Pillon, interrogazione parlamentare in difesa dell’avvocatessa che aveva detto “i gay sono malati”

Persino il consiglio dell’ordine degli avvocati di Mantova aveva preso le distanze dalla donna, che aveva scritto sui social "l’omosessualità è un disturbo psichiatrico e che chi ne è affetto non può lavorare a contatto con i minori, altrimenti questi disturbati trasmetteranno il disturbo nelle scuole".

Pillon, interrogazione parlamentare in difesa dell’avvocatessa che aveva detto “i gay sono malati” - Scaled Image 26 - Gay.it
3 min. di lettura

Partiamo dal principio. Un mese fa un’avvocatessa partecipa ad una manifestazione contro il DDL Zan a Mantova. Assolutamente legittimo. La donna ne parla sui social con fare diffamatorio (l’omosessualità è un disturbo psichiatrico e che chi ne è affetto non può lavorare a contatto con i minori, altrimenti questi disturbati trasmetteranno il disturbo nelle scuole) e Alessio Madella, giovane educatore, le risponde pubblicando una foto con il suo ragazzo, facendole notare che no, “l’omosessualità non è una malattia”. Apriti cielo. La donna, infatti, replica con frasi a dir poco indecenti. “Gente che si slingua e che si pubblica con persone dello stesso sesso e che ne dà pubblicità non dovrebbe stare a contatto con i bambini nelle scuole“, “i fr*ci li guardiamo quando siamo grandi, quando avremo gli strumenti per capire, da piccoli lasciateci stare, che in casa nostra i genitori non si mostrano mentre slinguano“. E ancora.

Io non ce l’ho con i gay in quanto tali, il problema è quando vogliono imporsi come modello, quando vogliono affittare uteri o comprare bambini o dare a un bambino due padri o due madri. O quando vogliono insegnare nelle scuole ai nostri figli la pratica omosessuale: siete voi che state disturbando noi, siete voi che siete una minoranza e non noi. Voi continuate a essere omosessuali, continuate a fare ciò che fate, a noi non interessa, ma lasciate stare i nostri figli. Quando ero giovane io, non c’era nemmeno un omosessuale, invece adesso è pieno. Si va verso questo modello di società in cui ci impongono questo modello, ai ragazzini fanno credere che sia più bello essere omosessuale: non dicono invece che essere omosessuali comporta un rischio più alto di contrarre malattie sessualmente trasmissibili e anche mortali, così come di contrarre il tumore all’ultimo tratto dell’intestino retto. Queste cose le ho lette dai medici. Le persone che praticano rapporti anali spesso arrivano in pronto soccorso in stato di emergenza, sono più a rischio di contrarre Aids e diabete, e rischiano l’incontinenza anche quando tossiscono. Vi prego di partecipare alle manifestazioni di piazza perché dobbiamo impedire che ai nostri bambini venga insegnato che possono scegliere di cambiare sesso e che venga loro proposto il tema della omosessualità, della masturbazione e della pedofilia.

 

Ebbene il consiglio dell’ordine degli avvocati di Mantova ha diffuso un comunicato in cui ha preso le distanze dalla donna. «Invieremo l’articolo al nostro consiglio di disciplina affinché decida il da farsi», ha sottolineato la presidente Maria Chiara Messora, che ha poi espresso «la più profonda disapprovazione per le affermazioni inneggianti alla discriminazione di matrice sessuale». Dichiarazioni che «appartengono alla sfera delle convinzioni personali della collega che, tuttavia, avendo egli dato conto del proprio titolo professionale, impone al nostro ordine di intervenire per prendere le giuste distanze rispetto a quanto da lui affermato». L’Ordine ha poi ricordato alla signora che l’avvocato è tenuto a «tutelare in ogni sede, ove sia richiesto il suo ufficio, il diritto alla libertà e deve improntare anche i comportamenti della sua vita privata in modo tale da non compromettere la reputazione, il decoro e l’onorabilità della professione forense». «Il principio di uguaglianza fra le persone deve essere osservato senza alcuna distinzione di sesso, di razza, di religione e di condizione personale o sociale, e che, rappresentando esso un cardine dell’ordinamento giuridico della Repubblica, è inserito nella nostra carta costituzionale fra i principi fondamentali che l’hanno ispirata al precipuo fine di garantire che esso non subisca alcun vulnus, né alcuna limitazione». Ineccepibile.

Tutto finito? Affatto. Il senatore leghista Simone Pillon è infatti ora sceso in campo per difendere codesta signora, dimenticandosi una parte fondamentale nella sua tendenziosa ricostruzione dell’intera vicenda. Le parole scritte da questa avvocatessa, che vanno ben al di là delle semplici ‘opinioni’.

Le neofemministe non sono scese in piazza per difenderla, e i giornaloni non hanno speso una sola parola per lei, intenti come sono a inventare casi di omofobia, ma la storia di questa madre e avvocato con la vita distrutta va raccontata“, scrive Pillon sui social. “La sua colpa? Essere contro il pdl Zan. La punizione? Bullizzata sul web e in piazza dagli attivisti LGBT e, come se non bastasse, messa alla gogna dalla presidenta del COA di Mantova che, rispondendo all’avvocato di Cesare Battisti, l’ha gratuitamente definita “omofoba” e “incapace”. Roba da Beria“.

Ebbene Pillon, che si lamenta con la lobby LGBT perché starebbe imponendo al Paese in crisi da Coronavirus la propria agenda politica, ha deciso di prendere quel preziosissimo tempo per “presentare una interrogazione parlamentare chiedendo al ministro se sia legittimo che un presidente di un ordine professionale si esprima sulla stampa e pubblicamente contro una collega, oltretutto a nome di tutti gli iscritti, non preventivamente interpellati, tentando così di arrogarsi il diritto di uniformare al pensiero di pochi l’intera categoria forense e senza che siano state accertate responsabilità disciplinari“.

Evidentemente il benaltrismo, tanto amato da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, funziona solo quando c’è da screditare la legge contro l’omotransfobia e la misoginia.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Alex Wyse in concerto

Alex Wyse contro i pregiudizi: “Siate liberi di essere ciò che siete. Nessuno può porci confini”

Musica - Emanuele Corbo 13.6.24
Bridgerton 3 conferma la prima storia d'amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER) - BRIDGERTON 305 Unit 03509R - Gay.it

Bridgerton 3 conferma la prima storia d’amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER)

Serie Tv - Redazione 14.6.24
"C'è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+", intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno - Torino Pride 2023 - Gay.it

“C’è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+”, intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno

News - Francesca Di Feo 13.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora - Sephora bigmama - Gay.it

Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora

News - Gay.it 14.6.24
Prisma 2 Andrea Daniele scena sesso Lorenzo Zurzolo Mattia Carrano 01

Prisma 2, spoiler: la scena di sesso tra Andrea e Daniele non è gay, Bessegato: “Non sono una coppia gay”

Serie Tv - Mandalina Di Biase 11.6.24

Continua a leggere

Omofobia, condannato a 6 mesi Salvatore Sparavigna. Insultò Antonello Sannino, Presidente Arcigay Napoli - Salvatore Sparavigna - Gay.it

Omofobia, condannato a 6 mesi Salvatore Sparavigna. Insultò Antonello Sannino, Presidente Arcigay Napoli

News - Redazione 29.3.24
russia-putin-comunita-lgbt-bambini

Russia, Putin sulla comunità LGBTQIA+: “Giù le mani dai bambini”

News - Redazione Milano 23.2.24
Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: "La risposta è l'educazione alle diversità" - INTERVISTA - riccardo vannetti - Gay.it

Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: “La risposta è l’educazione alle diversità” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 17.5.24
isole-tremiti-lettera-misogina-omofoba

Lettera misogina e omofoba recapitata alla candidata sindaca per le Isole Tremiti: “Non vogliamo un sindaco lesbica”

News - Francesca Di Feo 30.5.24
omofobia interiorizzata, stigma invisibile

Torino, condannati a 2 anni e a 16 mesi i genitori che minacciarono il figlio perché gay

News - Redazione 24.1.24
Alghero_Omofobia_condanna

Alghero, frasi omofobiche ignobili e persecuzioni a coppia gay: condannato a un anno e a pagare 20.000 euro

News - Francesca Di Feo 25.3.24
camara-squalificato-omofobia

Il centrocampista Mohamed Camara squalificato dopo aver coperto il logo della campagna anti-omofobia della Federcalcio francese

News - Francesca Di Feo 31.5.24
L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo - indonesia gay protest - Gay.it

L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo

News - Redazione 29.5.24