Ragazza trans umiliata a scuola da professoressa e preside, chiesta una ‘certificazione medica’

Incredibile e irrispettoso quanto chiesto dalla preside alla madre della 13enne.

ragazza trans mit
Bandiera transgender.
2 min. di lettura

A pochi giorni dall’episodio di Napoli, in cui a un ragazzo trans  è stato chiesto di “nascondersi per non creare disagio”, arriva una seconda denuncia, in un’altra scuola di cui ancora non si conosce il nome, ai danni di una ragazza trans di 13 anni. A segnalarlo, è Christian Leonardo Cristalli, presidente e fondatore dell’associazione Gruppo Trans, che è stato contattato dalla madre della ragazza. 

Secondo quanto riportato, la 13enne sarebbe stata accettata da tutti. I genitori e tutti i compagn* di classe la sostengono. Non è lo stesso per una professoressa, che continua a usare i pronomi maschili e a correggerla davanti a tutta la classe, facendola vergognare.

Ma la preside, invece di agire, chiede una certificazione medica

La madre, colpita da questo irrispettoso comportamento, si rivolge alla preside, la quale però non sembra comprendere la gravità della situazione. Ma non è tutto, perché la preside ha richiesto alla madre una certificazione medica sullo stato di salute della ragazza trans. Una richiesta ignobile e inutile.

Locatelli, nel post social in cui denuncia il fatto, scrive:

Questa è la prima volta che viene richiesta della documentazione medica dal servizio pubblico scolastico, che per primo dovrebbe offrire all* student* #Transgender e in età evolutiva con varianza di genere ambienti inclusivi e accoglienti e prevedere la libera espressione della identità di genere dei ragazz*. Basta leggere la legge sulla buona scuola del 2015, la quale inserisce il concetto di “identità di genere” e invita a una riflessione e ad un approfondimento dei temi legati all’identità di genere e alla prevenzione della discriminazione di genere, fornendo al contempo anche un quadro di riferimento nell’elaborazione del proprio Piano di Offerta Formativa. È sbalorditivo.

È ora che alle persone trans in Italia non venga più richiesta alcuna #diagnosi per accedere ai percorsi di affermazione di genere, perché altrimenti queste logiche riproducono una patologizzazione in tutti gli ambienti in cui esistiamo.

La famiglia di questa ragazza non deve produrre alcun certificato. Questa Scuola può formarsi riguardo le tematiche di genere, formare il proprio personale docente e scolastico in generale, e adottare buone prassi riconosciute in altrettanti istituti.

Locatelli si è offerto di accompagnare la madre a un secondo incontro, per far comprendere il problema alla preside e proporre una formazione a tutto il personale scolastico, in modo che non capitino mai più episodi simili.

https://www.facebook.com/photo?fbid=10165442372670077&set=a.10151219053195077

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
15 persone famose che non sapevi fossero non binarie - 10 persone famose che non sapevi fossero non binarie - Gay.it

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie

Corpi - Gio Arcuri 13.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Nemo The Code significato e come è nata

Nemo, il magnifico testo non binario di “The Code” è nato così: ecco cosa racconta davvero

Musica - Mandalina Di Biase 13.5.24
Parigi 2024, le drag queen Minima Gesté, Miss Martini e Nicky Doll sfilano con la torcia olimpica - Parigi 2024 le drag Minima Geste Miss Martini e Nicky Doll sfilano con la torcia olimpica - Gay.it

Parigi 2024, le drag queen Minima Gesté, Miss Martini e Nicky Doll sfilano con la torcia olimpica

Corpi - Redazione 16.5.24

Leggere fa bene

Elliot Page denuncia la “devastante” eliminazione dei diritti LGBTQIA+ in tutto il mondo durante i Juno Awards (VIDEO) - Elliot Page 1 - Gay.it

Elliot Page denuncia la “devastante” eliminazione dei diritti LGBTQIA+ in tutto il mondo durante i Juno Awards (VIDEO)

News - Redazione 25.3.24
nava mau baby reindeer

Nava Mau: chi è l’attrice trans* di Baby Reindeer che interpreta il ruolo di Teri

News - Gio Arcuri 26.4.24
Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: "Mi hanno chiamato r*cchiò" - omofobia - Gay.it

Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: “Mi hanno chiamato r*cchiò”

News - Redazione 2.4.24
Foto di Jamie Mccartney

Il Museo della Vagina include anche le persone trans*

Culture - Redazione Milano 18.1.24
Jennifer Garner e Ben Affleck, il coming out del figliə come persona non binaria: "Mi chiamo Fin" - fin affleck ben affleck e jennifer garner - Gay.it

Jennifer Garner e Ben Affleck, il coming out del figliə come persona non binaria: “Mi chiamo Fin”

Culture - Redazione 11.4.24
Enzo Miccio e il potente monologo contro l'omofobia: "Siate fieri, sempre, perché siete unici e autentici" (VIDEO) - Enzo Miccio - Gay.it

Enzo Miccio e il potente monologo contro l’omofobia: “Siate fieri, sempre, perché siete unici e autentici” (VIDEO)

Culture - Redazione 24.4.24
Poliziotto costretto ad esami psichiatrici per verificare se fosse gay, il Tar condanna il ministero - carcere - Gay.it

Poliziotto costretto ad esami psichiatrici per verificare se fosse gay, il Tar condanna il ministero

News - Redazione 18.4.24
Echo, la regista Sydney Freeland spiega come il suo essere donna trans l'abbia aiutata a girare la serie Disney Marvel - Echo foto - Gay.it

Echo, la regista Sydney Freeland spiega come il suo essere donna trans l’abbia aiutata a girare la serie Disney Marvel

Serie Tv - Redazione 11.1.24