Turchia, ‘Omosessualità causa malattia’: le parole dell’imam sostenuto da Erdogan

Mentre le associazioni LGBT criticano le folle dichiarazioni, il presidente appoggia le parole dell’imam.

erdogan
2 min. di lettura

Ali Erbas è la massima carica islamica della Turchia. E’ anche il capo del dipartimento per gli Affari religiosi (Diyanet). Nei giorni scorsi, con la benedizione di Erdogan durante un sermone per l’inizio del Ramadam, l’Imam ha spiegato:

L’islam condanna l’omosessualità perché causa malattie e un decadimento della discendenza. 

Ma non solo, perché ha poi nominato HIV e adulterio, identificandoli come causa proprio degli omosessuali. Naturalmente, un paese omofobo come la Turchia non ha potuto che appoggiare le parole della massima carica spirituale, compreso il presidente Erdogan.

Le parole dell’imam fanno il giro della Turchia

Non è raro sentire dichiarazioni omofobe da esponenti religiosi, in particolare nei Paesi a maggioranza musulmana. Ma le parole di Ali Erbas hanno sollevato un mare di critiche. La dichiarazione ha fatto il giro di tutto il Paese, scatenando polemiche soprattutto nelle zone laiche della Turchia.

Le associazioni LGBT sono furiose accusando l’uomo di discriminazione, mentre l’ordine degli avvocati ha parlato di parole che istigano all’odio.

La posizione del presidente Erdogan

E ad ampliare la bufera ci ha pensato anche il presidente turco Erdogan, addirittura in diretta TV. Erdogan si è pubblicamente schierato dalla parte dell’imam, supportando e appoggiando la sua dichiarazione. Pr farlo, ha approfittato di un discorso che ha fatto alla nazione come aggiornamento sul Coronavirus.

Nel corso della diretta, ha spiegato:

Quel che ha detto il responsabile della Presidenza per gli affari religiosi è assolutamente giusto per chi si ritiene un musulmano. 

Queste poche parole hanno però legittimato a un odio ancora più convinto verso la comunità LGBT, senza dimenticare che le autorità hanno deciso di aprire un’inchiesta verso l’ordine degli avvocati, per aver espresso la loro opinione riguardo la dichiarazione dell’imam.

La polemica si è così spostata sui social media, dove sia l’imam che le associazioni LGBT e dei diritti umani trovano sostenitori, con ben due hashtag. Quello che riconosce i sostenitori LGBT è #LGBTHaklariInsanHaklaridir.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

L'Amante dell'Astronauta, l'amore queer "spudoratamente felice" che abbatte limiti ed etichette - Lamante dellastronauta 05 - Gay.it

L’Amante dell’Astronauta, l’amore queer “spudoratamente felice” che abbatte limiti ed etichette

Cinema - Federico Boni 14.6.24
Prisma 2 Andrea Daniele scena sesso Lorenzo Zurzolo Mattia Carrano 01

Prisma 2, spoiler: la scena di sesso tra Andrea e Daniele non è gay, Bessegato: “Non sono una coppia gay”

Serie Tv - Mandalina Di Biase 11.6.24
Mahmood Ra Ta Ta e marijuana

Mahmood RA TA TA, bimbi senza mamma, una faccia mulatta e la marjuana

Musica - Emanuele Corbo 14.6.24
Tiziano Ferro ospite di Voci Parallele

Giuni Russo “Voci Parallele”: Tiziano Ferro, Irene Grandi e tutti gli ospiti del concerto in ricordo di un’artista immensa

Musica - Emanuele Corbo 12.6.24
Alex Wyse in concerto

Alex Wyse contro i pregiudizi: “Siate liberi di essere ciò che siete. Nessuno può porci confini”

Musica - Emanuele Corbo 13.6.24
I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming - ilm queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming

Corpi - Federico Boni 10.6.24

Hai già letto
queste storie?

Turchia, Erdogan attacca l'Eurovision: “È corruzione sociale, promuove la neutralità di genere e minaccia la famiglia" - Turchia Erdogan attacca lEurovision - Gay.it

Turchia, Erdogan attacca l’Eurovision: “È corruzione sociale, promuove la neutralità di genere e minaccia la famiglia”

News - Redazione 23.5.24
turchia-libri-censura

Turchia, libri su teorie riparative e correlazione tra omosessualità e pedofilia negli scaffali delle biblioteche pubbliche

News - Francesca Di Feo 5.2.24