Robert Biedron, è gay dichiarato il nuovo presidente commissione diritti donne Unione Europea

Uno schiaffo al suo Paese che ha dichiarato guerra alle persone LGBT e alle donne, volendo criminalizzare l'aborto.

Robert Biedron, è gay dichiarato il nuovo presidente commissione diritti donne Unione Europea - Robert Biedron - Gay.it
2 min. di lettura

45enne politico polacco, gay dichiarato e felicemente fidanzato da oltre 20 anni con Krzysztof Śmiszek, Robert Biedron è stato eletto presidente della Commissione per i diritti delle donne e l’uguaglianza di genere. Biedron è di fatto il primo politico polacco di un certo peso apertamente gay, in un Paese che da anni fa tremare il resto d’Europa per la propria conclamata omotransfobia istituzionale. Il mese scorso la Camera polacca ha approvato una legge anti-LGBT per le scuole

20 anni fa tra i fondatori dell’organizzazione Campagna contro l’Omofobia (Kampania Przeciw Homofobii), di cui è stato presidente fino al 2009, Biedron è stato eletto deputato della Repubblica di Polonia nel 2011, diventando così il primo deputato polacco apertamente gay. Nel 2014 è stato eletto sindaco di Słupsk, città polacca di quasi 100.000 abitanti. Un’altra elezione storica, perché Robert divenne il primo sindaco dichiaratamente omosessuale della Polonia. Nel 2015 è diventato membro del Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa, nel 2016 è stato insignito dell’Ordine nazionale al merito francese per la sua lotta per i diritti delle minoranze sessuali, mentre nel 2019, dopo aver fondato il partito di centro-sinistra Wiosna (“Primavera”), è diventato europarlamentare.

Ora, dopo due anni e mezzo, Biedron, che rientra nel Gruppo dell’Alleanza progressista di Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo, ha fatto sua la Commissione per i diritti delle donne e l’uguaglianza di genere. “Le mie priorità principali saranno affrontare la questione della violenza contro le donne, contribuire a colmare il divario retributivo di genere, far ratificare la Convenzione di Istanbul e lavorare per sbloccare la direttiva Women on Boards“, ha annunciato: “Vorrei concludere ricordando ciò che l’ex segretario di Stato americano Madeleine Albright ha affermato: ‘C’è un posto speciale all’inferno per le donne che non aiutano le altre donne’. Aggiungerei questo: c’è anche un posto speciale all’inferno per gli uomini che non supportano questa lotta”.

A fine 2021 Biedron ha pubblicamente denunciato in aula l’allarme “diritti” nella sua Polonia, in particolare per quanto riguarda le norme della Convenzione europea sui diritti dell’uomo e la salute sessuale e riproduttiva, con l’aborto tornato al centro del dibattito politico polacco. “All’inizio di dicembre il parlamento polacco ha iniziato a lavorare ad un disegno di legge che punisce l’aborto, l’assistenza all’aborto o l’aborto spontaneo con 25 anni di carcere“, ha tuonato Robert. “Recentemente, i politici di Diritto e Giustizia hanno creato l’Istituto per la Famiglia e la Demografia, al fine di controllare, monitorare le gravidanze ed eventuali aborto. Allo stesso tempo, il Ministero della Salute ha ideato una bozza di registro delle gravidanze che ricorda serie catastrofiche e distopiche come “The Handmaid’s Tale”. Tutto questo sta accadendo nel 2021 nel cuore dell’Unione Europea. L’effetto è agghiacciante, su milioni di donne, ragazze e madri che avranno semplicemente paura di rimanere incinte. Oggi le donne in Polonia hanno meno diritti rispetto a quando la Polonia è entrata a far parte dell’Unione Europea nel 2004. È giunto il momento di intraprendere un’azione decisa“.

Anche Krzysztof Śmiszek, suo compagno, fa politica. Eletto deputato in Polonia, è inoltre membro della commissione Giustizia e diritti umani, della commissione Unione europea e delegazione polacca all’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Robert Biedroń✌️ (@robertbiedron)

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Angelica Schiatti e Morgan

“Insulti, minacce e revenge porn”: la vicenda tra Angelica e Morgan, Calcutta attacca Warner, terremoto nel mondo della musica

Musica - Emanuele Corbo 10.7.24
Queen Lear, arriva una serie sulla vita di Amanda Lear - Scaled Image 43 - Gay.it

Queen Lear, arriva una serie sulla vita di Amanda Lear

Serie Tv - Redazione 8.7.24
Lorenzo Zurzolo Prisma La Storia

Lorenzo Zurzolo tra James Franco ne “Gli Squali”, e Martin Scorsese nel film di Julian Schnabel “La mano di Dante”

Cinema - Mandalina Di Biase 12.7.24
Rita Pavone: "Detesto tutte le ostentazioni che sviliscono l’amore, i sederi all’aria al Pride non mi piacciono" - Rita Pavone - Gay.it

Rita Pavone: “Detesto tutte le ostentazioni che sviliscono l’amore, i sederi all’aria al Pride non mi piacciono”

Musica - Redazione 11.7.24
Chi era Goliarda Sapienza? - Matteo B Bianchi9 - Gay.it

Chi era Goliarda Sapienza?

Culture - Federico Colombo 10.7.24
Il matrimonio del mio migliore amico (1997)

Il tuo fruity boyfriend non ti salverà

Lifestyle - Riccardo Conte 12.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

ARIA! di Margherita Vicario

Mani in ARIA! insieme a Margherita Vicario, ascolta il nuovo singolo dal film GLORIA! – VIDEO

Musica - Redazione Milano 28.3.24
Rose Villan sulla cover della playlist "Pop Hits Italia"

Alpha, la playlist di Apple Music che celebra il potere delle donne

Musica - Emanuele Corbo 8.3.24
Polonia matrimonio egualitario Gay.it

Polonia, suicidi in aumento a causa delle leggi omobitransfobiche del Paese

News - Federico Boni 20.2.24
"How to have sex", l’esordio di Molly Manning Walker: il mondo ci vuole espertə come adulti e inconsapevoli come bambini - Matteo B Bianchi 1 - Gay.it

“How to have sex”, l’esordio di Molly Manning Walker: il mondo ci vuole espertə come adulti e inconsapevoli come bambini

Cinema - Federico Colombo 17.4.24
Roma Pride Croisette 2024, venerdì 7 maggio dibattito sull’Europa dei Diritti: "Dalle europee all’Europride" - Pride Croisette 2024 Roma Pride - Gay.it

Roma Pride Croisette 2024, venerdì 7 maggio dibattito sull’Europa dei Diritti: “Dalle europee all’Europride”

News - Redazione 6.6.24
Bruxelles Pride il 18 maggio: tutti i motivi per cui dovresti andarci! - bruxelles pride 2024 44 - Gay.it

Bruxelles Pride il 18 maggio: tutti i motivi per cui dovresti andarci!

Culture - Francesca Di Feo 11.4.24
Laura Pezzino - intervista

25 Aprile, Resistenza e Liberazione: “La libertà è un esercizio” – intervista a Laura Pezzino

Culture - Federico Colombo 24.4.24
Foto: Angela Christofilou

L’8 Marzo ci siamo tuttə per tuttə

Corpi - Redazione Milano 7.3.24