UN CORO DI 700 MILA VOCI A DIFENDERE LA LAICITA’

C'erano le Drag Queen e le piume di struzzo, ma anche tanta, tantissima gente i maglietta a sfilare, cantando e ballando, per i propri diritti

UN CORO DI 700 MILA VOCI A DIFENDERE LA LAICITA' - pride16062007BASE - Gay.it
2 min. di lettura
Un milione di persone per gli organizzatori, 400 mila per la questura. Chi c’era giura di avere camminato in mezzo a un fiume di gente e che, per le strade di Roma ha sfilato almeno in 700 mila, più del World Pride romano del 2000. Un successo. Le attese più rosee volevano in 200 mila i partecipanti alla parata laica e invece è andata meglio di quanto ci si potesse aspettare
 
Per le strade di Roma si è visto tanto colore e tanto divertimento. Perché i gay, si sa., comunicano e si raccontano soprattutto così: ballando e cantando.
 
UN CORO DI 700 MILA VOCI A DIFENDERE LA LAICITA' - pride16062007F1 - Gay.it

I parlamentari che rappresentano la comunità erano tutti presenti: Franco Grillini, Titti De Simone, Vladimir Luxuria, Paolo Silvestri. I ministri Barbara Pollastrini, Ferrero e Pecoraro Scanio hanno fatto un saluto all’inizio. Poi, come annunciato, hanno lasciato il corteo. La piattaforma del Pride, che quest’anno era incentrata sulla richiesta di matrimonio gay, ha messo in imbarazzo i membri del Governo. Ma questo si era capito già dai balletti dei patrocini dati, negati e poi ridati a pochi giorni dalla festa di oggi

 
D’altra parte, mai come quest’anno le bandiere dei partiti hanno lasciato spazio alle associazioni, alle realtà più varie del movimento GLBT e anche, dopo tanti anni, ai collettivi autogestiti romani.
 
Tante le provocazioni, anche queste meno di quanto ci si aspettasse. Fra gladiatori, petti nudi, tette al vento c’era però anche tanta sobrietà. Le più ‘indisciplinate’ sono state le transessuali. Nonostante il richiamo alla moderazione venuto da Vladmir Luxuria negli scorsi giorni, le rappresentanti del mondo trans hanno voluto sfoggiare i colori dei loro paesi con le mise più eccentriche di tutto il corteo. E non è mancato il body painting a fare le veci di un vestito
 
Molti gli eterosessuali venuti a lottare per una battaglia in comune con tutti gli altri presenti: quella per i diritti delle coppie di fatto, ma soprattutto la laicità di uno stato troppo spesso inficiata o messa in pericolo dalle gerarchie ecclesiastiche. Naturalmente non sono mancate le frecciate e i riferimenti all’attacco continuo che il Vaticano ha fatto negli ultimi mesi neo confronti della comunità GLBT..
 
UN CORO DI 700 MILA VOCI A DIFENDERE LA LAICITA' - pride16062007F2 - Gay.it

La parata, iniziata tutto sommato all’ orario previsto (le 16), si è conclusa in Piazza San Giovanni verso le 20, come da programma. Una piazza traboccante di gente in festa mentre la coda del corteo doveva percorrere l’ultimo chilometro del percorso. E se qualcuno ha voluto fare il confronto con il giorno in cui la stessa piazza è stata riempita in occasione del Family Day non ha potuto che concludere che la partita si è, quantomeno, conclusa con un 1 a 1.

 

E la sera tutti i partecipanti si sono dati appuntamento a Euphoria, la festa ufficiale del dopo Pride. Il vero dopo Pride ci sarà da domani ed è quello politico e dei media. La palla passa a loro.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

thailandia-matrimonio-egualitario

La Thailandia verso il matrimonio egualitario: approvazione del disegno di legge entro fine anno

News - Francesca Di Feo 19.2.24
BigMama

BigMama vola a New York, interverrà all’Assemblea generale delle Nazioni Unite: le ultime news

Musica - Luca Diana 20.2.24
glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24
Eurovision 2024, i BIG in gara per San Marino. Ci sono i Jalisse, Marcella Bella e (forse) Loredana Bertè - Una Voce per San Marino 2024 - Gay.it

Eurovision 2024, i BIG in gara per San Marino. Ci sono i Jalisse, Marcella Bella e (forse) Loredana Bertè

Culture - Redazione 19.2.24
Luciana Littizzetto e la lettera a Maurizio Costanzo: "Grazie per aver parlato di diritti LGBT, per aver abbassato il provincialismo bigotto della nostra nazione" (VIDEO) - Luciana Littizzetto e Maria De Filippi - Gay.it

Luciana Littizzetto e la lettera a Maurizio Costanzo: “Grazie per aver parlato di diritti LGBT, per aver abbassato il provincialismo bigotto della nostra nazione” (VIDEO)

Culture - Federico Boni 21.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

Sanremo Pride 2024: il 6 aprile  - sanremopride - Gay.it

Sanremo Pride 2024: il 6 aprile 

News - Redazione 12.1.24
Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque - Famiglie Arcobaleno Sentenza Cassazione - Gay.it

Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque

News - Redazione 14.12.23
Tribunale Bergamo Congedi famiglie omogenitoriali.png

L’INPS discrimina le famiglie omogenitoriali, i congedi vanno previsti anche per loro, lo dice il Tribunale di Bergamo

News - Redazione Milano 29.1.24
Taiwan Pride - Taipei, 28 ottobre 2023 - foto: IG

La Cina trema, al Taiwan Pride 180.000 per la più grande marcia LGBTQIA+ dell’Asia Orientale

News - Francesca Di Feo 30.10.23
brescia pride 2023

“I diritti civili sono apartitici e devono essere garantiti”: il Brescia Pride scalda i motori per sabato 2 settembre – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 1.9.23
liguria pride 2024

Liguria Pride 2024: a Genova l’8 giugno

News - Redazione 23.1.24
Roma Pride 2024 sabato 15 giugno, l'annuncio video: "Sarà memorabile" - roma pride - Gay.it

Roma Pride 2024 sabato 15 giugno, l’annuncio video: “Sarà memorabile”

News - Redazione 7.12.23
Giorgia Meloni doppia faccia Gay.it

2023, un anno di odio anti-LGBTIQA+ del Regime Meloni in 8 punti

News - Redazione Milano 28.12.23