Trinidad e Tobago in festa, l’Alta Corte depenalizza il sesso gay

Con questa sentenza, a lungo attesa, sono scesi a 71 i Paesi che nel mondo ancora oggi criminalizzano l'omosessualità.

Trinidad e Tobago in festa, l'Alta Corte depenalizza il sesso gay - Scaled Image 28 - Gay.it
2 min. di lettura

L’Alta Corte di Trinidad e Tobago, stato insulare dell’America centrale caraibica, ha finalmente depenalizzato il sesso gay.

La nazione caraibica ha scritto la parola fine ad una legge dell’era coloniale secondo cui chiunque commetta sodomia “è colpevole di un’offesa“. Con questa sentenza, a lungo attesa, sono scesi a 71 i Paesi che nel mondo criminalizzano l’omosessualità. Sono ancora tantissimi.

Nel febbraio 2017 Jason Jones ha fatto causa al Governo per ribaltare le sezioni 13 e 16 della legge sui reati sessuali. Dopo oltre un anno, l’Alta Corte ha sentenziato che proprio la sezione 13, che criminalizzava il sesso anale, è incostituzionale.

Il giudice Devindra Rampersad ha così sentenziato: “La corte dichiara che le sezioni 13 e 16 della legge [reati sessuali] sono incostituzionali, illegali, nulle, invalide e prive di effetto nella misura in cui tali leggi criminalizzano qualsiasi atto che costituisce una consensuale condotta sessuale tra adulti”.

La sentenza ha rimarcato come le due sezioni della legge violassero il diritto di Jones alla privacy, alla libertà e alla libertà di espressione. La difesa ha tentato di utilizzare una “clausola di risparmio” coloniale, che stabiliva come le leggi britanniche non potessero essere modificate dopo l’indipendenza. Ma non c’è stato nulla da fare. Trinidad e Tobago ha ottenuto l’indipendenza dalla Gran Bretagna nel 1962. Quattordici anni dopo, nel 1976, divenne una repubblica.

Nel 1986, il parlamento aveva riscritto la legge sui reati sessuali, aumentando la pena massima per la sodomia a 10 anni di carcere. Nel 2000, l’aveva aumentata fino ai 25 anni. Proprio questi aggiornamenti hanno permesso a Jones di portare avanti il ​​suo caso, annullando la “clausola di risparmio”. E’ di fatto una vittoria storica per tutte le persone LGBTI di Trinidad e Tobago.

La famiglia di Jones lo aveva originariamente rinnegato, dopo il coming out, costringendolo a trasferirsi nel Regno Unito. Il Procuratore generale di Trinidad e Tobago, Faris al-Rawi, ha dichiarato: “La nostra società è cambiata significativamente e radicalmente nel modo in cui tollera l’omosessualità”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Pietro Fanelli, Isola dei Famosi 2024

Pietro Fanelli, chi è il naufrago dell’Isola dei Famosi 2024?

Culture - Luca Diana 10.4.24
Ciao Maschio 2024, intervista alle Karma B: "Caro Salvini le facciamo questa domanda...." - Karma B Ciao Maschio 4 - Gay.it

Ciao Maschio 2024, intervista alle Karma B: “Caro Salvini le facciamo questa domanda….”

Culture - Federico Boni 12.4.24
Victoria De Angelis dei Maneskin, vacanza romantica e baci social con l'amata Luna Passos (FOTO) - Victoria De Angelis dei Maneskin vacanza romantica e baci social con lamata Luna Passos FOTO - Gay.it

Victoria De Angelis dei Maneskin, vacanza romantica e baci social con l’amata Luna Passos (FOTO)

News - Redazione 9.4.24
Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: "Ti amo immensamente" - heartstopper bradley riches engagement - Gay.it

Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: “Ti amo immensamente”

Culture - Redazione 11.4.24
Coming out di massa di calciatori in Germania? Bundesliga pronta a scendere in campo contro l’omobitransfobia - Bayer Leverkusen - Gay.it

Coming out di massa di calciatori in Germania? Bundesliga pronta a scendere in campo contro l’omobitransfobia

Corpi - Redazione 11.4.24
Raffaella Carrà - la sua casa a Via Nemea 21 a Roma è in vendita

La casa di Raffaella Carrà a Roma Nord è in vendita, ma nessuna piazza ha il suo nome

Musica - Mandalina Di Biase 11.4.24

Leggere fa bene

I giovani gay e bisessuali fumano e bevono più dei coetanei etero. Tutta colpa dell’omobitransfobia - I giovani gay e bisessuali fumano piu dei loro coetanei etero. Tutta colpa dellomobitransfobia - Gay.it

I giovani gay e bisessuali fumano e bevono più dei coetanei etero. Tutta colpa dell’omobitransfobia

News - Federico Boni 6.11.23
albania-diritti-lgbtqia

Albania, tutte le promesse non mantenute dal governo in ambito di diritti LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 5.1.24
angelo duro omosessuale

Il monologo di Angelo Duro intriso di omofobia: gay che dovrebbero picchiare omofobi, r*cch*oni eccetera – VIDEO

Culture - Redazione Milano 31.10.23
uganda-smug-perde-ricorso-tribunale

Uganda, l’NGO LGBTQIA+ SMUG perde il ricorso in tribunale: operazioni illegali secondo l’Anti Homosexuality Act

News - Francesca Di Feo 25.3.24
avvocato-difensore-filippo-turetta-emanuele-compagno

Omofobia, misoginia e victim blaming sui social di Emanuele Compagno, ex avvocato difensore di Filippo Turetta

News - Francesca Di Feo 24.11.23
Jamie Lee Curtis contro l’omobitransfobia in nome della religione: "Amore e umanità sono il centro della comunità gay e trans" - Jamie Lee Curtis - Gay.it

Jamie Lee Curtis contro l’omobitransfobia in nome della religione: “Amore e umanità sono il centro della comunità gay e trans”

Culture - Federico Boni 10.11.23
Lingua e comunità LGBTQIA+

Lingua e comunità LGBTQIA+: non chiamatelo omofobo, è un misomosessuale, perché non è fobia, è odio

Guide - Emanuele Bero 5.12.23
Buttafuoco presidente della Biennale di Venezia: per lui gli omosessuali rivendicano diritti che hanno già - Progetto senza titolo e1698333924970 - Gay.it

Buttafuoco presidente della Biennale di Venezia: per lui gli omosessuali rivendicano diritti che hanno già

Culture - Redazione Milano 26.10.23