Roma, ragazzo preso a calci e pugni per un bacio al compagno – il video

La polizia ha faticato a comprendere il movente omofobo. Il DDL Zan avrebbe certamente imposto alle autorità di accertare sin da subito l’eventuale movente dei fatti sulla base dell’odio omotransfobico.

Roma, ragazzo preso a calci e pugni per un bacio al compagno - il video - Roma ragazzo preso a calci e pugni per un bacio al compagno il video - Gay.it
2 min. di lettura

Rosario Coco di Gaynet Roma ha denunciato quanto avvenuto a Jean Pierre Moreno, rifugiato e socio dell’associazione, presso la stazione Valle Aurelia di Roma. Fatti risalenti al 26 febbraio scorso, intorno alle 21:00 di sera, ma resi pubblici soltanto ora per agevolare l’iter legale.

Una persona ha visto Jean Pierre baciare il compagno mentre aspettavano il treno, ha attraversato due binari da una banchina all’altra e si è presentato davanti ai due dicendo “non vi vergognate?”. A quel punto, come si vede nel video realizzato da un amico della coppia, sono seguiti calci e pugni. Anche il compagno di Jean Pierre è stato colpito marginalmente e ha sporto denuncia.

Sfortunatamente l’iter con le forze dell’ordine non è stato facile. La polizia ha faticato a comprendere il movente omofobo ed è servita una integrazione della denuncia per mettere nero su bianco la richiesta di recuperare i video delle telecamere di sicurezza, che proverebbero la dinamica dei fatti. Attualmente non sappiamo ancora se le immagini saranno recuperate, poiché vengono distrutte ogni 7 giorni e questi passaggi hanno determinato una notevole perdita di tempo. Attendiamo adesso il pronunciamento del pubblico ministero su quanto accaduto, auspicando che si faccia tutto il possibile per l’identificazione dell’aggressore e per classificare questo reato nel miglior modo possibile secondo gli attuali strumenti giuridici. La Legge Zan, in attesa di approvazione definitiva al Senato, avrebbe certamente imposto alle autorità di accertare sin da subito l’eventuale movente dei fatti sulla base dell’odio omotransfobico. L’approvazione finale della Legge Zan sia una prima ed efficace risposta all’enorme ritardo dell’Italia in tema di diritti civili delle persone LGBTI.

Via social, Jean Pierre Moreno, vittima dell’aggressione, ha così amaramente ricordato quanto vissuto quel 26 febbraio,  24 ore dopo il suo compleanno: “È veramente triste sapere che per strada si è vulnerabili a questo tipo di persone piene di odio. Nessuno deve essere limitato, giudicato o punito per dare dimostrazioni di affetto in pubblico. Dobbiamo ricordare a tutti che il rispetto è un diritto e non un privilegio!“.

 

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Il bianco coniglio 21.3.21 - 2:22

Due contro uno ... e le hanno prese Senza parole!! Ovviamente l’amico anziché. Aiutare , faceva il film maker …che schifo : sia la violenza che il mettersi a fare il filmato

Avatar
Il bianco coniglio 21.3.21 - 2:19

Ovviamente l’amico anziché. Aiutare , faceva il film maker ...che schifo : sia la violenza che il mettersi a fare il filmato

Avatar
elsaidshaaban76gamilcom 21.3.21 - 0:06

Trending

La Rappresentante di Lista, "Paradiso" è il nuovo singolo

La Rappresentante di Lista ci porta in “Paradiso” con il nuovo singolo. Ascolta l’anteprima

Musica - Emanuele Corbo 16.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
BigMama Concertone Primo Maggio 2024

BigMama inarrestabile diventa conduttrice per il Concertone del Primo Maggio

Musica - Emanuele Corbo 15.4.24
Concerto Primo Maggio Lista Cantanti

Chi ci sarà al Concerto del Primo Maggio 2024: Achille Lauro, LRDL, Malika Ayane, Rose Villain e con Mace potrebbe esserci Marco Mengoni

Musica - Redazione Milano 17.4.24
Giovanni Donzelli foto instagram @giovadonze

Giovanni Donzelli di Fratelli d’Italia, outing di sua moglie che spiega “È un marito etero”

Culture - Mandalina Di Biase 9.4.24
Jakub Jankto coming out

Jakub Jankto: “Agli altri calciatori gay dico di fare coming out. Non abbiate paura, non succede nulla”

Corpi - Redazione 17.4.24

Leggere fa bene

Sospesa Messico-USA per cori omofobi. E Chilavert attacca Vinicius in lacrime: "Il calcio non è da fr*ci" - Matt Turner e Vinicius - Gay.it

Sospesa Messico-USA per cori omofobi. E Chilavert attacca Vinicius in lacrime: “Il calcio non è da fr*ci”

News - Redazione 27.3.24
aggressione-omofoba-andria

Perse un occhio dopo aggressione omofoba, condannato a sei anni l’aggressore

News - Redazione 31.10.23
reintegrato-coordinatore-cittadino-fdi-omofobo

Dentro Fratelli d’Italia se sei omofobo fai carriera: la storia di Alessio Butti

News - Francesca Di Feo 1.12.23
uganda uomo arrestato

Picco di arresti e procedimenti giudiziari contro le persone LGBTQIA+ nel 2023

News - Federico Boni 1.12.23
Marius Madalin Musat e Jonathan Bazzi

Jonathan Bazzi “Cos’ha Milano di inclusivo e anticlassista?”, aggredito in Porta Venezia con il suo compagno Marius Madalin Musat

News - Redazione Milano 4.1.24
sondrio-manifesti-pro-vita-risposta-lgbtqia

“Manifesti Pro Vita disumani” la risposta LGBTQIA+ a Sondrio è esemplare

News - Francesca Di Feo 12.12.23
100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore - roberto vannacci - Gay.it

100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore

News - Redazione 7.12.23
Viktor Orban - Giorgia Meloni - Ungheria, la legge anti-LGBTI+ ha un impatto devastante sulla nostra comunità

Ungheria, impatto devastante della legge anti-LGBTI+, il rapporto di Amnesty

News - Francesca Di Feo 28.2.24