La mamma del bimbo truccato nello spot John Lewis replica agli omofobi: “Siete voi ad avere un problema”

Dura replica da parte della madre di Reggie Parker, vittima di omofobia ad appena 9 anni per una semplice pubblicità tv.

La mamma del bimbo truccato nello spot John Lewis replica agli omofobi: "Siete voi ad avere un problema" - John Lewis - Gay.it
2 min. di lettura

Continua incredibilmente a far discutere il delizioso spot firmato John Lewis con un bimbo truccato e in abiti femminili che balla in casa, divertendosi come un matto sulle note di Edge of Seventeen di Steve Nicks. La mamma del piccolo Reggie Parker, 9 anni appena, ha replicato a muso duro ai commentatori omofobi che hanno inondato il web di insulti nei confronti di suo figlio.

“Come può qualcuno sentirsi offeso e rimanere sconvolto per qualcosa di tanto divertente e innocente?“, si è domandata Sam Parker, 35enne intercettata dal DailyMail. “Sono scioccata che abbia causato così tante polemiche. Ho letto commenti di persone con una mentalità retrograda che non vogliono vedere un bambino in un vestito. Ho visto ridicoli commenti che dicevano che il suo ‘comportamento’ è distruttivo e viziato. Ma sta recitando in una pubblicità per l’assicurazione sulla casa! Ciò che mi disgusta sono le lamentele che dicono che la pubblicità starebbe sessualizzando Reggie, con rossetto e passi di danza ‘provocatori’. Beh, se vedete qualcosa di sessuale in una pubblicità con un bambino, avete un problema“.

La mamma di Reggie ha precisato che non ha tratto profitto nè guadagnerà mai dalle opportunità lavorative di suo figlio. “I soldi verranno messi sul suo conto. Gli sarà permesso di spendere una piccola somma perché ha lavorato molto, ma il resto lo risparmierà per quando sarà più grande”. “Ho anche letto commenti del tipo ‘un ragazzo dovrebbe giocare a calcio’ – beh, lo fa. È un portiere, si infanga ed è sempre in giardino o gioca a Fifa, ma ama anche vestirsi e balla in strada da quando aveva quattro anni e va bene così“.

Un rappresentante di John Lewis ha preso di petto le polemiche della scorsa settimana, dichiarando: “A John Lewis, crediamo che i bambini si debbano divertire ed è per questo che abbiamo scelto questa trama giocosa per la nostra ultima pubblicità. È progettato per mostrare il giovane attore che si lascia trasportare dalla sua performance drammatica. Non sta danneggiando intenzionalmente la sua casa e non è consapevole delle conseguenze involontarie delle sue azioni. Se i clienti hanno una copertura per danni accidentali con la nostra assicurazione sulla casa, questa coprirebbe una serie di disastri domestici maggiori e minori, comprese rotture involontarie causate da bambini in famiglia“.

Semplice. Chiunque veda altro, come sottolineato da mamma Sam, ha un serio problema.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido "fr*cio di merd*" - Federico Fashion Style - Gay.it

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido “fr*cio di merd*”

News - Redazione 19.4.24
Angelina Mango Marco Mengoni

Angelina Mango ha in serbo una nuova canzone con Marco Mengoni e annuncia l’album “poké melodrama” (Anteprima Gay.it)

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
Amadeus, Sanremo Giovani 2023

Sanremo verso Mediaset, Amadeus in onda sul NOVE già a fine agosto con tre programmi

Culture - Mandalina Di Biase 18.4.24
Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente - close to you 01 - Gay.it

Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente

Cinema - Federico Boni 19.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

albania-diritti-lgbtqia

Albania, tutte le promesse non mantenute dal governo in ambito di diritti LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 5.1.24
Roma-Lazio, il vergognoso coro omofobo e antisemita dei romanisti alla vigilia del derby - Roma Lazio il vergognoso coro omofobo e antisemita dei romanisti in vista del derby - Gay.it

Roma-Lazio, il vergognoso coro omofobo e antisemita dei romanisti alla vigilia del derby

News - Redazione 5.4.24
avvocato-difensore-filippo-turetta-emanuele-compagno

Omofobia, misoginia e victim blaming sui social di Emanuele Compagno, ex avvocato difensore di Filippo Turetta

News - Francesca Di Feo 24.11.23
la-normalita-dell-amore

Il mio libro di risposta a Vannacci: “La normalità dell’amore”, così un ragazzo replica alle retoriche d’odio del generale

Culture - Francesca Di Feo 1.2.24
omofobia interiorizzata, stigma invisibile

Torino, condannati a 2 anni e a 16 mesi i genitori che minacciarono il figlio perché gay

News - Redazione 24.1.24
Sospesa Messico-USA per cori omofobi. E Chilavert attacca Vinicius in lacrime: "Il calcio non è da fr*ci" - Matt Turner e Vinicius - Gay.it

Sospesa Messico-USA per cori omofobi. E Chilavert attacca Vinicius in lacrime: “Il calcio non è da fr*ci”

News - Redazione 27.3.24
Pro Vita, un 2023 segnato dall'ossessione gender. Ripercorriamo 12 mesi di attacchi alla comunità LGBTQIA+ - 22I Figli non si comprano22 i manifesti di Pro Vita contro la GPA invadono le citta dItalia - Gay.it

Pro Vita, un 2023 segnato dall’ossessione gender. Ripercorriamo 12 mesi di attacchi alla comunità LGBTQIA+

News - Federico Boni 6.12.23
flavia-fratello-battuta-vannacci

Flavia Fratello replica bene a Vannacci, ma in passato firmò contro il Ddl Zan e diede spazio alla transfobia delle TERF

News - Francesca Di Feo 7.3.24