DDL Zan, la Camera approva la Legge contro l’Omotransfobia

265 voti favorevoli, 193 contrari. La Camera approva.

DDL Zan, la Camera approva la Legge contro l'Omotransfobia - DDL ZAN 1 - Gay.it
2 min. di lettura

265 voti favorevoli, 193 contrari, 1 astenuto.

Dopo due settimane e voti a scrutinio segreto, centinaia di emendamenti, menzogne e indecenti attacchi da parte della destra, la Camera dei Deputati ha approvato la legge contro l’omotransfobia, la misoginia e l’abilismo. Tra i favorevoli anche 5 deputati di Forza Italia, che si sono così smarcati dalle parole di Silvio Berlusconi. Parliamo di Giusi Bartolozzi, Renata Polverini, Stefania Prestigiacomo, Elio Vito e Matteo Perego.

Un voto favorevole tutt’altro che scontato, per quanto la maggioranza alla Camera sia solida, a causa di un’opposizione che ha provato in ogni modo ad affossare una legge attesa da 30 anni, sbandierando bugie e seminando tranelli. Il deputato Pd Alessandro Zan, relatore della legge, è riuscito a tenere compatta la maggioranza, persino dinanzi alle ‘tentazione’ dei voti segreti, replicando punto per punto alle più becere critiche della destra nazionale. Perché da quella parte di Parlamento ne abbiamo ascoltate di tutti i tipi. Dallo spettro della ‘pedofilia‘, indecentemente cavalcato da Vittorio Sgarbi, all’indottrinamento gender nelle scuole firmato Giorgia Meloni, dal benaltrismo alla presunta anticostituzionalità della legge perché ‘liberticida’, fino ad arrivare al deputato Cirielli, di Fratelli d’Italia, secondo cui “la discriminazione è un’opinione”. Follie da archiviare, possibilmente il prima possibile, facendo arieggiare Montecitorio.

Ma la battaglia non è finita, anzi. Sarà al Senato che lo scontro diverrà totale. A palazzo Madama i numeri della maggioranza sono assai più limitati, con il DDL che dovrà rimanere intatto, inalterato, onde evitare un ritorno alla Camera, causa bicameralismo perfetto.

Nell’attesa, oggi è doveroso brindare, perché a lungo abbiamo dovuto leggere, ascoltare, sopportare diffamanti fesserie su questa legge, mai come in questo momento semplicemente necessaria, vista l’ormai quotidiana sfilza di denunce omotransfobiche pubblicamente riportate. Ma altrettanto doveroso sarà non mollare la presa, perdere di vista l’obiettivo finale, che solo nel 2021, quando il DDL Zan arriverà al Senato, potrà dirsi completato.

Un primo importante passo è stato fatto. A mancare è l’ultimo, quello decisivo.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Anonimo 8.11.20 - 20:20

"Leggi ad personam", "preferenze sessuali" e il racconto di un insistente mondo alla rovescia in cui le persone etero sarebbero aggredite, insultate e discriminate in quanto tali. Renzo Loi, anche questa volta, il tuo analfabetismo e la tua ignoranza sono imbarazzanti. Anziché scrivere stronzate sgrammaticate e omofobiche su questo sito studia la lingua italiana. Se ancora oggi sei talmente ottuso e accecato dall'omofobia interiorizzata da non capire perché questa legge sia necessaria e urgente, non è un problema nostro. Qui non sei gradito, sparisci!

Avatar
Anonimo 4.11.20 - 22:38

Mi spiace che sia capitato anche a te Franzc. Speriamo che questa legge, una volta approvata in via definitiva al Senato, contribuisca a creare nel nostro paese un clima di rispetto, inclusione e uguaglianza.

Avatar
Franzc Dereck 4.11.20 - 16:56

mnb8 , mi affianco al tuo plauso e ringraziamento. Anch'io conosco cosa significhi esser preso in giro per esser quel che sono sempre stato e non aver mai scelta la mia preferenza sessuale.

Avatar
Anonimo 4.11.20 - 13:15

Evvivaaaa!!! Finalmente una bellissima notizia in un momento drammatico. Chi, come il sottoscritto, ha subito sulla propria pelle la violenza del bullismo e dell'odio omofobico fin da piccolo, sa quanto questa legge sia necessaria. Una legge avanzata perché intersezionale in quanto, oltre che di omo-lesbo-bi-transfobia, si occupa anche di misoginia e abilismo. Una legge giusta perché all'aspetto penale affianca la tutela e l'aiuto delle vittime di omotransfobia attraverso il finanziamento ai centri antiviolenza e alle case rifugio. Una legge che guarda al futuro perché agisce sulla prevenzione all'odio omotransfobico con l'educazione al rispetto e le iniziative nelle scuole e nei luoghi di lavoro. La battaglia proseguirà al Senato e sarà durissima. Là ci sono bestie omotransfobiche come Pillon, ci toccherà ascoltare altre nefandezze e assistere a ulteriori colpi bassi e trappoloni. Soprattutto la maggioranza al Senato è più risicata e per questo dovrà essere particolarmente compatta e coesa per superare le insidie delle destre e le possibili divisioni interne. Come attivist* dovremo continuare a vigilare e tenere alta l'attenzione. Oggi però è davvero una bella giornata e dobbiamo festeggiare. Grazie agli/lle on. Zan, Boldrini, Annibali, Noja, Maiorino, Businarolo, Perantoni per il grande lavoro fatto e grazie anche per il sostegno alla legge dato da onorevoli come Bartolozzi e Polverini, Prestigiacomo e Vito che hanno votato in dissenso rispetto al loro partito. Avanti così!

Trending

Paolo Camilli

Paolo Camilli: “La mia omosessualità? L’ho negata fino alla morte con me stesso” – intervista

Culture - Luca Diana 23.2.24
@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out - Lux Pascal e Pedro - Gay.it

Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out

News - Redazione 23.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24

Leggere fa bene

Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque - Famiglie Arcobaleno Sentenza Cassazione - Gay.it

Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque

News - Redazione 14.12.23
bandiera progress pride

Le conquiste internazionali sui diritti LGBTQIA+ del 2023

News - Federico Boni 19.12.23
decreto genitori

Corte d’Appello smentisce il decreto Salvini sulle carte d’identità dei minori: “Applicare la dicitura “genitori””

News - Redazione 15.2.24
alessia-crocini-mennuni

Alessia Crocini risponde alla senatrice Mennuni sulla maternità: “Le parole di una privilegiata”

News - Francesca Di Feo 28.12.23
Polemiche per Vladimir Luxuria in radio con Storace, Selvaggia Lucarelli: "Pur di lavorare, banderuola" - Polemiche per Vladimir Luxuria in radio con Francesco Storace - Gay.it

Polemiche per Vladimir Luxuria in radio con Storace, Selvaggia Lucarelli: “Pur di lavorare, banderuola”

News - Redazione 25.9.23
Pro Vita, nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma: "Basta confondere l'identità sessuale dei bambini" - Pro Vita nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma - Gay.it

Pro Vita, nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma: “Basta confondere l’identità sessuale dei bambini”

News - Redazione 22.11.23
montenegro-diritti-lgbt

Il Montenegro candidato all’ingresso UE tra “sterilizzazione forzata” delle persone trans e linguaggio d’odio rampante

News - Francesca Di Feo 18.1.24
Tim Walberg, bufera sul repubblicano che difende l'omofoba legge dell'Uganda "Kill the Gay" - Tim Walberg - Gay.it

Tim Walberg, bufera sul repubblicano che difende l’omofoba legge dell’Uganda “Kill the Gay”

News - Redazione 29.12.23