Sundance 2023, i vincitori. Trionfa l’attore trans Lio Mehiel, non era mai successo

All'esordio assoluto sul grande schermo, Lio Mehiel ha attinto dalla propria vita per dare forma al personaggio di Fena, a sua volta ispirato al regista/sceneggiatore trans Vuk Lungulov-Klotz.

ascolta:
0:00
-
0:00
Sundance 2023, i vincitori. Trionfa l'attore trans Lio Mehiel, non era mai successo - Lio Mehiel - Gay.it
5 min. di lettura

Il Sundance Film Festival 2023, da sempre molto attento alla cinematografia queer, ha annunciato i vincitori dell’edizione 2023, con il Grand Premio della giuria andato al film “A Thousand and One” dell’esordiente A.V. Rockwell. Tra i tanti film LGBTQI+ visti in gara, come ad esempio Cassandro, Fairyland e Eileen di cui abbiamo parlato la scorsa settimana, a fare la storia è stato Mutt di Vuk Lungulov-Klotz. Il suo protagonista, Lio Mehiel, è infatti diventato il primo attore trans* a vincere l’acting award, a far suo il Sundance Film Festival dal 1978 ad oggi.

Mutt racconta un giorno nella vita di un giovane uomo trans gay di nome Feña (Lío Mehiel), mentre incontra a New York una serie di fantasmi della sua vita prima della transizione. Relazioni passate, presenti e future, tra ex fidanzato, sorella e padre, che si scontrano nell’arco di 24 ore, scritte e dirette dall’esordiente Vuk Lungulov-Klotz, in una “gemma indipendente architettata con sensibilità“.

Mehiel ha vinto il Sundance al suo primo film girato. Intervistato da Them, ha svelato come sia capitato sul set della pellicola.

Faccio parte di questa fantastica comunità di attori trans e queer, principalmente a Los Angeles e anche un po’ a New York, chiamata ActNOW. È guidata da Rain Valdez, che è una regina assoluta, un’icona. C’è una lista in posta elettronica e c’è stata un’esplosione per questo film, Mutt, stavano cercando un attore. Il personaggio è cileno-serbo, io sono portoricano e greco, un po’ simile. Le riprese erano a Ridgewood e Bushwick, e io ho vissuto a Ridgewood, nel Queens, per sei anni. Era come il mio fottuto quartiere. Dovevo essere in grado di parlare spagnolo e lo spagnolo è la mia prima lingua. Poi l’attore che cercavano doveva aver subito una mastectomia e sei mesi prima di leggere quella e-mail avevo avuto il permesso di sottopormi a un intervento chirurgico. E poi l’ultima cosa: “il personaggio è acuto, ma tenero”, e io ho pensato “Sono io“”.

E infatti la parte è andata a Lio, che ha scritto una mail allo sceneggiatore/regista, provando a convincerlo. “Non mi conosci e non hai motivo di credermi, ma io sono fatto per avere questa parte, per favore dammela. Mi piacerebbe fare un provino ovviamente, ma andrò in capo al mondo per convincerti di questo, per favore. Mi ha mandato la sceneggiatura e sono letteralmente morto. La sceneggiatura è così meravigliosa, poetica, complessa, reale e ben scritta, e non ho mai letto niente del genere in cui gran parte della mia esperienza fosse su una pagina. Quindi ho fatto un video, mi sono fatto il culo in quel video. E lui ha detto: “OK, amo davvero il tuo lavoro, Leo. Smetterò di cercare altre persone e lavorerò con te solo per un po’ per vedere se potrebbe essere la soluzione giusta”. Mi sembrava di essere stato invitato al ballo di fine anno”. “La cosa bella è che siamo partiti da un punto in cui dovevo essere solo me stesso, il che sembra semplice, ma come attore trans non è letteralmente mai così. Stai sempre interpretando un archetipo di te stesso. È quasi come se stessi semplificando eccessivamente chi sei, al punto in cui sei l’assistente trans in ufficio, o sei il migliore amico trans, e la loro identità di genere è la loro unica motivazione. Devi fare in modo che tu, in un certo senso, debba cancellare parte della tua stessa umanità, perché devi ricoprire il ruolo della brava persona trans in un progetto“.

Ad aiutare Lio anche il fatto che Vuk Lungulov-Klotz sia a sua volta un uomo trans*, che ha attinto dalla propria esperienza di vita per dare forma al personaggio principale del film. “La sfida era che non avevo mai recitato in un film prima d’ora“, ha confessato Mehiel. “Ho fatto cortometraggi, ma è tutto così diverso, questa sceneggiatura e Vuk hanno significato molto per me. È stato davvero spaventoso affrontare ogni insicurezza che avevo ogni giorno nel presentarmi e dire: “Lo farò, potrei fallire e se dovessi fallire l’intero film fallirà”. È stata una vera resa dei conti con il mio critico io interiore. Penso che le persone trans, forse più delle loro controparti cis, facciano costantemente auto-editing, tipo “Come sto apparendo in questo spazio in questo momento? Come mi percepiscono?”. Quella sorta di autoconsapevolezza e autocritica sull’overdrive è qualcosa che ha permesso alla nostra comunità di sopravvivere e di muoversi efficacemente attraverso gli spazi. Ma come artista, e come attore in particolare, devi lasciarlo andare“.

E ora che Mutt ha trionfato al Sundance, Lio ne è giustamente orgoglioso.

“Se avessi visto questo film letteralmente cinque anni fa quando stavo girando “Disforia”, o 10 anni fa, quando mi comportavo come se non fossi nemmeno queer, ma lo ero. O 15 anni fa, quando ero segretamente innamorato del mio migliore amico ma non avevo idea di cosa stesse succedendo. In tutti quei momenti della mia vita, se avessi visto un film come questo, il mio percorso di vita sarebbe cambiato in meglio. Quindi il fatto che stiamo ricevendo queste fantastiche recensioni, si spera che significhi solo più occhi sul film e, si spera, più vite salvate”.

Sundance 2023 – PREMIATI

U.S. DRAMATIC COMPETITION

Grand Jury Prize: A.V. Rockwell for “A Thousand and One”
Audience Award: “The Persian Version,” directed by Maryam Keshavarz
Directing: Sing J. Lee for “The Accidental Getaway Driver”
Waldo Salt Screenwriting Award: Maryam Keshavarz for “The Persian Version”
Special Jury Award: Acting: Lio Mehiel for “Mutt”
Special Jury Award: Ensemble: The cast of “Theater Camp,” directed by Molly Gordon and Nick Lieberman.
Special Jury Award: Creative Vision: The creative team of “Magazine Dreams,” directed by Elijah Bynum
Festival Favorite Award: “Radical,” directed by Christopher Zalla

U.S. DOCUMENTARY COMPETITION

Grand Jury Prize: “Going to Mars: The Nikki Giovanni Project,” directed by Joe Brewster and Michèle Stephenson
Audience Award: “Beyond Utopia,” directed by Madeleine Gavin
Directing: Luke Lorentzen for “A Still Small Voice”
Jonathan Oppenheim Editing Award: Daniela I. Quiroz for “Going Varsity in Mariachi”
Special Jury Award: Clarity of Vision: “The Stroll,” directed by Kristen Lovell & Zackary Drucke
Special Jury Award: Freedom of Expression, “Bad Press”

WORLD CINEMA DRAMATIC COMPETITION

Harris Dickinson and Lola Campbell appear in Scrapper by Charlotte Regan
Grand Jury Prize: “Scrapper”
Audience Award: “Shayda,” directed by Noora Niasari
Directing Award: Marija Kavtaradze for “Slow”
Special Jury Award: Cinematography: Lílis Soares for “Mami Wata”
Special Jury Award: Best Performance: Rosa Marchant, “When It Melts”
Special Jury Award: Creative Vision: Sofia Alaoui for “Animalia”

WORLD CINEMA DOCUMENTARY COMPETITION

Grand Jury Prize: “The Eternal Memory”
Audience Award: “20 Days in Mariupol,” directed and produced by Mstyslav Chernov
Special Jury Prize: Directing: “Smoke, Sauna Sisterhood,” Anna Hints
Special Jury Award: Creative Vision: “Fantastic Machine”
Special Jury Award: Vérité: “Against the Tide”

SHORTS

Short Film Grand Jury Prize: “When You Left Me on That Boulevard,” directed by Kayla Abuda Galang
Short Film Jury Award: U.S. Fiction: “Rest Stop,” directed by Crystal Kayiza
Short Film Jury Award: International Fiction: “The Kidnapping of the Bride,” Sophia Mocorrea
Short Film Jury Award: Non-Fiction: “Will You Look at Me,” directed by Shuli Huang.
Short Film Special Jury Award, International: Directing: “AliEN0089,” directed by Valeria Hofmann.
Short Film Special Jury Award, U.S: Directing: “The Vacation,” directed by Jarreau Carrillo

OTHER AWARDS
NEXT Audience Award: “Kokomo City”
NEXT Innovator Award: “Kokomo City”
Alfred P. Sloan Feature Film Prize: “The Pod Generation”

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Bledar Dedja sarebbe stato ucciso dopo aver incontrato un 17enne via Grindr

Perché il 17enne ha ucciso il 39enne Bledar Dedja adescato su Grindr e qual è il movente?

News - Redazione Milano 29.2.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24

Continua a leggere

Un Bastardo e l’Eredità di Pinochet, il doc queer arriva a Roma. Trailer e sinossi - Bastardo. La herencia de un genocida 2 - Gay.it

Un Bastardo e l’Eredità di Pinochet, il doc queer arriva a Roma. Trailer e sinossi

Cinema - Redazione 10.11.23
Lovers Film Festival 2024 a Torino dal 16 al 21 aprile al grido "il Cinema ti muove e ti commuove" - image006 - Gay.it

Lovers Film Festival 2024 a Torino dal 16 al 21 aprile al grido “il Cinema ti muove e ti commuove”

News - Redazione 18.1.24
Settembre 2023, un mese di uscite LGBTQIA+ tra cinema, teatro, serie tv e album - settembre queer - Gay.it

Settembre 2023, un mese di uscite LGBTQIA+ tra cinema, teatro, serie tv e album

Culture - Federico Boni 6.9.23
papa-francesco-persone-trans

Papa Francesco: “Sì al battesimo per i figli di coppie gay e lesbiche. Le persone trans possono essere madrine, padrini e testimoni di nozze”

News - Redazione 8.11.23
I film LGBTQIA+ della settimana 2/8 ottobre tra tv generalista e streaming - film ottobre 2023 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 2/8 ottobre tra tv generalista e streaming

Cinema - Federico Boni 2.10.23
The Woman in Me, guerra di offerte tra studios per tramutare l'autobiografia di Britney Spears in film - The Woman in Me cover e data duscita dellautobiografia di Britney Spears - Gay.it

The Woman in Me, guerra di offerte tra studios per tramutare l’autobiografia di Britney Spears in film

Musica - Redazione 31.10.23
Sundance Film Festival 2024, i film LGBTQIA+ più attesi - Sundance 2024 - Gay.it

Sundance Film Festival 2024, i film LGBTQIA+ più attesi

Cinema - Federico Boni 19.1.24
Passages, tossicità relazionale e fluidità d’amore nella nuova meraviglia di Ira Sachs - Passages - Gay.it

Passages, tossicità relazionale e fluidità d’amore nella nuova meraviglia di Ira Sachs

Cinema - Federico Boni 24.11.23