Faye Dunaway citata in giudizio per insulti a sfondo omofobo

La vincitrice Premio Oscar Faye Dunaway è stata citata in giudizio dal suo assistente a Broadway per discriminazione e per aver creato un ambiente "ostile" e "pericoloso".

Faye Dunaway oggi e ieri
2 min. di lettura

L’attrice Premio Oscar Faye Dunaway (1977, per il “Quinto Potere”) è stata licenziata dalla produzione di Broadway per la quale lavorava per discriminazione e per aver creato un ambiente di lavoro “ostile” e “pericoloso”.

L’attrice stava lavorando a ‘Tea at Five‘, one-woman show su Katharine Hepburn, l’unica ad aver vinto 4 Premi Oscar, considerata l’attrice statunitense più grande di tutti i tempi.

Faye Dunaway è stata accusata dal suo (ex) assistente, che ha dichiarato di esser stato bullizzato e spaventato da lei.

‘Tea at Five’ lo show di Broadway su Katharine Hepburn, la più grande attrice USA

'Tea at Five' show di Broadway su Katharine Hepburn

Michael Rocha, ex assistente gay di Faye Dunaway, ha citato in giudizio l’attrice affermando che lo ha rimproverato per tutta la durata del loro rapporto di lavoro, commentando continuamente sulla sua sessualità.

Rocha, che si occupava di gestire il lavoro dell’attrice sul set di ‘Tea at Five‘, le organizzava i viaggi e le ricordava di prendere le sue medicine, ha riferito che “Le molestie sono iniziate sin da subito”.

A poche settimane dall’inizio del lavoro, Rocha mandò un messaggio al consigliere generale dello show per presentare una denuncia rivolta alla Dunaway, che aveva definito lui ed altri della produzione come “piccoli omosessuali“.

I dettagli dell’accusa dell’assistente gay di Faye Dunaway

Faye Dunaway

A sostegno delle accuse, Rocha registrò la Dunaway mentre lo definiva “piccolo ragazzino omosessuale” solo perché lui cercava di convincerla a provare delle scene. Nel messaggio al consigliere generale della produzione, Rocha aveva scritto:

“Come ti ho detto, pensa che io sia il suo servitore 24 ore su 24, 7 giorni su 7, e si è infuriata con me perché non ero lì ieri pomeriggio o stamattina a lavarle i piatti. Ho lavorato per lei 14 giorni di fila e sto ancora facendo del mio meglio per farla arrivare in tempo alle prove.”

Alla fine di luglio, i produttori di ‘Tea at Five‘ hanno licenziato definitivamente Faye Dunaway perché ha schiaffeggiato e lanciato oggetti ai membri della produzione che stavano cercando di farle indossare una parrucca.

L’avvocato della Dunaway non ha ancora rilasciato nessuna dichiarazione al riguardo.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

queer palm, festival di cannes, i vincitori

Festival di Cannes. Tutti i film vincitori della Queer Palm dal 2010 ad oggi

Cinema - Gio Arcuri 17.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: "La risposta è l'educazione alle diversità" - INTERVISTA - riccardo vannetti - Gay.it

Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: “La risposta è l’educazione alle diversità” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 17.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24

Leggere fa bene

Settimo torinese, insulti omofobi sui manifesti del candidato Pd Antonio Augelli: "Fr*cio" - Settimo insulti omofobi manifesti elettorali Antonio Augelli - Gay.it

Settimo torinese, insulti omofobi sui manifesti del candidato Pd Antonio Augelli: “Fr*cio”

News - Redazione 15.5.24
uganda uomo arrestato

Picco di arresti e procedimenti giudiziari contro le persone LGBTQIA+ nel 2023

News - Federico Boni 1.12.23
100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore - roberto vannacci - Gay.it

100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore

News - Redazione 7.12.23
Josh Cavallo replica agli omofobi che continuano a minacciarlo di morte - Josh Cavallo - Gay.it

Josh Cavallo replica agli omofobi che continuano a minacciarlo di morte

Corpi - Redazione 20.12.23
Marius Madalin Musat e Jonathan Bazzi

Jonathan Bazzi “Cos’ha Milano di inclusivo e anticlassista?”, aggredito in Porta Venezia con il suo compagno Marius Madalin Musat

News - Redazione Milano 4.1.24
uganda-smug-perde-ricorso-tribunale

Uganda, l’NGO LGBTQIA+ SMUG perde il ricorso in tribunale: operazioni illegali secondo l’Anti Homosexuality Act

News - Francesca Di Feo 25.3.24
russia-putin-comunita-lgbt-bambini

Russia, Putin sulla comunità LGBTQIA+: “Giù le mani dai bambini”

News - Redazione Milano 23.2.24
Odio LGBTIAQ social network

L’odio social verso la comunità LGBTQIA+ ha conseguenze nella vita reale, ma Meta, X e TikTok non fanno abbastanza per arginarlo

News - Francesca Di Feo 25.1.24