Orville Peck parla dell’omofobia nel mondo della musica country

L'artista mascherato ha condiviso la sua esperienza come uomo gay nell'industria musicale.

ascolta:
0:00
-
0:00
orville peck
orville peck
2 min. di lettura

Se odiate la musica country, forse dovreste ascoltare Orville Peck.

Esordendo nel 2020 con l’ep Show Pony, il cantautore 35enne – all’anagrafe Daniel Pitout – è un ‘eroe mascherato’ dell’industria musicale.

Occhi azzurri, viso coperto, e apertamente gay, Peck si sottrae agli stereotipi eteronormativi del genere: l’immagine del lone ranger che non deve chiedere mai si fonde a quella di un animo romantico e sensibile, che spezza il cuore di ogni cowboy.

Nel nuovo documentario My Kind Of Country (in onda su Apple TV+), insieme ai talent scout Jimmie Allen e Mickey Guyton, Peck dichiara che nonostante le tante icone LGBTQIA+ (da Dolly Parton al più recente Lil Nas X), il mondo country rimane tempio dei valori più conversatori e retrogradi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Orville Peck (@orvillepeck)

Parecchie persone mi hanno riso in faccia, dicendo che un uomo apertamente gay non avrebbe mai funzionato nel country!” racconta l’artista, parlando di un percorso molto più complicato del previsto, che l’ha portato a ‘tanti momenti di sconforto’.

Ma Peck spiega di aver tenuto la testa alta, rifiutandosi di permettere a chiunque di dirgli ‘cosa avrebbe potuto o non potuto fare’, sottolineando: “Se qualcuno mi dice che non posso fare qualcosa, mi viene voglia di farla ancora di più“.

La docuserie, prodotta da Kacey Musgraves e Reese Witherspoon, vuole essere un tentativo di passare la parola a chi ‘viene lasciato sempre indietro’, diventando un angolo di supporto per tutt*: “Avere un mentore o qualcuno che abbia cominciato prima di te e ti dica ‘guarda, fai così, vai da questa parte’. Noi (ndr. riferendosi anche a Guyton e Allen) non l’abbiamo mai avuto. Abbiamo dovuto tracciare il nostro sentiero da soil. E nonostante tutto – perché non cambierei nulla di quello che ho fatto – sarebbe stato bello e d’aiuto” spiega Peck.

Peck ha dichiarato di sentire molta affinità con Shania Twain (con cui ha duettato nel 2020 con il brano Legends Never Die) definendola ‘icona gay e della moda, oltre che grandissima alleata’.

Quando arrivò per la prima volta a Nashville, ha avuto un sacco di problemi per venire accettata” spiega l’artista “All’epoca non piaceva come si vestiva e di cosa cantava. Ma si rifiutò di essere tutto tranne una donna forte mai sottomessa agli uomini, e guardatela ora. È icona globale”.

In un’intervista per People, Peck si è anche esposto riguardo la sessualità dell’amico e produttore Diplo, diventata oggetto di dibattito pubblico dopo aver dichiarato al podcast di Emily Ratajkowski, High Low, di  alcune esperienze con altri uomini ma rifiutandosi di etichettare o definire il proprio orientamento.

Peck ha risposto in difesa dell’amico, dichiarando: “È un ragazzo davvero dolce e aperto mentalmente, e penso che lui – come ognuno di noi – dovrebbe avere la libertà di esplorare sé stesso o chi vuole essere o sarà. Nessuno dovrebbe sindacare a riguardo o preoccuparsene”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Amici 23, tutti gli allievi al Serale

Amici 23, da Dustin a Holden: tutti gli allievi al Serale

Culture - Luca Diana 25.2.24
FOTO: LUKE GILFORD

Kim Petras risponde ai commenti sessisti e transfobici: “Siete la piaga del pianeta”

Musica - Redazione Milano 26.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
Eurovision 2024 Eden Golan October Rain

Boicottare Eurovision 2024 e la partecipazione di Israele? “October rain” di Eden Golan va esclusa?

Musica - Redazione Milano 27.2.24
Olivia Rodrigo in bad idea right? (2023)

Olivia Rodrigo è la rockstar (e attivista) che meritiamo: il suo Guts Tour contro le leggi anti-aborto

Musica - Riccardo Conte 26.2.24

Leggere fa bene

Paul Mescal per Sunday Times UK (PHOTOGRAPH BY PIP)

Paul Mescal dice sì agli attori etero in ruoli gay (ad una condizione)

Culture - Redazione Milano 16.1.24
taylor swift gay it vmas

Taylor Swift: e se la ragazza della porta accanto conquista il mondo?

Musica - Riccardo Conte 14.9.23
Paola e Chiara saranno protagoniste anche a Sanremo 2024

Sanremo 2024, Paola e Chiara ospiti della serata cover?

Musica - Emanuele Corbo 19.1.24
“Mahmood, lei che Belva si sente?” - Mahmood a Belve - Gay.it

“Mahmood, lei che Belva si sente?”

Culture - Redazione 11.9.23
Madonna in lacrime ricorda a tuttə noi perché sia ancora importante combattere l'hiv/aids. L'emozionante discorso - VIDEO - Madonna aids hiv - Gay.it

Madonna in lacrime ricorda a tuttə noi perché sia ancora importante combattere l’hiv/aids. L’emozionante discorso – VIDEO

Musica - Redazione 5.12.23
FEMME (UTOPIA)

Femme è il thriller queer in drag di cui abbiamo bisogno, il trailer – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 16.2.24
Ariana Grande (Billboard)

Nel nuovo singolo di Ariana Grande c’è un po’ di Madonna?

Musica - Redazione Milano 10.1.24
Inarrestabile Annalisa, arriva il nuovo singolo Euforia - AUDIO - Annalisa - Gay.it

Inarrestabile Annalisa, arriva il nuovo singolo Euforia – AUDIO

Musica - Redazione 9.11.23