Gay Street di Roma, gigolò aggredisce messicano e scappa

Per ora, le accuse per il gigolò sono lesioni gravissime e omissione di soccorso. Sconosciute le cause della colluttazione.

Gay Street di Roma, gigolò aggredisce messicano e scappa - roma - Gay.it
2 min. di lettura

Il fatto risale alla notte di Capodanno. Il ragazzo, un messicano di 29 anni, era a Roma per festeggiare il nuovo anno con delle amiche. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, durante la serata avrebbe incontrato uno gigolò, e in seguito a un’aggressione sarebbe caduto sbattendo violentemente la testa. Ad oggi, non si sa se riporterà danni permanenti per le ferite. I medici stanno attendendo il risveglio per constatare gli effetti dell’operazione d’urgenza a cui è stato sottoposto.

Sia la vittima che il gigolò sono omosessuali, e si sarebbero incontrati nella gay street di Roma, in via San Giovanni in Laterano. Il ragazzo messicano era assieme a una coinquilina, altre ragazze e una coppia e vivono tutti a Bologna. Volevano passare qualche giorno a Roma durante le festività.

La vicenda dell’aggressione a Roma

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti e dalla confessione dello gigolò, il gruppo avrebbe prima cenato a Piazza Navona, poi si sarebbero diretti alla gay street per passare la mezzanotte. Il programma prevedeva di recarsi poi alla Mucassassina, nota serata gay della Capitale. Ma mentre erano all’Anfiteatro Flavio, proprio davanti al Colosseo a in via San Giovanni in Laterano, presso il Coming Out il ragazzo avrebbe conosciuto lo gigolò, di origini macedoni, e avrebbero deciso di allontanarsi assieme.

Arrivati alla collinetta vicina che dista solo 5 minuti dal locale, colle Oppio, si sarebbe verificata una colluttazione, ma non si conoscono ancora i dettagli. Forse per soldi o per delle avances, il macedone avrebbe spinto il messicano, cadendo da un’altezza di sei metri e sbattendo violentemente la testa. Dopo la caduta, il macedone 24enne è fuggito, senza controllare lo stato di salute del ragazzo.

Identificato il responsabile, la vittima rimane in osservazione

Dopo la scoperta dell’incidente, il ragazzo è stato portato in ospedale dove è stato operato immediatamente. L’intervento è stato molto delicato e richiederà alcuni giorni per capire se i medici sono riusciti a salvarlo e se si riprenderà completamente senza danni fisici o mentali. La Polizia, nel frattempo, ha condotto le indagini identificando il gigolò, il quale alla fine ha confessato l’aggressione.

Non è ancora certo se l’aggressione sia stata volontaria o incidentale, e per questo motivo al momento è stato denunciato per lesioni gravissime e omissione di soccorso. Forse, la testimonianza della vittima aiuterà a dissipare i dubbi rimasti.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

FR*CINEMA

A Roma arriva FR*CINEMA, tra film queer e riappropriazione culturale

Cinema - Redazione Milano 28.2.24
Eurovision 2024 Eden Golan October Rain

Boicottare Eurovision 2024 e la partecipazione di Israele? “October rain” di Eden Golan va esclusa?

Musica - Redazione Milano 27.2.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24

Leggere fa bene

Morgan: "Devolvo la metà del mio cachet di X Factor a casa di accoglienza LGBTQIA+. Le mie scuse sincere" - Morgan - Gay.it

Morgan: “Devolvo la metà del mio cachet di X Factor a casa di accoglienza LGBTQIA+. Le mie scuse sincere”

News - Redazione 1.9.23
senegal corpo bruciato presunto gay

Senegal, riesumato e bruciato perché presunto gay e considerato “mezzo uomo e mezzo donna” – VIDEO

News - Giuliano Federico 31.10.23
reintegrato-coordinatore-cittadino-fdi-omofobo

Dentro Fratelli d’Italia se sei omofobo fai carriera: la storia di Alessio Butti

News - Francesca Di Feo 1.12.23
africa-burundi-lapidare-omosessuali

Africa, il presidente del Burundi invita la popolazione a lapidare gli omosessuali

News - Francesca Di Feo 2.1.24
Odio LGBTIAQ social network

L’odio social verso la comunità LGBTQIA+ ha conseguenze nella vita reale, ma Meta, X e TikTok non fanno abbastanza per arginarlo

News - Francesca Di Feo 25.1.24
Corrado e Adriano, è omofobia anche dopo la morte. Imbrattato il manifesto funebre: “Fr*ci!” - Corrado e Adriano e omofobia anche dopo la morte. Imbrattato il manifesto funebre - Gay.it

Corrado e Adriano, è omofobia anche dopo la morte. Imbrattato il manifesto funebre: “Fr*ci!”

News - Redazione 30.8.23
Florida legge anti-LGBT Gay.it

Roma, il Comune ipotizza corsi LGBTQIA+ nelle scuole. E la destra attacca

News - Redazione 20.10.23
Matthew Shepard

L’atroce omicidio di Matthew Shepard cambiò l’America, ma non l’Italia

News - Giuliano Federico 13.10.23