DDL Zan, maggioranza ritira tutti gli emendamenti – comunità ebraica: “libertà di pensiero non legittimi odio e violenza”

La prossima settimana la legge contro l'Omotransfobia e la misoginia sarà alla Camera. È ufficiale.

ddl zan
2 min. di lettura

La Commissione Giustizia della Camera concluderà stasera il voto degli emendamenti sulla legge contro l’Omofobia, come riferito da Alessandro Zan.

A conferma del grande lavoro svolto in questi mesi per arrivare presto a una legge contro l’omotransfobia e la misoginia, tutta la maggioranza ritirerà oggi gli emendamenti presentati al testo unificato. Infatti, come richiesto dalle colleghe e dai colleghi di Italia Viva, è stato snellito l’articolo riguardante la giornata nazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia, pur mantenendo intatto il suo contenuto, anche per quel che riguarda lo svolgimento di iniziative negli istituti scolastici. Inoltre verrà presentato in aula un emendamento che inserirà le definizioni di sesso, genere, identità di genere e orientamento sessuale, che, pur essendo termini ben consolidati nella nostra giurisprudenza, è giusto definire con precisione, trattandosi di una norma di rilevanza penale. Questa sera quindi accoglieremo queste limature, e concluderemo la fase emendativa, così da arrivare alla discussione generale in aula già la prossima settimana. Il testo rimarrà dunque pienamente efficace in ogni sua parte: un ottimo risultato che testimonia la volontà di questa maggioranza di dare al Paese una legge attesa da quasi trent’anni, a tutela della dignità di tutte le cittadine e di tutti i cittadini di questo Paese.

Nell’attesa Noemi Di Segni, presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, è intervenuta sull’ormai celebre ’emendamento Costa’, approvato la scorsa settimana, che ha fatto sobbalzare le associazioni LGBT.

La libertà di espressione del pensiero è un principio fondamentale già incardinato nella nostra Costituzione e l’esigenza odierna è quella non già di affermarlo ma di evitare che in nome di questo principio si legittimino odio e violenza. Su questo abuso del diritto la politica, cosi come altre istituzioni vigilanti, è chiamata a farsi portatrice di interventi che rafforzino le fondamenta costituzionali.

Ad applaudire simile intervento la senatrice 5 Stelle Alessandra Maiorino, che ha esplicitamente criticato parte della propria stessa maggioranza: “Solo chi ha subito odio e discriminazione sulla propria pelle, o ha curato e sviluppato l’empatia con gli altri esseri umani, può comprendere l’importanza di tracciare una linea di demarcazione netta tra libertà di espressione e libertà di insulto, ingiuria, esclusione, negazione sociale, privazione della libertà di essere sé stessi. La legge di contrasto all’omotransfobia non aveva bisogno di nessuna modifica, perché già bilanciata tra i due diritti: libertà di espressione del pensiero e tutela da discriminazione e odio. Una parte di maggioranza ha però preteso che la sfregiassimo per ribadire la libertà di espressione, già costituzionalmente tutelata. Intanto andiamo avanti con la legge così come queste forze oscurantiste, presenti anche nelle cosiddette “forze progressiste”, ci consentono. Un giorno poi forse capiremo che siamo TUTTI uguali, e che nessuno è più uguale degli altri“.

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 28.7.20 - 21:54

Alla fine della fiera , vorrei capire se qualcuno mi dà del " fro..o " o del " ricch...ne " posso mandarlo in galera e levargli anche le mutande in sede civile ? I teppisti vanno colpiti nel portafogli : è l'unica lingua che comprendono.

Trending

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy - ecnv mommy - Gay.it

10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy

Cinema - Federico Boni 24.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24

Continua a leggere

albania-diritti-lgbtqia

Albania, tutte le promesse non mantenute dal governo in ambito di diritti LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 5.1.24
india-pranshu-influencer-morto-suicida

Addio Pranshu, a 16 anni si è tolto la vita, ucciso dal cyberbullismo omobitransfobico

News - Francesca Di Feo 27.11.23
Bastonate, fumogeni, scritte e insulti omofobi. Il branco all'assalto della sede Gay Center di Roma. VIDEO - Gay Center - Gay.it

Bastonate, fumogeni, scritte e insulti omofobi. Il branco all’assalto della sede Gay Center di Roma. VIDEO

News - Redazione 1.2.24
Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: "Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico "a ciascuno si dia il suo"" - Marco Tarquinio - Gay.it

Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: “Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico “a ciascuno si dia il suo””

News - Federico Boni 5.4.24
100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore - roberto vannacci - Gay.it

100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore

News - Redazione 7.12.23
russia-putin-comunita-lgbt-bambini

Russia, Putin sulla comunità LGBTQIA+: “Giù le mani dai bambini”

News - Redazione Milano 23.2.24
Poliziotto costretto ad esami psichiatrici per verificare se fosse gay, il Tar condanna il ministero - carcere - Gay.it

Poliziotto costretto ad esami psichiatrici per verificare se fosse gay, il Tar condanna il ministero

News - Redazione 18.4.24
Massimiliano Di Caprio - titolare della Pizzeria Dal Presidente di Napoli, arrestato in un'inchiesta per camorra condotta dalla Dda sul clan Contini

Pubblicò violente parole contro gay e lesbiche nel 2022, Massimiliano Di Caprio arrestato in un’indagine per camorra

News - Redazione Milano 15.5.24