DDL Zan, bocciata la proposta FDI di calendarizzarlo prima delle amministrative: “Un tranello per affossarlo”

E se da Italia Viva insistono a chiedere modifiche, Matteo Salvini è tornato a cavalcare il benaltrismo: "Le priorità sono altre".

giorgia meloni
Caivano, Giorgia Meloni minimizza e parla di problema culturale.
2 min. di lettura

Fratelli d’Italia, che da oltre un anno diffonde fake news ad ampio raggio nei confronti del DDL Zan, ha chiesto ufficialmente la calendarizzazione della legge contro l’omotransfobia, la misoginia e l’abilismo entro le amministrative di ottobre. Luca Ciriani, senatore di Giorgia Meloni, si è domandato come mai non occuparsi del DDL Zan “prima delle elezioni, se era urgentissimo un mese fa, discutiamo“. Detto da chi cerca da sempre di affossare il DDL, provando a battere qualsiasi strada esistente, risulta a dir poco comico. E infatti la maggioranza non è cascata nel tranello, avendo bocciato la proposta di Fratelli d’Italia. “Siamo chiari: Fratelli d’Italia, che ieri in Europa ha votato contro l’estensione dei diritti lgbt, vuole inserire il ddl Zan nel calendario di questa settimana per tentare di affossarlo“, ha cinguettato il deputato Pd Alessandro Zan, retwittato dal segretario Enrico Letta. “Già dopo pochi giorni ci sarebbe uno stop per le amministrative. In ottobre lo approveremo“.

Persino la Lega si è detta contraria, per bocca di Romeo: “Voteremo contro questa proposta di calendario. Teniamo conto che ci sono decreti green pass, processo civile e penale. Spazi per fare altre misure non ce ne sono”. Anche Davide Faraone, senatore di Italia Viva che solo poche settimane fa accusava il Pd di aver dimenticato il DDL Zan, ha precisato che la legge non potrà tornare al Senato prima delle amministrative. “Tutto questo è strumentalità. Lo è per chi vuole approvare il ddl Zan così com’è e lo è chi diceva che questo argomento non andava trattato”. Faraone, nel dubbio, ha ribadito che “questo provvedimento bisogna modificarlo e approvarlo con ampia maggioranza”, tendendo nuovamente la mano alla Lega di Salvini.

Ma Salvini, che è pur sempre in piena campagna elettorale, è tornato sul carro del benaltrismo spinto. Dopo aver provato ad indossare la maschera del senatore disposto ad approvare “in 5 minuti” la sua legge contro l’omotransfobia (svuotata nei contenuti e priva di senso), negli ultimi giorni ha magicamente ritrovato la strada delle “priorità”, accusando Enrico Letta di voler approvare sia il DDL Zan che lo Ius Soli. “Evidentemente viviamo su due mondi diversi”, ha scritto il leghista sui social. “Per noi le priorità sono altre: scuola, salute e rateizzazione e rottamazione delle cartelle esattoriali”. Parole che qualcuno dovrebbe spedire a Matteo Renzi, per ricordargli con chi ha deciso di stravolgere una legge di pura e semplice civiltà, dal suo partito tra le altre cose già votata alla Camera.

Il DDL Zan tornerà al senato dopo i ballottaggi delle elezioni amministrative, perché attualmente Palazzo Madama è congestionata dai decreti, che scadono e hanno priorità su tutto. Tra metà ottobre e dicembre dovrà necessariamente essere approvato. Possibilmente senza alcun tipo di modifica. In caso contrario dovrà ricominciare l’iter alla Camera.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Matteo Salvini (@matteosalviniofficial)

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Roberto Vannacci

Roberto Vannacci avrebbe truffato lo Stato secondo l’indagine della procura militare

News - Giuliano Federico 24.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24
Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out - Lux Pascal e Pedro - Gay.it

Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out

News - Redazione 23.2.24

Hai già letto
queste storie?

Milano, il Comune riconosce la carriera alias ai suoi dipendenti - Carriera Alias - Gay.it

Milano, il Comune riconosce la carriera alias ai suoi dipendenti

News - Redazione 27.12.23
liz truss diritti lgbtq rights

Regno Unito, l’ex premier Liz Truss vuole vietare la transizione di genere ai minori di 18 anni

News - Redazione 4.12.23
Xavier Espot Zamora, il premier di Andorra fa coming out: “Se può servire, sono felice di farlo” - Xavier Espot Zamora - Gay.it

Xavier Espot Zamora, il premier di Andorra fa coming out: “Se può servire, sono felice di farlo”

News - Redazione 13.9.23
Buone notizie Italia 2022 Gay.it

Corte di Appello di Brescia: i figli hanno il diritto a vedere riconosciuti entrambi i genitori

News - Redazione 9.2.24
Lombardia, Fratelli d'Italia contro la carriera alias presenta una "mozione transfobica senza precedenti" - carriera alias - Gay.it

Lombardia, Fratelli d’Italia contro la carriera alias presenta una “mozione transfobica senza precedenti”

News - Redazione 6.9.23
Bersani su Vannacci: "Se diamo dell’anormale a un gay, possiamo dare del cogli*ne a un generale?”. Il video è virale - bersani - Gay.it

Bersani su Vannacci: “Se diamo dell’anormale a un gay, possiamo dare del cogli*ne a un generale?”. Il video è virale

News - Redazione 4.9.23
Sardegna Partito Gay

Il Partito Gay Lgbt+ appoggia Alessandra Todde alle regionali in Sardegna

News - Lorenzo Ottanelli 23.1.24
Tim Walberg, bufera sul repubblicano che difende l'omofoba legge dell'Uganda "Kill the Gay" - Tim Walberg - Gay.it

Tim Walberg, bufera sul repubblicano che difende l’omofoba legge dell’Uganda “Kill the Gay”

News - Redazione 29.12.23