Uganda, dopo 50 giorni di torture e violenze i 19 detenuti LGBT sono stati rilasciati

Arrestati in un rifugio per senzatetto LGBT, i 19 ragazzi erano stati frustati e derisi, trattati come untori del Coronavirus.

uganda
2 min. di lettura

I 50 giorni di prigionia e tortura si sono conclusi ieri, quando un tribunale dell’Uganda ha deciso di rilasciare 19 omosessuali. Il pubblico ministero che aveva formalizzato le accuse ha ritirato la denuncia, a seguito della pressione da parte delle associazioni LGBT di mezzo mondo.

Un arresto illegale, senza reali prove o indizi che potessero identificare la custodia cautelare come legittima. Le vittime si trovavano in una sede della fondazione “Children of the Sun“, dove tutti e 19 lavoravano, che accoglie i senzatetto LGBT. Il 29 marzo la Polizia ha fatto irruzione, arrestandoli per “un atto negligente che potrebbe diffondere l’infezione da malattia e disobbedienza a ordini legittimi”. Anche il sindaco, dopo l’arresto, aveva attaccato il gruppo LGBT, definendoli come degli untori.

Una voltati portati in cella, non hanno potuto chiamare un avvocato per difendersi, sono stati interrogati, frustati senza ragione, senza dare altre informazioni, né a loro né ai familiari e associazioni.

In Uganda, la Polizia sfrutta il virus per colpire le minoranze sessuali

Che con questa arresto la Polizia volesse colpire la comunità LGBT era chiaro fin da subito. Infatti, le restrizioni imposte per il Coronavirus vietavano gli assembramenti solo nei luoghi pubblici, ma non era valido per i rifugi. in conclusione, l’arresto era illegale poiché non esisteva alcun tipo di reato.

Durante la prigionia, le poche immagini arrivate dalla prigione mostravano i 19 omosessuali deboli, malati, le condizioni di salute di alcuni erano terribili poiché sieropositivi, e gli aguzzini non si preoccupavano di reperire i medicinali. Oltre a questo, sono state confermate le torture che la Polizia ha compiuto sui detenuti.

Solo odio nei confronti della comunità

Edwin Sesange, direttore della African Equality Foundation, ha denunciato il fatto che l’arresto sia stato solo frutto dell’odio dell’Uganda nei confronti degli LGBT.

Questo caso si basava esclusivamente sull’odio nei confronti della comunità LGBTQ e non sulla ricerca della giustizia e sulla protezione dell’intera comunità. Facciamo appello al governo dell’Uganda per passare da persecuzioni, torture, discriminazioni e azioni penali nei confronti degli ugandesi LGBTQ a offrire libertà, protezione, inclusione, uguaglianza, integrazione e responsabilizzazione. L’Uganda è un paese indipendente, quindi dovrebbe smettere di fare affidamento su leggi coloniali obsolete per perseguitare innocenti.

A confermare le violenze subite, c’è anche un video diffuso da Sky News dove si vedono i giovani colpiti con un bastone e a schiaffi, insultati e portati via legati a una corda.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
10 attori e attrici trans ad hollywood

10 star della comunità trans* che stanno rivoluzionando Hollywood

Cinema - Gio Arcuri 23.5.24
Simona Fatima Cira Aiello

Chi è Simona Aiello donna trans candidata con Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia alle comunali

News - Mandalina Di Biase 28.5.24
Stefano De Martino

Stefano De Martino, da ballerino di Amici a volto di punta della nuova Rai

Culture - Luca Diana 27.5.24
Papa Francesco non vuole più seminaristi gay e avrebbe usato parole offensive verso le persone omosessuali - papa francesco wow - Gay.it

Papa Francesco non vuole più seminaristi gay e avrebbe usato parole offensive verso le persone omosessuali

News - Redazione 27.5.24
Roland Garros 2024 al via, ecco le tenniste dichiaratamente queer in corsa per l'Open di Francia - Roland Garros 2024 al via ecco le tenniste dichiaratamente queer in corsa per lOpen di Francia - Gay.it

Roland Garros 2024 al via, ecco le tenniste dichiaratamente queer in corsa per l’Open di Francia

Corpi - Redazione 27.5.24

Hai già letto
queste storie?

uganda legge anti gay

Attivisti LGBTQIA+ trascinano l’Uganda in tribunale per la legge “Kill the Gays”

News - Redazione 21.12.23
Tim Walberg, bufera sul repubblicano che difende l'omofoba legge dell'Uganda "Kill the Gay" - Tim Walberg - Gay.it

Tim Walberg, bufera sul repubblicano che difende l’omofoba legge dell’Uganda “Kill the Gay”

News - Redazione 29.12.23
ghana-legge-anti-lgbt-ghana

Ghana, legge anti-gay, parla un attivista LGBTI: “La comunità viene già perseguitata, ma abbiamo una speranza”

News - Francesca Di Feo 12.3.24
cover-meloni-africa

Vertice Italia-Africa e Piano Mattei: il Governo Meloni stringe accordi con 23 paesi che criminalizzano l’omosessualità

News - Francesca Di Feo 29.1.24
nigeria-kito-app-dating

Nigeria, l’orrenda pratica del “kito”: bande omofobe attirano uomini gay sulle app di dating per “punirli” e ricattarli

News - Francesca Di Feo 3.5.24
ghana-disegno-di-legge-anti-lgbt-approvazione-marzo

Ghana, lo spietato disegno di legge anti-LGBTQIA+ verso l’approvazione a marzo

News - Francesca Di Feo 23.2.24
Deputata ugandese chiede la castrazione per i gay, gli USA le negano il visto per recarsi all'ONU - Sarah Achieng Opendi - Gay.it

Deputata ugandese chiede la castrazione per i gay, gli USA le negano il visto per recarsi all’ONU

News - Redazione 7.3.24
uganda-aggressione-attivista

Uganda, attivista per i diritti LGBTQIA+ accoltellato in pieno giorno nei pressi della sua abitazione

News - Francesca Di Feo 4.1.24