Censura Russia, l’unico festival del Cinema LGBTQIA+ è prossimo alla cancellazione

Side By Side non è ufficialmente cancellato, ma la nuova legge russa ne impedisce lo svolgimento. Gli organizzatori pianificano di spostarsi in Europa.

ascolta:
0:00
-
0:00
side-by-side-russia-rischia-la-cancellazione
3 min. di lettura

Side by Side, l’unico Festival Internazionale del Cinema LGBTQ in Russia, sta affrontando crescenti pressioni in seguito alla recente approvazione del “divieto di propaganda LGBTQIA+”. Questa nuova legge, rafforzata e firmata dal Presidente russo Vladimir Putin nel dicembre appena trascorso, rende illegale la partecipazione ad attività che promuovono i diritti LGBTQ.

Side By Side, polo culturale per la comunità LGBTQIA+ Russa

Side by Side Lesbian and Gay International Film Festival è stato, fin’ora, un evento annuale svoltosi a San Pietroburgo. Istituito per la prima volta nel 2008 come iniziativa per celebrare le identità e le esperienze LGBTQIA+ attraverso il cinema d’arte, il festival è diventato uno degli eventi più importanti per la comunità in Russia, utile a fornire una piattaforma unica di libera espressione e divulgazione culturale.

La prima, semplice edizione ha visto lo svolgimento cinque proiezioni cinematografiche presso il Museo del Cinema sull’isola Vasilievsky, che includevano lungometraggi e documentari da tutto il mondo. Da allora, è diventato un evento fondamentale, che non solo esibisce il cinema d’arte, ma si impegna anche in dibattiti e discussioni su questioni lesbiche, gay, bisessuali e transgender in Russia.

Il festival negli anni, è cresciuto, e include una vasta gamma di attività durante tutto l’anno. Oltre a proiezioni di film e tavole rotonde, Side by Side ospita anche workshop, conferenze, mostre, attività culturali, feste e altri eventi sociali.

L’obiettivo è quello di contribuire a creare una società più tollerante sfidando gli stereotipi, combattendo la discriminazione, per incoraggiare un cambiamento di mentalità in una Russia, ancora troppo indietro sulle questioni sociali.

Negli anni, Side by Side ha visto la presenza di illustri ospiti internazionali come il documentarista americano Jason Langmen (regista di “Out in East Berlin”); l’attivista/scrittrice canadese Maggie de Vries; il regista francese Sebastien Lifshitz; il regista John Greyson e il produttore Peter Nguyen dal Canada; il regista britannico Tom Hooper; il compositore olandese Michael van der Aa.

Side By Side è ufficiosamente vietato in Russia

La conseguenza ovvia, ma sconcertante, della legge sulla “propaganda LGBTQIA+” è un clima di paura e intolleranza per le persone che vivono apertamente come membri della comunità LGBTQIA all’interno dei confini russi.

Le implicazioni di questa nuova legge sono state particolarmente sentite da Side by Side: tutto è cominciato nel 2021, quando gli sforzi del team si sono scontrati per la prima volta con l’opposizione del Ministero della Cultura russo e del Roskomnadzor. Oggi, il ban nel paese è indiretto, ma non aggirabile. 

Alla luce del giro di vite sulla cultura LGBTQIA+ in Russia, Roman Polyakov – direttore delle pubbliche relazioni di Side by Side – ha espresso le sue preoccupazioni riguardo a queste politiche governative oppressive.

Secondo Polyakov, il ban di Side by Side è uno sforzo per minare la libertà di espressione e mettere a tacere le voci – e non solo quelle delle persone queer – nel Paese. Ed è proprio per questo che lo staff di Side By Side ha scelto di migrare le proprie attività pubbliche in Europa.

Questo è un attacco diretto al nostro diritto di esprimerci liberamente come membri della comunità LGBTQIA+. Non ci faremo intimidire o mettere a tacere. Continueremo il nostro lavoro al di fuori della Russia, se necessario, per raccontare le nostre storie e fornire una piattaforma ad altri per farlo

L’impatto che questa legge ha avuto sulle persone queer che vivono in Russia non può essere sottovalutato, perchè rappresenta anche una minaccia per la cultura in generale, che perderebbe una delle sue categorie più floride e interessanti.

Con la possibilità di ospitare eventi nelle città russe ora fortemente limitata a causa delle leggi omofobiche, non si può dire se questo amato festival sopravviverà o meno a lungo termine. L’équipe di Side by Side, tuttavia, continua a dedicarsi alla propria causa.

“Ho lavorato a sette festival, seguendoli personalmente, e in generale, nessun festival si è svolto senza la certezza che stessimo facendo qualcosa di giusto. Ogni spettacolo, ogni apertura, era un tutto esaurito. L’idea che stiamo facendo qualcosa di giusto non è mai scemata. C’è sempre stata e c’è ancora oggi”

In definitiva, non è chiaro quale sia il futuro per i diritti dei queer in Russia; ma con attivisti come Roman Polyakov, che si oppongono con fermezza al sentimento omofobo espresso dal Cremlino, rimane la speranza che un giorno, presto, le voci queer torneranno a farsi sentire forti e chiare in tutti gli angoli della nazione.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Amadeus, Sanremo Giovani 2023

Sanremo verso Mediaset, Amadeus in onda sul NOVE già a fine agosto con tre programmi

Culture - Mandalina Di Biase 18.4.24
Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente - close to you 01 - Gay.it

Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente

Cinema - Federico Boni 19.4.24
FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d'uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant - Feud Capote vs. The Swans - Gay.it

FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d’uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant

Serie Tv - Redazione 19.4.24

Leggere fa bene

san-gregorio-magno-quindicenne-accoltella-il-padre

Ragazzo di 15 anni accoltella il padre che lo “accusa” di essere gay durante una lite domestica

News - Francesca Di Feo 18.12.23
andria omofobia 18 anni gay

Andria, calci e pugni a un 18enne perché gay: “Abbiate il coraggio di denunciare”

News - Francesca Di Feo 26.10.23
I giovani gay e bisessuali fumano e bevono più dei coetanei etero. Tutta colpa dell’omobitransfobia - I giovani gay e bisessuali fumano piu dei loro coetanei etero. Tutta colpa dellomobitransfobia - Gay.it

I giovani gay e bisessuali fumano e bevono più dei coetanei etero. Tutta colpa dell’omobitransfobia

News - Federico Boni 6.11.23
Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi - sit in Russia 8 - Gay.it

Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi

News - Redazione 11.1.24
Russia LGBT - terapia riparativa

Russia: “curare le persone LGBTI”, smascherati 12 enti che operano indisturbati tra abusi fisici, sessuali e psicologici

Corpi - Francesca Di Feo 5.3.24
bielorussia-omosessualita-pedofilia-zoofilia

La Bielorussia paragona le identità LGBTQIA+ a pedofili e zoofili: saranno punibili col carcere duro

News - Francesca Di Feo 12.4.24
Brittney Griner, dalla prigione russa al primo figlio con sua moglie Cherelle. Il dolce annuncio social - Brittney - Gay.it

Brittney Griner, dalla prigione russa al primo figlio con sua moglie Cherelle. Il dolce annuncio social

News - Redazione 18.4.24
candidati lgbt USA

Le 10 città più e meno LGBTQIA+ friendly d’America

News - Federico Boni 8.11.23