Spagna Friendly: 5 esperienze che non hai mai fatto

In Spagna sono tanti i luoghi dove vivere esperienze indimenticabili. Se stai organizzando una vacanza all'insegna del divertimento gay, devi assolutamente scoprire queste destinazioni, che sono alternative alle solite mete del turismo LGBTQ+.

vacanze gay in spagna, Valencia, Siviglia, Bilbao, Alicante, Salamanca
9 min. di lettura

Se si pensa alle destinazioni gay friendly nel mondo, una tra le prime a venire in mente è di certo la Spagna. Oltre ad essere un melting pot di culture, religioni ed etnie differenti, questa nazione è riconosciuta a livello mondiale come un importante modello di riferimento per i diritti civili delle persone LGBTQ+.

Nel 2013, il Pew Research Center (un organismo formato da un gruppo di esperti nell’analisi di problemi complessi in campo sociale, economico e politico), ha eletto la Spagna come la nazione più gay-friendly al mondo.

La Spagna, a distanza di quasi dieci anni, continua ad impegnarsi per costruire una società basata sui pari diritti. E, se a questo, ci aggiungiamo la presenza di alcuni dei più importanti e grandi eventi del mondo dedicati alla comunità LGBTQ+, come i Pride che si tengono in varie città della nazione, così come l’esistenza di tante spiagge gay e locali queer, la penisola iberica non può che essere il luogo ideale per una vacanza che si rispetti.

Probabilmente avrai già viaggiato in Spagna oppure ne avrai sentito parlare abbondantemente dalla tua cerchia di amicizie. Ma siamo certi che siano in pochi ad aver vissuto le esperienze gay-friendly che ti stiamo per descrivere. Si possono vivere in 5 località spagnole lontane e alternative alle solite mete turistiche battute dalle persone LGBTQ+ di tutto il mondo.

Prosegui nella lettura per scoprire quali sono.

Vacanze gay in spagna

Bilbao, tra la città vecchia e Donostia-San Sebastian

Famosa per il Guggenheim Museum (il tondeggiante edificio in titanio visitato da milioni di persone tutto l’anno per la presenza di alcune tra le più importanti opere di arte contemporanea), la città più grande e nota dei Paesi Baschi è una meta LGBTQ+ che non tutti tengono in considerazione.

Bilbao, a differenza di altre città spagnole, non ha un vero e proprio distretto dedicato alla comunità. Semplicemente per il fatto che tutta la città è gay-friendly. Puoi trovare bar, caffè, ristoranti e club ovunque. Ad ogni modo, nella città vecchia si concentrano quelli più frequentati.

Nelle vicinanze di Bilbao ci sono altre località LGBTQ+ friendly da non farsi mancare, tra cui Donostia-San Sebastian ed altre località con spiagge molto popolari tra i gay.

Bilbao La Vieja

Situata nel quinto distretto sulla riva del fiume, Bilbao La Vieja è un quartiere trendy e molto frequentato dalla comunità LGBTQ+, soprattutto dai giovani e da coloro che cercano dei locali dove spendere poco.

Dalle ore 20.00 gay e lesbiche si ritrovano nei bar a mangiare i Pinchos (snack simili alle tapas, ma di grandi dimensioni) e a bere birra. I baschi, a differenza di ciò che si pensa, non amano bere la sangria e, se vuoi ordinarla a Bilbao, magari offrendola a qualche nuova conoscenza, sei nel luogo sbagliato!

Verso mezzanotte le persone si dirigono nei music bar, dove le porte sono aperte fino alle 3 del mattino. In estate, invece, la maggior parte delle persone preferisce trascorrere tempo nelle strade a chiacchierare. Tutte le vie sono sicure anche di notte.

Un club popolare tra i gay si chiama “El bancon de La Lola”, dove si suona musica elettronica e che attrae clienti soprattutto nel week end.

Donostia- San Sebastian

Tra Bilbao e Biarritz (Miarritze in basco, un comune francese situato sulla costa basca), si trova Donostia-San Sebastian, un ex villaggio di pescatori che nel 1800 si è trasformato in un’elegante località balneare e termale, dopo che Napoleone ci costruì una residenza per la moglie.

Questa località sulla costa atlantica è molto amata dai gay sia per quanto riguarda l’offerta culturale (qui si svolge uno dei più importanti festival cinematografici europei) sia per le sue spiagge, i suoi bar LGBTQ+ friendly e la sua sauna. Parliamo, in particolare, della sauna gay Vencommen, che organizza serate a tema (come quella del mercoledì per i bear) ed offre vari servizi, tra cui i massaggi della durata fino a 80 minuti che, se ordinati anticipatamente, permettono l’ingresso gratuito.

Spiagge gay a Bilbao

Bastano 20 minuti di metropolitana per raggiungere da Bilbao la regione di Sopelana. È qui che si trovano molte spiagge gay. La più frequentata è “La Salbaje”, una spiaggia per nudisti frequentata anche da molti surfisti.

Se il surf fino a qualche anno fa aveva una connotazione prevalentemente eterosessuale qui a Sopelana, ora non ce l’ha più: la scena del surf è diventata molto gay. Quindi, tra uomini nudi in spiaggia, puoi conoscere anche qualche bel surfista dal corpo allenato e abbronzato.

La movida gay di Bilbao è incredibile e non possiamo concludere senza menzionare il Bilbao Summer Festival, che si svolge nella terza settimana di agosto. Per dieci giorni tutto è possibile durante questo evento. Il festival si svolge nel parco in cima alla collina Kobeta, che domina Bilbao.

san sebastian, donostia, spagna gay

Salamanca e i bar per giovani matricole

Situata nella Spagna nord-occidentale e, precisamente, nella regione di Castiglia e Leòn, Salamanca è una meta gay-friendly inusuale, che non tutti conoscono.

Oltre ad essere una città universitaria, frequentata da studenti di tutto il mondo, ed oltre avere un patrimonio culturale/artistico tra i più ricchi della Spagna (le due cattedrali, i monumenti ed i musei risalgono al XIII secolo), Salamanca ha una vibrante e movimentata scena gay notturna, grazie ai suoi numerosi ed intriganti locali.

Sono molti gli eventi queer nella città che si svolgono durante tutto l’anno nei vari club e dei quali, oltre a scoprirli attraverso questa guida, puoi venirne a conoscenza semplicemente chiedendo al personale dei tanti hotel gay-friendly disseminati sul territorio.

Dopo una giornata alla scoperta della città e del suo tipico stile plateresco (quello che riproduce le decorazioni dell’argenteria rinascimentale), ti consigliamo di frequentare almeno uno di questi locali queer dove puoi degustare l’hornazo (la torta bassa spagnola il cui ripieno è composto da uova sode, lonza di maiale e salsiccia) e, allo stesso tempo, fare conoscenza con le persone gay del luogo ed i turisti stranieri.

Vediamo qui di seguito quali sono quelli più frequentati. Tieni conto, comunque, che a causa della pandemia di COVID-19, dovrai prima chiamare o mandare un messaggio sulle pagine social dei locali per verificare gli orari. Inoltre, per non rischiare di essere ripreso o addirittura mandato via, ricorda di mettere in pratica il distanziamento sociale.

La Chica de Ayer

Cocktail bar che offre ottimi snack, La Chica de Ayer è un locale in stile anni ’80 con musica revival e nostalgica che si trova nella Gran Via de Salamanca.

Frequentato dalla comunità LGBTQ+ del luogo, questo locale è uno dei posti migliori dove sostare per una notte di festa e divertimento. L’atmosfera è sempre divertente e frivola. Il locale è qualcosa di decisamente spettacolare per tutti gli amanti degli eighties, grazie ai vari oggetti vintage e alle decorazioni presenti.

Khandavia

Frequentato da tanti giovani universitari, Khandavia è uno tra i locali più friendly della città di Salamanca. Si tratta di una grande discoteca dove la maggior parte dei gay si ritrova, in particolare, nella sala in fondo per divertirsi in compagnia.

Khandavia si trova in Calle Bermejeros, 16. Ti consigliamo di dare un occhio alla pagina Facebook del locale per scoprire gli eventi della settimana.

De Laval Genovés Submarino

Una volta entrato in questo locale, ti sembrerà di essere all’interno di un sottomarino affondato. La location è molto suggestiva ed attrae molti giovani gay e lesbiche da tutto il circondario.

Qui puoi bere uno dei tanti cocktail e ballare musica pop ed elettronica.

Il locale si trova a Calle San Justo 27 ed apre alle ore 23.

salamanca, vacanze gay in spagna

Alicante e le sue spiagge per gay

Situata sulla Costa Blanca, Alicante è una gemma della Spagna che non tutti conoscono, ma che è molto frequentata da turisti LGBTQ+ di tutto il mondo sia per la ricchezza culturale che offre sia per la presenza di hotel, spiagge gay e locali dove è possibile conoscere gente amichevole ed accogliente.

Tra le montagne ed il mare, Alicante è di una bellezza rara, a partire dal Castillo de Santa Bárbara, un ritratto meraviglioso della storia moresca, fino al Museo di Arte Contemporanea che espone, tra i tanti capolavori di artisti di fama internazionale, alcune delle più importanti opere di Picasso, Mirò, Chagall e Dalì.

Le spiagge di Alicante sono caratterizzate da sabbia molto fine e sono il luogo perfetto dove passare una giornata di relax.

Se vuoi conoscere persone LGBTQ+ del luogo o altri turisti, oltre ai diversi bar gay-friendly (tra cui La Cupula Azul con vari drag show settimanali ed il Grizzly Bar che, come potrai immaginare, è frequentato da una clientela bear), ci sono ben due saune gay, la Sauna Basaki e la Sauna Steam.

Ma non è tutto. Ad Alicante sono presenti due spiagge gay che meritano di essere frequentate. Ecco quali sono.

Spiaggia Urbanova

La spiaggia di Urbanova si trova sulla costa meridionale di Alicante, non molto lontano dal centro della città. Qui si può accedere in auto lungo la strada N-332 in direzione Elche. Un’altra opzione è prendere l’autobus numero 27 dalla stazione ferroviaria principale RENFE Alicante, che effettua il tragitto ogni ora.

Urbanova è una lunga spiaggia sabbiosa ed offre una splendida vista sul porto di Alicante.

Spiaggia Cabo de Las Huertas

L’altra spiagga gay è quella di Cabo de las Huertas. Si tratta di una spiaggia rocciosa, un luogo con una natura particolarmente selvaggia. Ad ogni modo, ci si può rilassare e distendere tranquillamente, perché le rocce sono piatte.

Per raggiungere questa spiaggia, puoi prendere l’autobus 22 o semplicemente tornare dalla spiaggia di San Juan lungo la costa rocciosa, oltre il faro.

alicante, vacanze spagna gay

Siviglia e l’Alameda de Hercules, il centro della scena gay della città

Una delle più belle e rinomate città dell’Andalusia, è certamente Siviglia. Perdersi nella bellezza della città vecchia e ballare di notte, magari con nuovi amici, nei numerosi bar gay in centro, è di sicuro una delle esperienze più belle per chi è qui in vacanza per la prima volta.

Di giorno le tappe imperdibili sono di sicuro le seguenti:

  • la Cattedrale di Siviglia, la terza chiesa più grande del mondo che è stata eretta nel XII secolo sul sito di quella che era la Grande Moschea;
  • L’Alcázar di Siviglia, che originariamente fu il forte dei Mori e, attualmente, resta uno dei migliori esempi di architettura islamica (mudejar);
  • Torre del Oro, la particolare torre di controllo militare composta da dodici lati e che oggi è sede del Museo Navale;
  • L’Alameda de Hercules, la piazza di Siviglia vicino al fiume Guadalquivir, che è rinomata per la sua vita notturna.

Di sera è proprio nei dintorni della piazza Alameda de Hercules che dovresti venire per una serata all’insegna del divertimento. Qui è presente la maggior parte dei bar e club gay-friendly di Siviglia, dove puoi bere dei drink a dei prezzi davvero irrisori.

I locali, nei quali devi andarci almeno una volta durante il tuo soggiorno nella città, sono i seguenti: Men To Men, il popolare cruising club di Siviglia con pista da ballo e al cui piano superiore sono presenti darkroom e cabine; ITACA, il più grande gay club della città, a tema antica Roma, aperto fino alle 5 del mattino nei giorni feriali e fino alle 7 in quelli festivi.

spagna gay vacanze, siviglia gay

Valencia e la sua vivida, colorata nightlife

Oltre ad essere la terza città più importante della Spagna, Valencia in quanto a cultura, vita notturna, gastronomia e shopping è nella classifica delle migliori destinazioni della penisola iberica per il turismo LGBTQ+.

Se sei in visita a Valencia per pochi giorni, non puoi farti mancare le principali attrazioni turistiche della città, come la Plaza de Almoina (la piazza del centro storico), la Cattedrale (realizzata in tre stili architettonici diversi), l’antico mercato della seta (Lonja de la Seda) e il Barrio del Carmen (quartiere noto per lo shopping). Meritevoli sono anche le spiagge di Valencia, tra cui spicca El Saler per la sua particolare bellezza.

In quanto a vita gay diurna e notturna le opzioni sono talmente tante che puoi letteralmente sbizzarirti. In città si contano 12 bar gay friendly, 3 saune e 3 cruising club.

Sulla base delle recensioni degli utenti, abbiamo scelto per te i migliori posti tra bar, saune e cruising dove puoi conoscere sicuramente qualcuno di interessante. Vediamo quali sono:

  • The Muse. Più che bar gay-friendly, questo è un vero e proprio bar only gay. Qui tutti sono omosessuali ed hanno una grande voglia di divertirsi. Se cerchi un posto dove iniziare la serata per poi proseguire in qualche club, The Muse è il luogo ideale;
  • Pub Dakota. Molto popolare tra i bear gay, questo pub organizza molte serate a tema. Nel pub è presente anche una dark room. L’ingresso è riservato ai maggiori di 21 anni;
  • Desero 54 è uno tra i club preferiti dai gay di Valencia e dai turisti. Ha una grande pista da ballo al centro del locale ed al piano superiore ha un’area VIP, dalla quale poter ammirare tutti i bellimbusti che lo frequentano. Se prima di andare al Desero 54, sei passato al bar The Muse, è molto probabile che tu abbia ricevuto un volantino con un ingresso gratuito al locale;
  • Club Fetish. Già il nome di questo locale è un programma. Se cerchi divertimento, qui è assicurato. Non mancano le serate di strip-tease e party after-hours molto popolari in città;
  • Sauna Olympic. La sauna migliore in città è questa, attiva 24 ore no-stop durante il weekend. All’interno ci sono due grandi vasche idromassaggio, c’è un cinema, una sauna ed il tutto è molto pulito.

La Spagna offre questo e molto altro. Ecco il motivo per cui questa nazione è il leader mondiale del turismo LGBTQ+.

Valencia gay, vacanze gay in spagna

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Angelina Mango è pronta per l'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio in Svezia

Perché Angelina Mango può vincere Eurovision 2024

Musica - Emanuele Corbo 11.4.24
Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Mahmood è in tour in Europa per presentare l'album "Nei letti degli altri"

Mahmood più libero che mai sul palco, il suo tour strega l’Europa e “Tuta gold” conquista il triplo disco di platino

Musica - Emanuele Corbo 9.4.24
Artur Dainese, Isola dei Famosi 2024

Isola dei Famosi 2024, la storia di Artùr Dainese: “A 16 anni sono venuto in Italia. Mi sentivo solo”

Culture - Luca Diana 16.4.24

Hai già letto
queste storie?

natale-a-valencia

Natale 2023 a Valencia, paradiso invernale per grandi e piccinə, tutto da scoprire

Viaggi - Francesca Di Feo 21.11.23
Peter Tatchell scrive al torero Mario Alcalde dopo il suo coming out: “Volta le spalle alla sanguinaria corrida” - Mario Alcalde - Gay.it

Peter Tatchell scrive al torero Mario Alcalde dopo il suo coming out: “Volta le spalle alla sanguinaria corrida”

News - Redazione 25.3.24
Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: "Ho rischiato di perdere l'occhio" - Pasquale Ciano 2 - Gay.it

Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: “Ho rischiato di perdere l’occhio”

News - Redazione 13.12.23
Mario Alcalde, il primo storico coming out di un torero spagnolo - Mario Alcalde coming out - Gay.it

Mario Alcalde, il primo storico coming out di un torero spagnolo

Corpi - Redazione 24.1.24
Gran Canaria tra spiagge dorate, acque cristalline e accoglienza LGBTQIA+ - guida lgbtqia friendly a gran canaria 8 - Gay.it

Gran Canaria tra spiagge dorate, acque cristalline e accoglienza LGBTQIA+

Viaggi - Francesca Di Feo 16.4.24
Siviglia, il nuovo Gesù che promuove la Pasqua scatena gli ultracattolici di destra: "É effeminato e sexy" - Siviglia il sexy Gesu che promuove la Pasqua scatena gli ultracattolici di destra 1 - Gay.it

Siviglia, il nuovo Gesù che promuove la Pasqua scatena gli ultracattolici di destra: “É effeminato e sexy”

News - Redazione 31.1.24
valencia lgbtiq

Valencia LGBTIQ+ e i suoi dintorni, microcosmo sorprendente per i weekend d’autunno tra bellezza, gusto e cultura

Viaggi - Francesca Di Feo 19.10.23
Vestidas de azul, la serie sequel di Veneno. Trailer e sinossi - Vestida de Azul 2 - Gay.it

Vestidas de azul, la serie sequel di Veneno. Trailer e sinossi

Serie Tv - Redazione 20.10.23