Europee, Ungheria: batosta peggiore di sempre per Orbán, cresce Tisza, partito che vuole ricostruire i rapporti con l’UE

L'Ungheria come la Polonia si incammina verso un recupero del suo ruolo nell'Unione Europea?

ascolta:
0:00
-
0:00
Ungheria Orban Péter Magyar Tisza
Ungheria Orban Péter Magyar Tisza
2 min. di lettura

La lunga egemonia di Viktor Orbán in Ungheria sembra essere in bilico. Nelle recenti elezioni per il Parlamento Europeo, il partito Fidesz ha ottenuto il suo peggior risultato di sempre, aprendo la strada a un nuovo, vigoroso sfidante determinato a sconvolgere lo status quo.

Péter Magyar, ex membro di spicco del Fidesz oggi suo avversario, e il suo partito Tisza hanno infatti conquistato il 29,7% dei voti, guadagnando 7 seggi nel parlamento europeo.

Nonostante Fidesz, sostenuto dai suoi alleati minori, abbia ottenuto il 44,6% e 11 seggi (contro i 13 del 2019), il risultato è stato nettamente inferiore alle aspettative dei sondaggi. Negli ultimi vent’anni, il partito era sceso sotto il 50% solo una volta, nel 2004.

Lo scorso settembre la premier di estrema destra italiana Giorgia Meloni aveva difeso e sostenuto la linea dio-patria-famiglia di Orban a un congresso del suo partito Fidesz.

Péter Magyar e il partito Tisza sfidano Orbán

Ex funzionario del partito di Orbán ed ex marito dell’ex ministra della Giustizia ungherese Judit Varga, Magyar ha catalizzato l’attenzione dell’elettorato “incerto” denunciando la corruzione e la deriva autoritaria del governo Orbán.

Tisza – con posizioni europeiste di centro – punta a ripristinare l’ordine costituzionale, aderendo alla Procura europea per garantire una gestione trasparente dei fondi UE, attualmente bloccati per violazioni dello stato di diritto – ne sono esempio le pesanti leggi omobitransfobiche.

Il partito – che presenta, seppur timidamente, posizioni pro-LGBTQIA+ – intende anche abolire il cosiddetto ministero della “propaganda”, responsabile della disinformazione, e liberare la televisione pubblica dal suo controllo.

Questa è la Waterloo della macchina di potere di Orbán, l’inizio della fine“, ha dichiarato Magyar dopo lo spoglio.

Tisza, di recente formazione, può essere paragonato a un Movimento 5 Stelle ungherese, una “terza forza politica” con l’obiettivo di smantellare il sistema di coalizioni di destra che il Fidesz ha usato per mantenere il controllo elettorale. Rifiutando alleanze con altre opposizioni, ritenute complici del sistema attuale, ha fatto della lotta alla corruzione il proprio cavallo di battaglia.

Tra i punti cardine del programma vi è il limite di due mandati per ogni carica eletta, una politica ispirata dagli oltre 20 anni di governo del Fidesz. Péter Magyar critica la crisi morale, politica ed economica che affligge l’Ungheria, sottolineando come il partito di governo alimenti le divisioni sociali scagliandosi contro le minoranze per mascherare una pervasiva cleptocrazia.

L’Ungheria in rinascita come la Polonia?

Magyar si è detto soddisfatto del risultato elettorale, visto come un atteso cambio di rotta. Orbán, invece, sembra sottostimare il risultato di Tisza. “Oggi si sono svolte due elezioni e le abbiamo vinte entrambe”, ha dichiarato il primo ministro durante un comizio post-elettorale a Budapest, riferendosi anche alle elezioni locali ungheresi che si sono tenute lo stesso giorno. “Abbiamo conseguito vittorie determinanti in una battaglia difficile“.

Tuttavia, il paragone dell’Ungheria con la Polonia appare inevitabile. Dopo anni di governo ultraconservatore, illiberale e anti-LGBTQIA+, la Polonia nel 2023 ha scelto di abbandonare la destra omobitransfobica di Diritto e Giustizia per dare fiducia al fronte europeista di Piattaforma Civica.

Anche in quel caso, la caduta dell’estrema destra polacca è stata determinata dalle sue posizioni sui diritti civili e dalla pervasiva corruzione, cause di una sostanziale perdita di fondi europei e di una situazione economica disastrosa.

Il risultato elettorale in Ungheria – seppur non determinante – potrebbe segnare un punto di svolta nella politica nazionale. Una cosa è certa: l’avanzata di Tisza riflette un desiderio crescente di cambiamento e riforma. Ma come si muoverà Orbán per mantenere la sua posizione?

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Bridgerton 3 conferma la prima storia d'amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER) - BRIDGERTON 305 Unit 03509R - Gay.it

Bridgerton 3 conferma la prima storia d’amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER)

Serie Tv - Redazione 14.6.24
Alex Wyse in concerto

Alex Wyse contro i pregiudizi: “Siate liberi di essere ciò che siete. Nessuno può porci confini”

Musica - Emanuele Corbo 13.6.24
Mahmood Ra Ta Ta e marijuana

Mahmood RA TA TA, bimbi senza mamma, una faccia mulatta e la marjuana

Musica - Emanuele Corbo 14.6.24
L'Amante dell'Astronauta, l'amore queer "spudoratamente felice" che abbatte limiti ed etichette - Lamante dellastronauta 05 - Gay.it

L’Amante dell’Astronauta, l’amore queer “spudoratamente felice” che abbatte limiti ed etichette

Cinema - Federico Boni 14.6.24
Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans - Lia Thomas - Gay.it

Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans

Corpi - Redazione 14.6.24
Prisma 2 Andrea Daniele scena sesso Lorenzo Zurzolo Mattia Carrano 01

Prisma 2, spoiler: la scena di sesso tra Andrea e Daniele non è gay, Bessegato: “Non sono una coppia gay”

Serie Tv - Mandalina Di Biase 11.6.24

Hai già letto
queste storie?

Elezioni Europee LGBTI ComeOut4EU Ilga_

L’ombra dell’estrema destra sull’Europa, quali candidati supportano la comunità LGBTI alle prossime elezioni?

News - Giuliano Federico 13.3.24
Marilena Grassadonia Intervista Elezioni Europee 2024 Verdi e Sinistra Italiana

Elezioni Europee 2024 e comunità LGBTI+: cosa dice il programma di Alleanza Verdi Sinistra

News - Gay.it 3.6.24
Nemo replica a Vannacci: “Come può una gonna, un pezzo di stoffa, nauseare qualcuno?" - Nemo - Gay.it

Nemo replica a Vannacci: “Come può una gonna, un pezzo di stoffa, nauseare qualcuno?”

Musica - Redazione 4.6.24
Penny Wong, la ministra degli esteri d'Australia ha sposato l'amata Sophie Allouache - Penny Wong la ministra degli esteri dAustralia ha sposato lamata Sophie Allouache - Gay.it

Penny Wong, la ministra degli esteri d’Australia ha sposato l’amata Sophie Allouache

News - Redazione 18.3.24
Roma Pride Croisette 2024, venerdì 7 maggio dibattito sull’Europa dei Diritti: "Dalle europee all’Europride" - Pride Croisette 2024 Roma Pride - Gay.it

Roma Pride Croisette 2024, venerdì 7 maggio dibattito sull’Europa dei Diritti: “Dalle europee all’Europride”

News - Redazione 6.6.24
Milano, il consigliere comunale Michele Albiani denuncia per stalking attivista LGBT: "3 anni di inferno" - Michele Albiani - Gay.it

Milano, il consigliere comunale Michele Albiani denuncia per stalking attivista LGBT: “3 anni di inferno”

News - Redazione 21.3.24
Roberto Menia di Fratelli d'Italia in Senato irride Macron: "Femmineo con pruriti muscolari" (VIDEO) - Roberto Menia di Fratelli dItalia in Senato irride Macron - Gay.it

Roberto Menia di Fratelli d’Italia in Senato irride Macron: “Femmineo con pruriti muscolari” (VIDEO)

News - Redazione 20.3.24
meloni orban

Italia al 25° posto su 27 in Europa sui diritti. Peggio di noi solo Ungheria e Polonia. Il report sui singoli voti all’Europarlamento

News - Federico Boni 15.4.24