13enne suicida dopo aver subito omofobia a scuola

La famiglia di Lucas vuole denunciare l'istituto per non aver fatto niente, dopo più e più segnalazioni e richieste d'intervento.

ascolta:
0:00
-
0:00
13enne suicida dopo aver subito omofobia a scuola - 13enne suicida dopo aver subito omofobia a scuola 1 - Gay.it
2 min. di lettura

In Francia un adolescente di 13 anni di nome Lucas si è suicidato sabato scorso, dopo aver dovuto affrontare il bullismo anti-LGBTQ+ a scuola. Le persone vicine alla sua famiglia hanno riferito che la scuola avrebbe fatto poco per fermare il bullismo omofobo, più e più volte denunciato da Lucas e sua madre.

Lucas era uno studente della scuola media Louis Armand de Golbey, nel dipartimento dei Vosgi, ed era un membro attivo della comunità LGBTQ+, come riportato dalla rivista francese Têtu e come da lui più volte rivelato sul proprio account TikTok.

Era costantemente molestato per come si vestiva, per i suoi modi, la sua presenza“, ha detto Stéphanie, un’amica di famiglia. “Non si è nascosto e questo ha infastidito alcune persone.”

Lucas era “sempre gentile, premuroso, spontaneo, pieno di sogni nei confronti della vita“. Valérie Dautresme, direttrice dei servizi accademici per il sistema educativo nazionale nel dipartimento dei Vosgi, ha annunciato che è stato messo a disposizione un aiuto psicologico per studenti e insegnanti della scuola media, nel caso in cui ne avessero bisogno.

Dautresme ha precisato che Lucas e sua madre avevano denunciato gli insulti omofobi dallo scorso settembre, durante una riunione genitori-insegnanti. “Per noi a questo punto, la situazione era stata risolta”. “Lucas ha detto che le cose stavano andando bene e che non veniva più insultato a scuola”. Elementi necessariamente incompleti che sono oggetto di una “istruttoria in corso“.

Stéphanie, amica di famiglia, ha contraddetto l’affermazione di Dautresme secondo cui la questione era stata “risolta“, affermando che Lucas si sarebbe lamentato “ancora e ancora e ancora. Sua madre ha chiesto aiuto diverse volte. La scuola, dove trascorreva tre quarti del suo tempo, non ha reagito“.

La famiglia del 13enne presenterà una denuncia formale. L’avvocato della famiglia, Catherine Faivre, ha dichiarato: “C’è un’intera catena di persone con evidenti responsabilità che possono essere indagate, se saranno evidenziati gli elementi di un’infrazione”.

La scuola media Louis Armand de Golbey ha preso parte a un programma nazionale per combattere il bullismo nelle scuole sotto la direzione del ministro dell’Istruzione nazionale e della gioventù francese Jean-Michel Blanquer. Pertanto, il personale era stato formato per identificare situazioni di abusi, con un protocollo ad hoc da attuare quando si presenta un caso di discriminazione. Poco più di un anno fa, nell’ottobre del 2021, un altro suicidio sconvolse la Francia, ovvero la morte della 14enne Dinah causa molestie scolastiche lesbofobiche.

È stata aperta una raccolta fondi online per aiutare la famiglia di Lucas, che ha fruttato ad oggi 7554 €. Il funerale del 13enne è previsto per domani, sabato 14 gennaio. È in programma anche una veglia in suo ricordo, ma la data non è stata ancora annunciata.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy - ecnv mommy - Gay.it

10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy

Cinema - Federico Boni 24.5.24
Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
BigMama date estive

BigMama parte per il “Pride Tour”: tutte le date per un’estate nel segno dell’orgoglio

Musica - Emanuele Corbo 24.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24

Continua a leggere

Omofobia, condannato a 6 mesi Salvatore Sparavigna. Insultò Antonello Sannino, Presidente Arcigay Napoli - Salvatore Sparavigna - Gay.it

Omofobia, condannato a 6 mesi Salvatore Sparavigna. Insultò Antonello Sannino, Presidente Arcigay Napoli

News - Redazione 29.3.24
Roberto Vannacci Paola Egonu Matteo Salvini

Vannacci sospeso dall’Esercito Italiano, Egonu lo querela, Salvini lo difende

News - Giuliano Federico 28.2.24
Alghero_Omofobia_condanna

Alghero, frasi omofobiche ignobili e persecuzioni a coppia gay: condannato a un anno e a pagare 20.000 euro

News - Francesca Di Feo 25.3.24
omofobia interiorizzata, stigma invisibile

Torino, condannati a 2 anni e a 16 mesi i genitori che minacciarono il figlio perché gay

News - Redazione 24.1.24
Numero Verde 800713713 Gay Help Line - 18 anni, 350.000 chiamate, il 51% da giovani -

Gay Help Line, 18 anni di supporto telefonico LGBTIAQ+ : 51% delle richieste arrivano da giovani – VIDEO

News - Gay.it 18.3.24
Bastonate, fumogeni, scritte e insulti omofobi. Il branco all'assalto della sede Gay Center di Roma. VIDEO - Gay Center - Gay.it

Bastonate, fumogeni, scritte e insulti omofobi. Il branco all’assalto della sede Gay Center di Roma. VIDEO

News - Redazione 1.2.24
Sospesa Messico-USA per cori omofobi. E Chilavert attacca Vinicius in lacrime: "Il calcio non è da fr*ci" - Matt Turner e Vinicius - Gay.it

Sospesa Messico-USA per cori omofobi. E Chilavert attacca Vinicius in lacrime: “Il calcio non è da fr*ci”

News - Redazione 27.3.24
Milano, affitto negato perché gay: "La proprietaria preferisce una persona "tradizionale"" (VIDEO) - Andrea Papazzoni - Gay.it

Milano, affitto negato perché gay: “La proprietaria preferisce una persona “tradizionale”” (VIDEO)

News - Redazione 16.2.24