La campagna della Commissione Europea contro la discriminazione LGBT

Il 60% dei cittadini UE pensano che le persone LGBT siano vittime di discriminazioni.

commissione europea gay pride
2 min. di lettura

Da alcuni mesi la Commissione Europea è attiva per aiutare le persone LGBT+ vittime di discriminazioni.

Con l’hashtag #EU4LGBTI la Commissione ha avviato una campagna a favore delle persone LGBT+, che come è possibile vedere quasi ogni giorno sono vittime di discriminazioni o aggressioni fisiche e verbali. L’ultimo fatto è avvenuto a Venezia, proprio ieri. Per l’occasione, sono stati presentati diversi video testimonianze, tra cui uno dove viene raccontato il coming out di una ragazza bisessuale, il rapporto con la famiglia e con i colleghi di lavoro di un ragazzo italiano e il cambiamento e gli atti di bullismo di una persona transgender.

I dati rilevati dall’Eurobarometro nel 2015 mostrano che il 60% dei cittadini UE pensa che le persone appartenenti alla comunità LGBT siano vittime di discriminazione, rivolte al loro orientamento sessuale e all’identità di genere. Riguardo ai diritti, il 71% degli stessi cittadini pensa che le persone LGBT+ dovrebbero avere gli stessi degli etero, e il 47% dei cittadini omosessuali ammettono di aver sperimentato episodi di discriminazione, secondo quanto riportato da uno studio eseguito dall‘Agenzia europea per i diritti fondamentali. Sono molte le persone LGBT+ che preferiscono non esternare segni di affetto in certi luoghi, come piazze o mezzi di trasporto pubblici, proprio per evitare di essere molestati.

Roberto e Andrea: padre e figlio nella stessa azienda

Tra i video presentati dal sito istituzionale della Commissione Europea, un punto importante lo riporta quello di Andrea, ragazzo omosessuale, che lavora nell’azienda del padre, Roberto. Andrea è stato fortunato: dopo lo stupore iniziale, la famiglia intera lo ha accettato, in certi casi anche migliorando il rapporto. A lavoro, invece la situazione è stata diversa. Per sei anni, Andrea non ha mai rivelato la sua omosessualità, perché voleva essere visto solo come un bravo dipendente. Ma soffriva. E soffriva anche il padre, a conoscenza dell’orientamento del figlio, capiva che non stava bene.


Dopo il coming out pubblico attraverso il suo profilo Facebook, ha potuto scoprire che il rapporto con i propri colleghi non è cambiato. Con l’aiuto di un’associazione chiamata Parks, hanno invece avviato un programma di formazione, per far conoscere a tutti i dipendenti il mondo LGBT+, discriminazioni incluse.

Sasi e Oliver

Sasi è invece una ragazza slovacca, che a 14 anni ha fatto coming out dichiarandosi lesbica. Col passare degli anni e dopo alcune storie anche durature con delle ragazze, Sasi inizia a provare attrazione anche per i maschi. Fa così un secondo coming out e si presenta come bisex.

Sasi e Oliver, ora, stanno insieme da qualche anno. Lei non può non notare le differenze che ci sono quando passeggiano per strada, scambiandosi un bacio o tenendosi per mano. Se con la sua ex ragazza destavano sempre una certa attenzione nei confronti degli altri passanti, con Oliver vengono totalmente ignorati.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Elezioni europee: "Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto", la campagna di Arcigay

Elezioni europee: “Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto”, la campagna di Arcigay

News - Gay.it 28.5.24
Simona Fatima Cira Aiello

Chi è Simona Aiello donna trans candidata con Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia alle comunali

News - Mandalina Di Biase 28.5.24
Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO) - Omar Ayuso e Itzan Escamilla foto cover - Gay.it

Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO)

Culture - Redazione 27.5.24
Un terzo del mondo criminalizza ancora oggi gli atti consensuali tra persone dello stesso sesso - carcere amnistia - Gay.it

Un terzo del mondo criminalizza ancora oggi gli atti consensuali tra persone dello stesso sesso

News - Redazione 29.5.24
meloni orban

L’ascesa delle ultradestre e dei movimenti anti-LGBTQIA+ spiegata in 5 punti fondamentali

News - Francesca Di Feo 29.5.24
pride di modena, terni e alessandria

Come sono andati i Pride di Alessandria, Terni e Modena il 25 maggio – GALLERY

News - Gio Arcuri 28.5.24

Leggere fa bene

uganda uomo arrestato

Uganda, la Corte Costituzionale conferma la terribile legge omobitransfobica

News - Redazione 4.4.24
Salerno, aggressione omofoba al grido "ricchi*ne, uomo di merd*, clandestino di merd*” - Omofobia 10 - Gay.it

Salerno, aggressione omofoba al grido “ricchi*ne, uomo di merd*, clandestino di merd*”

News - Redazione 3.5.24
la-normalita-dell-amore

Il mio libro di risposta a Vannacci: “La normalità dell’amore”, così un ragazzo replica alle retoriche d’odio del generale

Culture - Francesca Di Feo 1.2.24
Islam LGBTIAQ musulmani Politecnico Milano

Seminari e incontri islamici anti-LGBTQIA+: bufera sul Politecnico di Milano, ecco cosa è successo

Culture - Francesca Di Feo 11.4.24
Odio LGBTIAQ social network

L’odio social verso la comunità LGBTQIA+ ha conseguenze nella vita reale, ma Meta, X e TikTok non fanno abbastanza per arginarlo

News - Francesca Di Feo 25.1.24
Vannacci: "L'omofobia è una malattia psichiatrica e io le visite mediche le ho passate sempre tutte" - Vannacci - Gay.it

Vannacci: “L’omofobia è una malattia psichiatrica e io le visite mediche le ho passate sempre tutte”

News - Redazione 23.5.24
uganda-carceri-torture-detenut-lgbtqia

Uganda, torture aberranti verso lǝ detenutǝ LGBTQIA+: sanzioni dagli USA

News - Francesca Di Feo 11.12.23
africa lgbt

Storia di un mondo al contrario, così i diritti LGBTIQ+ spaccano il mondo

News - Giuliano Federico 6.12.23