Reggio Emilia, parroco vieta madrina ad una 13enne: “È lesbica, non può cresimarti”

"I criteri di idoneità li stabilisce la Chiesa e non il sottoscritto", si è 'giustificato' il parroco.

Reggio Emilia, parroco vieta madrina ad una 13enne: "È lesbica, non può cresimarti" - Reggio Emilia parroco vieta madrina ad una 13enne - Gay.it
2 min. di lettura

È Arcigay Gioconda a denunciare l’ultimo episodio di omofobia all’italiana, questa volta in arrivo da una parrocchia di Pieve Modolena, Reggio Emilia. Il parroco ha infatti posto il veto alla scelta della madrina da parte di una 13enne, ormai pronta alla cresima. Il motivo? “Quella donna lesbica non deve fare la madrina, a nessun costo“.

La famiglia della bimba è andata ad informarsi con il parroco, e qui avrebbe scoperto che persino un uomo divorziato andrebbe bene come padrino, ma non quella donna. Solo e soltanto perché vive con un’altra donna, sua compagna. La mamma della piccola avrebbe minacciato di non far fare la cresima alla figlia, dinanzi alla decisione di Don Daniele Casini, che ha ricostruito la vicenda con queste parole, via Resto del Carlino: “I criteri di idoneità per accompagnare i ragazzi alla cresima non sono di don Casini, ma della Chiesa. Solo in un secondo momento, venuto a conoscenza della sua convivenza, ho fatto presente l’impossibilità a rivestire questo ruolo secondo le indicazioni della Chiesa, che non sono cambiate, mentre non è stata presentata nessuna difficoltà alla sua presenza in chiesa il giorno della cresima insieme alla compagna“. E ci mancherebbe altro, verrebbe da aggiungere.

Arcigay Gioconda, nel raccontare quanto accaduto, ha espresso rabbia e umiliazione.

Rabbia perché ogni anno ci sono madrine e padrini LGBTI+ che il più delle volte sono costretti a nascondere sé stessi come se ci fosse qualcosa di male non per ciò che fanno, ma per chi sono. Il fondamento dell’ipocrisia in cui navighiamo ogni giorno è proprio questo: impariamo presto che dobbiamo nasconderci per partecipare alla vita delle comunità. Il silenzio deve circondare le nostre vite e i nostri sentimenti, e sembrerebbe che in certi ambiti debba essere così per sempre. Persino davanti alla tredicenne, che difende la sua scelta, non si ferma ad ascoltare, nella sua certezza di uomo che ha rinunciato alla propria sessualità, e che impone la sua visione calpestando le vite altrui, lanciando di fatto un segnale chiaro alla ragazzina: se si scoprisse lesbica, non ci sarebbe un posto alla luce del sole per lei, ma solo nell’ombra del rinnegare sé stessa. Ovviamente nelle realtà cristiane ci sono tante situazioni diverse, penso a un Sacerdote illuminato come Don Paolo Cugini, che ascolta le persone LGBTI+ cristiane e le loro famiglie, e che organizzava momenti di preghiera e veglie, che a Reggio sono state sostanzialmente censurate e ostacolate. O a quella Chiesa nigeriana reggiana che accoglie apertamente le persone LGBTI+. Ma davanti a una tredicenne che crede nell’eguaglianza, questo castello di ipocrisia si incrina. E crollerà definitivamente nel momento in cui la comunità di fedeli affermerà da che parte sta. E quel momento è adesso.

La mamma della 13enne, furibonda, ha sottolineato come “fino a poco tempo fa c’era don Gianni Manfredini che non aveva mai avuto nulla da ridire: sentire storie simili nel 2020 va oltre l’assurdo“. Come darle torto.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
maschioroma 11.11.20 - 23:14

Fatti come questo sono molto più frequenti di quanto non si pensi e testimoniano che la chiesa cattolica non è affatto cambiata, che le esternazioni del papa sono solo titoli per i giornali, se il papa non mette nero su bianco e cambia le regole tutto resta uguale, infatti il parroco omofobo in questione ripete che le regole non sono sue ma della chiesa, insomma la chiesa cattolica è stata e continua ad essere la principale fonte di omofobia di questo paese.

Trending

Grande Fratello 2023 - Alfonso Signorini

Al via i casting per la nuova edizione del Grande Fratello: il prossimo potresti essere tu!

Culture - Luca Diana 29.5.24
L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo - indonesia gay protest - Gay.it

L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo

News - Redazione 29.5.24
Blood and Ashes, il sequel gay di 300 con Alessandro Magno gay diventa serie tv? - 300 - Gay.it

Blood and Ashes, il sequel gay di 300 con Alessandro Magno gay diventa serie tv?

Serie Tv - Redazione 30.5.24
@simoneriflesso

“Impareremo mai a parlare di disabilità?”: intervista con Simone Riflesso, tra autodeterminazione e orgoglio queer

Corpi - Riccardo Conte 30.5.24
Troye Sivan in concerto

Troye Sivan fiero e sfacciato simula un rapporto orale nel nuovo tour

Musica - Emanuele Corbo 30.5.24
Un terzo del mondo criminalizza ancora oggi gli atti consensuali tra persone dello stesso sesso - carcere amnistia - Gay.it

Un terzo del mondo criminalizza ancora oggi gli atti consensuali tra persone dello stesso sesso

News - Redazione 29.5.24

Hai già letto
queste storie?

la-normalita-dell-amore

Il mio libro di risposta a Vannacci: “La normalità dell’amore”, così un ragazzo replica alle retoriche d’odio del generale

Culture - Francesca Di Feo 1.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
Emanuele Pozzolo il post omofobico ai tempi dell'approvazione delle unioni civili. Nella foto insieme a Giorgia Meloni che lo scelse nelle liste elettorali del 25 Settembre 2022.

Emanuele Pozzolo, scelto da Meloni: ecco il post omofobico contro le unioni civili

News - Redazione Milano 3.1.24
Papa Francesco approva benedizione di coppie omosessuali in Chiesa

Coppie omosessuali, Papa Francesco approva le benedizioni in chiesa: ne avevamo bisogno?

News - Redazione Milano 18.12.23
isole-tremiti-lettera-misogina-omofoba

Lettera misogina e omofoba recapitata alla candidata sindaca per le Isole Tremiti: “Non vogliamo un sindaco lesbica”

News - Francesca Di Feo 30.5.24
donne-lesbiche-guadagnano-di-piu

Le lesbiche guadagnano di più delle donne etero a causa degli uomini

News - Francesca Di Feo 10.1.24
Viktor Orban - Giorgia Meloni - Ungheria, la legge anti-LGBTI+ ha un impatto devastante sulla nostra comunità

Ungheria, impatto devastante della legge anti-LGBTI+, il rapporto di Amnesty

News - Francesca Di Feo 28.2.24
100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore - roberto vannacci - Gay.it

100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore

News - Redazione 7.12.23