Giornata nazionale dell’accoglienza: gli invisibili rifugiati LGBT

Il 3 ottobre è la Giornata Nazionale della Memoria e dell'Accoglienza: tra coloro che scappano ci sono i migranti LGBT, per cui gli ostacoli sono ancora più ardui.

rifugiati gay
This picture taken on January 12, 2012 shows a gay couple, who wish to remain anonymous, who fled deadly persecution in their home country due to their sexual-orientation, during an interview in the Kenyan capital, Nairobi. Lesbian, gay, bisexual and transgender (LGBT) people are increasingly fleeing across international borders in the East African region came to this urban jungle [Nairobi] seeking anonymity, explained an official running a programme that takes care of such refugees. Some have fled a strict application of Islamic law in Somalia, others are running from general sexual violence in the Democratic Republic of Congo and yet others have fled a climate of growing hostility elsewhere in east Africa The official who requested anonimity cites the new anti-homosexuality bill in neighbouring Uganda that touched off a wave of homophobia in neighbouring Uganda as an example of an increasing incidence of openly hostile environment for 'LGBT individuals'. AFP PHOTO/Tony KARUMBA (Photo credit should read TONY KARUMBA/AFP/Getty Images)
2 min. di lettura

Nella grande questione dei flussi migratori una realtà continua ad essere ai margini di questo drammatico fenomeno: i rifugiati LGBT.

Sono davvero pochi i dati raccolti nei Paesi europei sui richiedenti asilo in ragione del proprio orientamento sessuale: da un lato c’è la delicatezza del tema per chi ha vissuto ed è fuggito da realtà in cui l’omosessualità mette a rischio la vita stessa e dall’altro la rozzezza con cui i governi dell’Unione Europea stanno gestendo il fenomeno migratorio. Secondo le stime sono 140 i paesi di provenienza dei rifugiati LGBT presente nell’UE, per la gran parte mediorientali o provenienti dall’Africa subsahariana.

Nonostante questi rifugiati rientrino appieno nei casi di protezione previsti sia dalla Convenzione ONU di Ginevra che dalle direttive europee, gli Stati hanno vita facile ad ostacolare il riconoscimento del diritto all’accoglienza: sono solo di pochi anni fa le denunce di casi in cui le strutture giuridiche e di sicurezza che si occupano di immigrazione utilizzavano domande invasive sul coming out, standard di valutazione stereotipati sull’effemminatezza degli omosessuali o alla peggio verifiche basate sulla visione di video porno, del tutto estranee ai diritti umani.

Gay ugandese richiedente asilo
Gay ugandese richiedente asilo: nel paese africano l’omosessualità è punita con la reclusione fino all’ergastolo.

In Italia l’accoglienza prevista per i rifugiati LGBT ha dato fiato a una certa stampa ansiosa di sparare sui gay, bianchi o neri che siano, paventando finti coming out dei migranti: “Per molte di queste persone, rimane un tabù anche rispetto a se stessi il fatto di dichiararsi apertamente gay – spiega ad OpenMigration Livio Neri di ASGI, associazione studi giuridici sull’immigrazione – Le commissioni territoriali per il diritto d’asilo pretendono una presa di coscienza dell’orientamento sessuale che in alcuni casi può esserci, ma nella maggior parte no”.

Un polemica opportunistica che ha trovato spazio anche in una comunità LGBT non immune da episodi di razzismo: sono le “discriminazioni multiple”, nonostante le iniziative maturate in Arcigay e altre realtà sociali sul territorio come la casa dei rifugiati di Modena o il progetto Rise the difference di Bologna.

“Questo è sicuramente un tema sul quale non si è ancora fatto abbastanza – dice Giorgio Dell’Amico, responsabile immigrazione di Arcigay –  Molti ragazzi hanno difficoltà e manca quello che accade in altri gruppi. Mi spiego: un richiedente asilo gay nigeriano difficilmente riuscirà a trovare supporto nella sua comunità d’origine, ma dall’altro lato spesso non verrà ben visto neanche dalla comunità gay. Per questo vogliamo mettere in relazione italiani e stranieri e problematiche diverse, perché l’omofobia esiste nel mondo, ma anche in Italia”.

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Fedez annuncia apertura canale OnlyFans

Fedez cede a OnlyFans e apre il suo canale: “Mi consigliano di ripulirmi l’immagine e faccio il contrario”

News - Emanuele Corbo 21.6.24
Ivan Codrian per @theshamelessfund

Jonathan Bailey lancia l’associazione di beneficenza LGBTQ+ “The Shameless Fund”

Culture - Luca Diana 21.6.24
aggressione-foggia-intervista

Foggia, parla Alessandro, vittima dell’aggressione: “Trasformiamo la violenza in sogno” – intervista

News - Francesca Di Feo 21.6.24
Carmine Alfano sospeso dall'Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata - Carmine Alfano 2 - Gay.it

Carmine Alfano sospeso dall’Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata

News - Redazione 21.6.24
Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli - Matteo B Bianchi3 - Gay.it

Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli

Culture - Federico Colombo 22.6.24
Calciatori Gay Coming Out - Rosario Coco di Out Sport spiega perché non bisogna forzare

Calciatori gay in Nazionale, calciatori gay ovunque: perché non bisogna forzare

Lifestyle - Giuliano Federico 20.6.24

Hai già letto
queste storie?

Islam LGBTIAQ musulmani Politecnico Milano

Seminari e incontri islamici anti-LGBTQIA+: bufera sul Politecnico di Milano, ecco cosa è successo

Culture - Francesca Di Feo 11.4.24
flavia-fratello-battuta-vannacci

Flavia Fratello replica bene a Vannacci, ma in passato firmò contro il Ddl Zan e diede spazio alla transfobia delle TERF

News - Francesca Di Feo 7.3.24
Sospesa Messico-USA per cori omofobi. E Chilavert attacca Vinicius in lacrime: "Il calcio non è da fr*ci" - Matt Turner e Vinicius - Gay.it

Sospesa Messico-USA per cori omofobi. E Chilavert attacca Vinicius in lacrime: “Il calcio non è da fr*ci”

News - Redazione 27.3.24
Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido "fr*cio di merd*" - Federico Fashion Style - Gay.it

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido “fr*cio di merd*”

News - Redazione 19.4.24
Adele in concerto risponde al fan omofobo: "Sei stupido? Stai zitto!" (VIDEO) - Adele - Gay.it

Adele in concerto risponde al fan omofobo: “Sei stupido? Stai zitto!” (VIDEO)

Culture - Redazione 3.6.24
Torino, in 20 aggrediscono la drag La Myss: "È stato di sicuro un attacco a sfondo omofobo" - la myss - Gay.it

Torino, in 20 aggrediscono la drag La Myss: “È stato di sicuro un attacco a sfondo omofobo”

News - Redazione 9.1.24
russia-insegnante-propaganda-lgbtqia

Russia, insegnante si veste da Biancaneve e viene accusato di propaganda LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 28.12.23
Vannacci: "L'omofobia è una malattia psichiatrica e io le visite mediche le ho passate sempre tutte" - Vannacci - Gay.it

Vannacci: “L’omofobia è una malattia psichiatrica e io le visite mediche le ho passate sempre tutte”

News - Redazione 23.5.24