Firenze, lezioni su stereotipi e discriminazioni in classe: genitori e assessora appoggiano la maestra

Da un laboratorio contro discriminazioni e stereotipi di genere è nato un caso politico: ma tutti sostengono la maestra.

discriminazioni
La Nardini contro gli attacchi alla maestra.
2 min. di lettura

Era scoppiato un polverone dopo l’articolo de La Nazione, il quotidiano che aveva diffuso una fake news accusando ingiustamente una maestra elementare, la quale voleva proporre un laboratorio per discutere di stereotipi di genere e discriminazioni. Il quotidiano parlava addirittura di una rivolta dei genitori, che in realtà non c’è mai stata.

Ci riferiamo a quanto avvenuto la settimana scorsa. La maestra era stata minacciata e insultata via social, dopo l’articolo del giornale. Ma quesa serie di lezioni, prima di essere avviate, dovevano essere approvate dai genitori dei bambini. E nell’ultimo incontro tutti avevano dato parere positivo. Tranne una mamma e un papà, che dopo alcuni giorni hanno annunciato la loro contrarietà.

Il tutto sarebbe finito qui, se La Nazione non avesse scritto un articolo critico, facendo scoppiare un caso.

Dal Comune al Parlamento

Dal consiglio di classe della scuola elementare Marconi di Firenze, il caso finirà in Parlamento. Innanzitutto, era stata la preside Vera Brancatelli a commentare quanto successo, poco dopo l’articolo del quotidiano sullo studio degli stereotipi e discriminazioni.

È stato tutto ingigantito. In realtà questa rivolta delle famiglie non c’è mai stata. Si trattava della protesta di una singola mamma e del marito, e non certo di un coro di lamentele.

Immediata, poi, era stata la risposta di Sara Funaro, assessora all’Educazione di Palazzo Vecchio:

Trovo questi comportamenti inaccettabili e vergognosi. È preoccupante che un’insegnante che fa il proprio lavoro venga aggredita in questo modo. È doveroso contrastare ogni tipo di discriminazione, bullismo omofobico compreso. Questi temi vanno affrontati, calibrati sulle diverse fasce d’età e con la dovuta attenzione al linguaggio.

In seguito, il caso è arrivato in regione, con Alessandra Nardini, assessora a scuola, formazione e politiche di genere:

È una vicenda che dimostra quanto sia difficile superare gli stereotipi e quanto il lavorare per questo susciti ancora paura e pregiudizi. Credo invece che sia assolutamente necessario continuare e potenziare l’impegno culturale in tale direzione, un impegno che parta proprio dalle giovani generazioni affinché possano essere educate e possano impegnarsi a realizzare una effettiva parità tra donna e uomini, la cui mancanza si traduce in disuguaglianze, discriminazioni, se non addirittura violenze.

Per questo voglio esprimere la mia vicinanza e il mio sostegno all’insegnate della scuola elementare Marconi, bersaglio di offese inaccettabili, alla preside dell’istituto e all’assessora all’educazione del comune Sara Funaro. 

L’elemento che trovo più confortante è che la netta maggioranza delle famiglie sia esplicitamente schierata dalla parte dell’insegnate.

Famiglie Arcobaleno Toscana: mai smettere di promuovere rispetto contro le discriminazioni

L’associazione Famiglie Arcobaleno ha riportato le parole dell’assessora Nardini, confermando il sostegno contro le discriminazioni:

Condividiamo le parole di  Alessandra Nardini, che ribadiscono l’intenzione delle istituzioni della Toscana nel portare avanti e potenziare l’impegno per una scuola inclusiva: luogo di rispetto e uguaglianza.

Le minacce e i pregiudizi di pochi non possono minare un’impostazione ben radicata nel dna politico e nel sentire della comunità della nostra regione.

Il lavoro da fare è ancora tanto e come Associazione Famiglie Arcobaleno non smetteremo mai di promuovere e diffondere una cultura di rispetto delle differenze contro ogni tipo di discriminazione e contro ogni stereotipo.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Justin Bieber Jaden Smith

Il video del corpo a corpo d’amore tra Justin Bieber e Jaden Smith infiamma gli animi e scatena gli omofobi

Musica - Mandalina Di Biase 22.4.24
The Darkness Outside Us, Elliot Page porta al cinema il romanzo queer sci-fi di Eliot Schrefer - The Darkness Outside Us - Gay.it

The Darkness Outside Us, Elliot Page porta al cinema il romanzo queer sci-fi di Eliot Schrefer

Cinema - Redazione 22.4.24
Taylor Swift per THE TORTURED POETS DEPARTMENT (2024)

Il nuovo album di Taylor Swift: no, non è Patti Smith (ma lei lo sa già)

Musica - Riccardo Conte 22.4.24
Priscilla

Priscilla, 30 anni dopo arriva il sequel della Regina del Deserto

Cinema - Redazione 22.4.24
Consumo di contenuti p0rn0 con persone trans nel mondo - dati forniti da Pornhub

L’Italia è la nazione che guarda più p0rn0 con persone trans*

News - Redazione Milano 20.4.24
Prisma 2, il silenzioso ma potentissimo teaser trailer con protagonisti Marco e Daniele - Prisma - Gay.it

Prisma 2, il silenzioso ma potentissimo teaser trailer con protagonisti Marco e Daniele

Serie Tv - Redazione 22.4.24

Hai già letto
queste storie?

Palermo, si suicida a 13 anni per bullismo, deriso per il presunto orientamento affettivo - stella cadente 2 - Gay.it

Palermo, si suicida a 13 anni per bullismo, deriso per il presunto orientamento affettivo

News - Redazione Milano 13.11.23
senegal corpo bruciato presunto gay

Senegal, riesumato e bruciato perché presunto gay e considerato “mezzo uomo e mezzo donna” – VIDEO

News - Giuliano Federico 31.10.23
omofobia interiorizzata, stigma invisibile

Torino, condannati a 2 anni e a 16 mesi i genitori che minacciarono il figlio perché gay

News - Redazione 24.1.24
Islam LGBTIAQ musulmani Politecnico Milano

Seminari e incontri islamici anti-LGBTQIA+: bufera sul Politecnico di Milano, ecco cosa è successo

Culture - Francesca Di Feo 11.4.24
Numero Verde 800713713 Gay Help Line - 18 anni, 350.000 chiamate, il 51% da giovani -

Gay Help Line, 18 anni di supporto telefonico LGBTIAQ+ : 51% delle richieste arrivano da giovani – VIDEO

News - Gay.it 18.3.24
Lorenzo Gasperini, ex consigliere leghista condannato per diffamazione contro Arcigay Livorno - Arcigay Livorno - Gay.it

Lorenzo Gasperini, ex consigliere leghista condannato per diffamazione contro Arcigay Livorno

News - Redazione 8.3.24
avvocato-difensore-filippo-turetta-emanuele-compagno

Omofobia, misoginia e victim blaming sui social di Emanuele Compagno, ex avvocato difensore di Filippo Turetta

News - Francesca Di Feo 24.11.23
Russia, il primo caso di "estremismo LGBTQIA+" finirà in tribunale: arrestati manager e direttrice del club queer Pose - VIDEO - russia club pose orenburg - Gay.it

Russia, il primo caso di “estremismo LGBTQIA+” finirà in tribunale: arrestati manager e direttrice del club queer Pose – VIDEO

News - Francesca Di Feo 22.3.24