Transessuale uccide convivente a coltellate

Un uomo di 33 anni è morto questa mattina in seguito alle ferite da arma da taglio causategli nel corso di una lite.

ROMA – Un uomo di 33 anni è morto questa mattina nell’ospedale ‘Figlie di San Camillo’ in seguito alle ferite da arma da taglio causategli nel corso di una lite nella sua abitazione, al Pigneto, dove si trovava insieme con altre persone.

La vittima, Costantino Fauci, con piccoli precedenti penali, è stato portato in ospedale intorno alle 4:30 ed è morto circa tre ore dopo. Fauci è stato colpito più volte all’addome e in altre parti del corpo.

In seguito gli investigatori hanno scoperto il responsabile del delitto: si tratta del convivente di Fauci, un transessuale colombiano di 24 anni, che ha confessato durante l’interrogatorio.

La lite sfociata nell’accoltellamento è stata causata da motivi di interesse e di gelosia. Il transessuale è stato sottoposto a fermo per omicidio volontario e sarà portato nel carcere femminile di Rebibbia.

Lesbiche

Mamma organizza festa a sorpresa per la figlia trans di 6 anni: “Voleva tagliarsi la gola, ora è felice”

La commovente storia vera di Lynn e di sua figlia Avery, a 5 anni appena disperata perché consapevole di essere nata nel corpo sbagliato.

di Federico Boni