Billy Eichner e l’omofobia nel mondo dello spettacolo: “Mi dicevano che ero troppo gay!”

L'attore e comico protagonista della rom-com BROS ha parlato delle difficoltà vissute nella sua carriera. Insieme ai commenti omofobi sul suo nuovo film.

ascolta:
0:00
-
0:00
billy eichner
LAUREN WITHROW FOR ROLLING STONE
2 min. di lettura

In attesa dell’uscita italiana il prossimo 6 Novembre, BROS è approdato nelle sale americane: parliamo del film d’esordio alla regia di Billy Eichner, stand up comedian e attore americano, protagonista e regista della prima commedia romantica apertamente gay. Il film – che  sarà anche tra i titoli in anteprima al prossimo Festival del Cinema di Roma – ha ricevuto una calorosa accoglienza di pubblico e critica che l’hanno definito un notevole passo una avanti nella rappresentazione delle rom-com.

Tuttavia, la strada verso il successo per Billy Eichner non è sempre stata una passeggiata all’acqua di rose: “Ero apertamenet gay sul palco. Parlavo di sesso gay. Oggi chiunque parla di sesso gay, ma era il 2003″ ha raccontato l’attore, ospite al podcast Conan ‘O Brien Needs a Friend, parlando di un’industria che nei primi anni duemila non era ancora pronta ad un comico queer così esplicito e diretto “Riconoscevano che fossi talentuoso e divertente, che il pubblico rideva parecchio, che fossi unico” continua Eichner “Ma dicevano sempre che non sapevano cosa fare con me, e spesso, in maniera diretta o meno, mi veniva trasmesso il messaggio che fossi troppo gay”.

Durante l’intervista Eichner ha scherzato sul paradosso di perdere ruoli in confronto ai dinosauri: “I caz*o di dinosauri erano sullo schermo ma a me non era permesso”. La carriera dell’attore ha vissuto una svolta, quando ha cominciato a postare video online che sono diventati subito virali sul web: “Ho avuto modo di far vedere a queste persone nell’industria di non essere troppo in un modo o nell’altro, perché questi video avevano milioni di visualizzazioni. E le views non provenivano esclusivamente da persone gay newyorkesi!”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Billy Eichner (@billyeichner)

Con BROS, Eichner si prende tutta la libertà del mondo nel raccontare il mondo gay senza filtri o censure, a tal punto da generare subito l’agitazione degli omofobi: a pochi minuti dall’uscita del film, BROS è stato bandito in Medio Oriente per le scene di sesso gay esplicito e il profilo IMDB è stato sommerso da oltre 312 recensioni di massa da una stella su cinque (si chiama review bombing la pratica di attaccare collettivamente un prodotto audiovisivo con l’obiettivo di depotenziare l’interesse del pubblico), da utenti che non avevano neanche ancora visto la pellicola (disponibile solo in svariati festival cinematografici). Successivamente le recensioni sono state rimosse, con un 43% di recensioni positive tra le dieci o almeno le sette stelle.

Sin dall’inizio della produzione di BROS, ho fatto sapere a chiunque che oltre a realizzare un film che fosse vicino ed esilarante a tutt*, volevo un film che risultasse autentico per il pubblico LGBTQIA+ che rappresenta” ha dichiarato Eichner in un’intervista per Pinknews “Al di là di tutte le statistiche storiche (ndr. BROS è il primo film a tematica LGBTQIA+ finanziato da una grande casa di produzione, un evento più unico che raro che Eichner ritiene “bizzarro e furioso”), più di tutto volevo realizzare un realistico, divertente, film pieno di cuore su cosa significa un uomo gay adulto nel 2022″.

Leggi anche: Bros di Billy Eichner, riprese concluse. Ecco perché questo film farà la storia di Hollywood

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
Amici 23, tutti gli allievi al Serale

Amici 23, da Dustin a Holden: tutti gli allievi al Serale

Culture - Luca Diana 25.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
Paolo Camilli

Paolo Camilli: “La mia omosessualità? L’ho negata fino alla morte con me stesso” – intervista

Culture - Luca Diana 23.2.24
John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24

Continua a leggere

@ludovicadesantis_pht

Any Other e il diritto di ricordare, l’intervista

Musica - Riccardo Conte 31.1.24
Trace Lysette e Colman Domingo celebrati da The Human Rights Campaign per il loro attivismo LGBTQIA+ - Colman Domingo e Trace Lysette - Gay.it

Trace Lysette e Colman Domingo celebrati da The Human Rights Campaign per il loro attivismo LGBTQIA+

Culture - Redazione 5.2.24
Oscar 2024, Pedro Almodovar punta ad un altro trionfo con Strange Way of Life - Strange Way of Life ecco Manu Rios nel Brokeback Mountain di Pedro Almodovar - Gay.it

Oscar 2024, Pedro Almodovar punta ad un altro trionfo con Strange Way of Life

Cinema - Federico Boni 22.12.23
@mattheperson

Una chiacchierata con Matt Taylor, tra TikTok e queerness

Culture - Riccardo Conte 13.2.24
serie-bl-thailandia

L’amore gay come sottotesto femminista delle serie BL che sfidano i ruoli tradizionali

Serie Tv - Francesca Di Feo 3.11.23
Venezia 80, la famiglia queer di "Domakinstvo za pocetnici" vince il Queer Lion 2023 - domakinstvo za pocetnici - Gay.it

Venezia 80, la famiglia queer di “Domakinstvo za pocetnici” vince il Queer Lion 2023

Cinema - Federico Boni 8.9.23
Sei nell'Anima, data d'uscita e primo teaser trailer del film dedicato alla vita di Gianna Nannini - Gianna Nannini SEI NELLANIMA. Il biopic 1 - Gay.it

Sei nell’Anima, data d’uscita e primo teaser trailer del film dedicato alla vita di Gianna Nannini

Cinema - Redazione 1.2.24
dua lipa omofobia transfobia misoginia

Dua Lipa: “Omofobia e transfobia sono parenti della misoginia”

Musica - Redazione Milano 27.8.23