Tuttə in piazza per difendere il diritto all’aborto: “Giù le mani dalla legge 194”

In tutta Italia valanga di manifestanti si sono oppostə alle normative anti-abortiste del nuovo governo. Insieme ad uno scontro con Laura Boldrini.

ascolta:
0:00
-
0:00
ABORTO MANIFESTAZIONE
ANSA
2 min. di lettura

Questo mercoledì 28 Settembre l’Italia ha tuonato!

In oltre 16 piazze tra Milano, Roma, Bologna, Cagliari, Brescia, Palermo, Catania, Firenze, Verona, Genova, Reggio Calabria, Modena, Napoli, Catania, e Torino, su organizzazione dell’associazione femminista Non Una di Meno, una valanga di persone si sono riunite nelle piazze italiane per salvaguardare il diritto all’aborto: nello specifico, non contaminare la legge 194 che la nuova premier Giorgia Meloni ha dichiarato di voler “estendere”. Una mossa furbamente moderata, nascosta dietro frasi come “dare il diritto alle donne di non abortire” come se non fosse già estremamente complicato il contrario: ben 31 (24 ospedali e 7 consultori) le strutture sanitarie in Italia con il 100% di obiettori di coscienza tra medici, ginecologi, anestesisti, infermieri o OSS, ben 50 quelli con una percentuale superiore al 90% e oltre 80 quelli con un tasso di obiezione superiore all’80%.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Non Una Di Meno (@nonunadimeno)

Un’amara realtà fin troppo chiara che ha fatto riempire ogni piazza di persone – di ogni età, identità o espressione di genere, forma o etnia – per salvaguardare un diritto ottenuto con la lotta, ma che rischiamo di perdere di nuovo dall’oggi al domani: “Non ci fidiamo” urla Marta Autore, di Non Una di Meno Roma “Temiamo che arrivino nuovi ostacoli alle donne che vogliono abortire. Per esempio con una forte presenza dei “pro vita” all’interno degli ospedali, come FdI ha proposto in Liguria appena poche ora fa. Non possiamo permettere che l’aborto sia riservato a chi ha i mezzi economici per spostarsi verso strutture pubbliche lontane o rifugiarsi nelle cliniche private“. L’obiettivo comune non è solo permettere l’aborto, ma farlo in maniera regolare, sicura, e gratuita, senza renderlo un’elite esclusiva per pochi, e dimenticando per strada chiunque è meno privilegiatə.

Tutte le manifestanti concordano che una prima premier donna in Italia non è sufficiente. In primis se le sue idee sono tra le più conservatrici e retrograde degli ultimi anni: “Una leadership femminile non è la stessa cosa di una leadership femminista” commenta un’attivista a Roma, ribadendo come l’essere donne è solo un dato anagrafico se non integrato con dei valori e una politica in grado di ascoltare le minoranze e i diritti di chiunque.

Ma non solo una risposta al conservatorismo dell’estrema destra, ma anche alla retorica di una sinistra incapace di andare oltre il proprio orticello e che non guarda davvero alle esigenze di ogni cittadinə: l’ex presidente della Camera, Laura Boldrini, anche lei presente alla manifestazione di Roma, è stata aspramente contestata da alcune ragazze che Lee hanno ricordato faccia a faccia di come la ministra Lorenzin (responsabile della sanità durante i governi del Pd nella legislatura 2013-2018) abbia reso a pagamento la pillola anticoncezionale: “Ve la state prendendo con la parte sbagliata. Io rappresento dei principi e dei valori” risponde Boldrini, ma la ragazza ribatte per le rime: “Lei non rappresenta nulla, ve ne dovete andare” continuando “Lo sa perché non siamo unite? Perché a lei di chi sta nei quartieri popolari non gliene frega niente”. Boldrini esce di scena, concludendo: “Allora questa legge ve la difenderà Fratelli d’Italia“. Una risposta fin troppo facilona che non ha spaventato le manifestanti, che non ha spaventato le giovani manifestanti, ma al contrario ha ribadito una tenacia che nessuna retorica paternalista può scalfire: “No, ce la difendiamo noi“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: "Solo l'amore conta" - Bari il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme - Gay.it

Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: “Solo l’amore conta”

News - Redazione 24.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24
L'artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché "a scuola diventerebbe gay" (VIDEO) - Bryce Mitchell - Gay.it

L’artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché “a scuola diventerebbe gay” (VIDEO)

Corpi - Redazione 24.5.24

Continua a leggere

FOTO: LUKE GILFORD

Kim Petras risponde ai commenti sessisti e transfobici: “Siete la piaga del pianeta”

Musica - Redazione Milano 26.2.24
egualitario matrimonio gay matrimonio omosessuale

In Italia il 73% delle persone è favorevole al matrimonio egualitario

News - Federico Boni 30.11.23
Paola Cortellesi ospite speciale all'Università Luiss Guido Carlo di Roma (foto: LaRepubblica)

Il discorso di Paola Cortellesi contro gli stereotipi: “Biancaneve faceva da colf ai nani”

Culture - Redazione Milano 11.1.24
bandiera progress pride

Le conquiste internazionali sui diritti LGBTQIA+ del 2023

News - Federico Boni 19.12.23
Roccella e Meloni: "Ci sono le femmine e ci sono i maschi. No teoria gender nelle scuole. GPA disumana" - Giorgia Meloni e Eugenia Roccella - Gay.it

Roccella e Meloni: “Ci sono le femmine e ci sono i maschi. No teoria gender nelle scuole. GPA disumana”

News - Redazione 20.5.24
Giornata della Visibilità Lesbica: perché ricordarla

Giornata della Visibilità Lesbica: perché ricordarla

Culture - Riccardo Conte 26.4.24
Pro Vita, un 2023 segnato dall'ossessione gender. Ripercorriamo 12 mesi di attacchi alla comunità LGBTQIA+ - 22I Figli non si comprano22 i manifesti di Pro Vita contro la GPA invadono le citta dItalia - Gay.it

Pro Vita, un 2023 segnato dall’ossessione gender. Ripercorriamo 12 mesi di attacchi alla comunità LGBTQIA+

News - Federico Boni 6.12.23
libri mascolinita tossica patriarcato

Abbasso il macho: 5 libri per riscrivere la maschilità

Culture - Federico Colombo 29.11.23