mario Adinolfi senza vergogna: “L’Omofobia è inventata, spacciano numeri, casi e fatti che non esistono”

Secondo Mario Adinolfi l'omofobia sarebbe un'invenzione della lobby LGBT per giustificare i soldi pubblici dati al Gay Help Line.

mario adinolfi popolo della famiglia
2 min. di lettura

Mentre il Governo si indigna a scoppio ritardato dinanzi ad un 2019 che è stato un’esplosione di autentica omofobia, con denunce a ritmo quasi quotidiano da noi qui documentate, Mario Adinolfi, ovvero mr. 0,6% con il suo Popolo della Famiglia, ha passato le ultime 24 ore a vomitare bile nei nostri confronti. Nulla di nuovo sotto il sole, perché politicamente parlando il signor Adinolfi vive di fatto grazie a quest’odio gratuito, spesso delirante e insensato, ma con i suoi due ultimi post FB ha superato quel labile confine tra diritto di critica, espressione del proprio pensiero, e pura e semplice diffamazione, istigazione alla discriminazione dura e pura.

Nella giornata di ieri Adinolfi ha criticato Fabrizio Marrazzo di Gay Help Line, etichettato come solito esponente della lobby lgbt“, che a suo dire avrebbe dichiarato che oltre 50 persone al giorno in Italia sono aggredite perché LGBT per “giustificare la montagna di soldi pubblici assegnati” proprio al servizio Gay Help Line. “In sostanza, sfidando il ridicolo, secondo costui nel 2019 in Italia oltre 18mila persone son state aggredite perché gay”, continua Adinolfi. “In nome di questa colossale bugia non solo la lobby pretende i soldi pubblici per la Gay Help Line, ma vuole pure la “legge contro l’omofobia”. Spacciando numeri inventati, casi inventati, fatti che non esistono. Il PdF ogni volta li smaschera. Capiamo il fastidio”.

La violenza omofoba che ogni giorno colpisce decine di persone LGBT da nord a sud, sarebbe quindi pura ‘fantasia’. Come se non bastassero le denunce pubbliche, i reperti medici, le immagini video e fotografiche, le interviste, gli interventi della polizia. Non contento, Adinolfi ha puntato il dito persino contro il pestaggio avvenuto a Milano, nel weekend, che ha coinvolto un ragazzo gay, circondato, insultato e aggredito da 10 persone.

Il Corriere della Sera dedica una pagina intera della sua edizione nazionale al caso di una fantomatica “aggressione omofoba” in centro a Milano“, scrive Adinolfi. “La vittima camminava sabato notte in coppia con il suo compagno, poi il branco “omofobo” composto da una decina di extracomunitari l’ha attorniato e ferito nell’unico caso di aggressione omofoba selettiva della storia: al compagno, gay come lui, neanche un graffio. Poi vai sulle pagine di cronaca milanese dello stesso Corriere della Sera e scopri la denuncia di un’aggressione, sempre in centro a Milano la stessa notte, di una decina di extracomunitari al designer Massimo Nocerino per rapinarlo del cellulare. Nocerino è etero e non merita il paginone nazionale. Ecco come funziona la lobby“. “I casi sono identici. Sono due rapine, fatte la stessa notte, con la stessa tecnica. L’omofobia è inventata dal Gay Center che ha trasmesso la notizia ai giornali. Che gestisce la Gay Help Line, che senza casi di omofobia come fa a giustificare i fiumi di denaro che drena di fondi pubblici?”.

Ecco come funziona la macchina dell’odio, aggiungiamo noi, che alimenta disprezzo nei nostri confronti, divulgando fantasie prive di qualsivoglia verità effettiva. Ecco perché personaggi come Adinolfi temono una legge contro l’omotransfobia, a tal punto da attaccarla a giorni alterni. Perché questa totale libertà di insulto cesserebbe di esistere. Ma la pacchia, se l’attuale Governo Conte II manterrà le promesse fatte, è quasi finita.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
afenicepgyahooit 1.1.20 - 21:21

nulla di nuovo sotto il sole. i negazionisti son sempre esistiti, e l’unico modo di eliminarli, visto che fisicamente non si può, è combatterli con le loro stesse armi. sputtanarli ferocemente, basta e avanza

Avatar
Renzo Loi 31.12.19 - 12:28

concoredo pienamente con adinolfi. infatti i fatti non vengono mai descritti pienamente x dimostrare che si tratta realmente di omofobia.ho chiesto io personalmente ad un tizio che asseriva la violenza xchè gay e si è rifiutato di descrivere i fatti.pur essendomi dichiarato gay.

Avatar
Daniela Zeffiro 30.12.19 - 13:51

Datelo a me sto deficiente, gli faccio fare ungiro a New York al Greenwich Village o allo Stonewall Inn e poi se da ancora fiato al suo cervello bacato ci penseranno le leggi di New York a rinchiuderlo da qualche parte. Ma ancora parla? Ancora lo lasciano parlare? Ma basta, ma come si fa a dire certe castronerie? magari esistessero le lobby LGBT in Italia, almno saremo al sicuro da questi qui...che chiamarli testi di c......è un complimento per loro...

Trending

Omosessualità Animali Gay

Animali gay, smettiamola di citare l’omosessualità in natura come sostegno alle nostre battaglie

Culture - Emanuele Bero 18.4.24
FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d'uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant - Feud Capote vs. The Swans - Gay.it

FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d’uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant

Serie Tv - Redazione 19.4.24
Amadeus, Sanremo Giovani 2023

Sanremo verso Mediaset, Amadeus in onda sul NOVE già a fine agosto con tre programmi

Culture - Mandalina Di Biase 18.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Sandokan, c'è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi - Sandokan - Gay.it

Sandokan, c’è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi

Serie Tv - Redazione 18.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

terapie di conversione terapie riparative

Scozia, il governo fa partire la consultazione per vietare ufficialmente le terapie di conversione

News - Redazione 10.1.24
arezzo-whynot-chiuso

Arezzo, chiusa la serata queer WhyNot per troppi episodi di violenza verbale omobitransfobica

News - Francesca Di Feo 21.3.24
thailandia-matrimonio-egualitario

La Thailandia verso il matrimonio egualitario: approvazione del disegno di legge entro fine anno

News - Francesca Di Feo 19.2.24
Papa Francesco approva benedizione di coppie omosessuali in Chiesa

Coppie omosessuali, Papa Francesco approva le benedizioni in chiesa: ne avevamo bisogno?

News - Redazione Milano 18.12.23
orban ungheria

Come l’Ungheria è diventata illiberale, Orban e l’attacco alla democrazia

News - Lorenzo Ottanelli 1.2.24
aggressione-omofoba-andria

Perse un occhio dopo aggressione omofoba, condannato a sei anni l’aggressore

News - Redazione 31.10.23
milano pride 2024, il 29 giugno

Milano Pride 2024: il 29 giugno

News - Redazione 18.12.23
Chiara Capitta e Lorella Cuccarini

Lorella Cuccarini “Quando i nostri figli non ci parlano dobbiamo preoccuparci”

News - Redazione Milano 9.2.24