La patetica motivazione dell’influencer che ha causato l’ondata di outing in Marocco

Non solo la scusa è folle, ma la donna si sconfessa da sola, rispetto a quanto dichiarato un mese fa. Intanto, nel Paese omofobo continuano violenze e discriminazioni.

marocco outing in marocco
2 min. di lettura

L’influencer marocchina Sofia Taloni (alias Naofal Moussa), il mese scorso ha incaricato i suoi 627.000 follower di Instagram di iscriversi alle app di incontri gay come Grindr e Romeo, creando dei profili falsi, farsi inviare le foto hot e del viso dagli utenti. Queste foto poi dovevano essere caricate su dei gruppi di Facebook, con un’ondata incredibile di outing in Marocco. 

Negli ultimi giorni, dopo che il suo account è stato oscurato più volte, ha spiegato il perché di questo outing di massa. Un outing è pericolosissimo in Marocco, Paese dove l’omosessualità è reato. Nella sua folle motivazione, spiega che non voleva che l’outing portasse a suicidi e violenze. Ma voleva solamente umanizzare e sensibilizzare l’omosessualità in Marocco.

E’ già di per sé preoccupante il fatto che una persona transgender come lo è Sofia Taloni non sappia che l’outing è un’azione che potrebbe provocare problemi gravi sia a livello familiare, privato e sociale. Ma seguendo la sua folle teoria, come potrebbe la diffusione di foto private sensibilizzare e umanizzare l’omosessualità?

La giravolta dell’influencer dopo l’outing in Marocco

A Reuters, Sofia Naloni ha spiegato:

La mia intenzione era di umanizzare, non demonizzare e normalizzare  i gay in Marocco. Quindi smettiamo di pensarli come emarginati. Volevo letteralmente che le persone pensassero alle persone gay come l’uomo o la donna della porta accanto. E per fermare la fantasia negativa su chi sono le persone gay, come sembrano e come vivono. 

Ma solamente il mese scorso, dopo la prima ondata di outing in Marocco, aveva confermato di non essere pentita di quello che aveva fatto. Aveva anche detto di continuare a creare account, in modo da poter sempre essere online con i suoi video. Infatti, dopo poco i profili venivano segnalati in massa. In quell’occasione, tramite  The Moroccan Times, l’influencer aveva anche detto che i gay marocchini dovevano essere esclusi dalla società perché erano loro i responsabili delle segnalazioni ai suoi profili Instagram.

La comunità gay marocchina ha condiviso il mio profilo su molti gruppi di Facebook e ha incoraggiato le persone a segnalarmi in modo che il mio account venisse disattivato. Tutto questo per gelosia, perché ho successo su varie piattaforme di social media.

E mentre continua a lucrare su una minoranza di cui anche lei fa parte, l’outing in Marocco ha già portato suicidi, licenziamenti e violenze.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
neineineinngmailcom 15.5.20 - 17:14

I crimini peggiori vengono perpetrati con le migliori intenzioni.

Trending

©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
L'artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché "a scuola diventerebbe gay" (VIDEO) - Bryce Mitchell - Gay.it

L’artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché “a scuola diventerebbe gay” (VIDEO)

Corpi - Redazione 24.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: "Solo l'amore conta" - Bari il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme - Gay.it

Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: “Solo l’amore conta”

News - Redazione 24.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24

Continua a leggere

africa-burundi-lapidare-omosessuali

Africa, il presidente del Burundi invita la popolazione a lapidare gli omosessuali

News - Francesca Di Feo 2.1.24
sondrio-manifesti-provita

Sondrio, anche qui spuntano i manifesti ProVita: “Basta confondere l’identità sessuale dei bambini”

News - Francesca Di Feo 11.12.23
Settimo torinese, insulti omofobi sui manifesti del candidato Pd Antonio Augelli: "Fr*cio" - Settimo insulti omofobi manifesti elettorali Antonio Augelli - Gay.it

Settimo torinese, insulti omofobi sui manifesti del candidato Pd Antonio Augelli: “Fr*cio”

News - Redazione 15.5.24
sudafrica-pride-2024

Sudafrica, l’isola felice della comunità LGBTQIA+ africana, celebra il suo 31esimo Pride

News - Francesca Di Feo 6.3.24
Torino, in 20 aggrediscono la drag La Myss: "È stato di sicuro un attacco a sfondo omofobo" - la myss - Gay.it

Torino, in 20 aggrediscono la drag La Myss: “È stato di sicuro un attacco a sfondo omofobo”

News - Redazione 9.1.24
arezzo-whynot-chiuso

Arezzo, chiusa la serata queer WhyNot per troppi episodi di violenza verbale omobitransfobica

News - Francesca Di Feo 21.3.24
la-normalita-dell-amore

Il mio libro di risposta a Vannacci: “La normalità dell’amore”, così un ragazzo replica alle retoriche d’odio del generale

Culture - Francesca Di Feo 1.2.24
Giovanni Donzelli foto instagram @giovadonze

Giovanni Donzelli di Fratelli d’Italia, outing di sua moglie che spiega “È un marito etero”

Culture - Mandalina Di Biase 9.4.24