Preghiere, rosari e olio benedetto in classe: la maestra sospesa per 20 giorni anche omotransfobica

Dopo diverse segnalazioni e richiami, la maestra è stata sospesa per 20 giorni. Emersi anche post contro la comunità LGBTQIA+.

ascolta:
0:00
-
0:00
maestra-preghiere-sospesa3
4 min. di lettura

Il diritto all’istruzione è forse uno dei più importanti sanciti dalla nostra Costituzione. Qualsiasi paese civile offre ai propri cittadini la possibilità di aprire la propria mente e acquisire gli strumenti per interpretare il mondo circostante.

In Italia, l’articolo 34 della Costituzione ci parla di una scuola aperta a tutt*, indipendentemente da genere, etnia e confessione religiosa. Su quest’ultimo punto è importante soffermarsi, almeno alla luce dei fatti accaduti negli ultimi giorni.

Nel nostro paese, la scuola è ancora fortemente influenzata dal suo retaggio cattolico, tuttavia, in tempi moderni, ogni bambin* e la sua famiglia possono scegliere di astenersi dalla cosiddetta “ora di religione”. 

A quanto pare, però, questo non accade ovunque.

Cosa succede, infatti, quando un’insegnante sceglie deliberatamente di bypassare le leggi che regolamentano una tematica così delicata, tentando di imporre attività extracurriculari che nulla hanno a che fare con il programma scolastico ordinario?

Il caso

È la storia di Marisa Francescangeli, una maestra della scuola primaria di San Vero Milis (Oristano) e protagonista di una vicenda controversa, che ancora una volta pone l’attenzione sulla natura laica dell’istituzione scolastica italiana.

In base alle informazioni fornite dall’ufficio competente, sembra che l’insegnante abbia condotto più di una volta attività didattiche incentrate sulla religione cristiana, violando così le norme che garantiscono la libertà di credo.

La sospensione di 20 giorni è stata inflitta a seguito delle proteste da parte due mamme, che hanno sollevato obiezioni in merito all’atteggiamento prevaricatore della maestra.

Francescangeli, trovandosi a sostituire un collega in un’aula, ha deciso di far realizzare ai bambini un braccialetto rosso per rappresentare il rosario in occasione del periodo natalizio. Poco prima della fine della lezione, la maestra ha fatto recitare ai bambini il Padre nostro e l’Ave Maria.

Secondo il racconto della maestra, sarebbero stati bambini stessi a chiederglielo e che la cosa era già stata discussa in precedenza con i genitori.

L’insegnante è “fervente e devota alla Madonna” e ha negato anche un’altra accusa, ovvero quella  di aver segnato la fronte dei bambini con olio benedetto, sostenendo di aver semplicemente distribuito l’olio da Medjugorie ai bambini come parte di un gioco.

La maestra ha detto di essere pronta a fare ricorso contro la decisione disciplinare, poiché ritiene di essere stata ingiustamente punita. La donna ha dichiarato di essere stata “messa in croce” e che l’episodio è un “segno mandato da Gesù”.

L’attacco alla comunità LGBTQIA+

La discussa vicenda ha spinto in molti a chiedersi chi sia davvero Marisa Francescangeli. Dietro all’apparente innocenza di una maestrina di provincia colpevole solo di aver parlato di Dio in classe – almeno secondo quanto sostiene la destra – si nasconde in realtà una figura ben più sfaccettata.

Sui social network sono infatti emersi numerosi post pubblicati dall’insegnante contro la comunità LGBTQIA+ e la famigerata ideologia gender.

Durante la messa in onda del festival di Sanremo, la docente aveva pubblicato un lungo post contro la “propaganda sessuale”, puntando il dito contro il cantante Rosa Chemical e chiedendo al governo di intervenire.

maestra-preghiere-sospesa

Inoltre, nei suoi post sui social la maestra si era anche scagliata contro il cartone animato Peppa Pig, pubblicizzando una petizione per non far andare in onda un episodio che trattava tematiche LGBTQIA+.

La petizione è stata descritta come una presa di posizione contro “l’ingerenza ideologica promossa dai gruppi LGBTQIA+”.

La lobby LGBT ha preso di mira i nostri figli e sta facendo di tutto per inculcargli la sua agenda ideologica. Dopo il magico mondo della Disney, i programmi per bambini su Netflix, le Barbie transgender, l’edizione Lego arcobaleno, ora la lobby LGBT ha messo le mani su uno dei programmi più amati dai bambini in età prescolare

maestra-preghiere-sospesa1

Prese di posizione chiarissime che, insieme alle informazioni emerse dall’ultima vicenda, delineano il profilo di una persona con un’ideologia ben precisa.

maestra-preghiere-sospesa2

Viene da chiedersi se, con un’indagine più approfondita, potrebbero emergere ulteriori dettagli sulle “attività extracurriculari” condotte dall’insegnante in orario scolastico.

Il sostegno da parte della destra

Non ha infatti tardato ad arrivare anche il sostegno della destra italiana. Secondo l’assessore all’Istruzione della Regione siciliana Mimmo Turano – militante nella Lega –, il provvedimento riservato a Francescangeli è stato “troppo severo” e “ingiustificato”.

Ho trovato incredibile che la maestra che conosce Matteo Messina Denaro sia stata inizialmente sospesa per dieci giorni, mentre una maestra che fa recitare le preghiere in classe venga sospesa per 20 giorni

Turano, moderato, centrista e cattolico praticante, ha mostrato il proprio sostegno all’insegnate, arrivando addirittura a offrirle un lavoro come consulente per il suo assessorato.

Nel caso della maestra della provincia di Oristano venti giorni di sospensione mi sembrano francamente assurdi. Dunque nessuna posizione reazionaria ma una visione illuministica, di difesa della libertà di espressione, ha animato e anima il mio intervento”.

Anche Vittorio Sgarbi, sottosegretario alla Cultura, ha richiesto al ministro dell’Istruzione e del merito, Giuseppe Valditara, di annullare la sospensione.

Questa sospensione è un affronto alla nostra cultura cristiana, alle nostre tradizioni, alla nostra storia che è legata indissolubilmente al Cristianesimo. Sono certo che il ministro vorrà fare giustizia di questo abuso“.

Anche Matteo Salvini, vicepremier, ha criticato il provvedimento con un post sui social.

Siamo alla follia. Buona Santa Pasqua a questa maestra, un abbraccio ai suoi bambini“.

maestra-preghiere-sospesa4

Un atteggiamento sconcertante mostrato dalle autorità dello Stato, che scelgono di contestare un provvedimento perfettamente in linea con le normative costituzionali.

Nel 2023, il ruolo di un’insegnante dovrebbe essere esclusivamente quello di trasmettere cultura e nozioni, lasciando ai propri alunni la libertà di scegliere autonomamente la propria fede religiosa. Ma soprattutto, un’insegnante dovrebbe rispettare i propri alunni a prescindere dalla loro identità di genere e orientamento.

Un concetto ovvio, ma a quanto pare non scontato.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Amadeus, Sanremo Giovani 2023

Sanremo verso Mediaset, Amadeus in onda sul NOVE già a fine agosto con tre programmi

Culture - Mandalina Di Biase 18.4.24
Sandokan, c'è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi - Sandokan - Gay.it

Sandokan, c’è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi

Serie Tv - Redazione 18.4.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
free willy, locali gay amsterdam

“Free Willy”, il nuovo locale queer ad Amsterdam dedicato agli amanti del nudismo

News - Redazione 19.4.24

Leggere fa bene

romania-unioni-civili

Romania in ritardo sul riconoscimento delle coppie omo, cresce l’estrema destra: l’allarme dellə attivistə

News - Francesca Di Feo 18.12.23
spadafora

Vincenzo Spadafora: “Sono gay e cattolico praticante, voglio portare avanti l’adozione per i single”

News - Redazione 14.3.24
Messico, il presidente Obrador definisce "un uomo vestito da donna" la deputata trans Salma Luevano - Andres Manuel Lopez Obrador - Gay.it

Messico, il presidente Obrador definisce “un uomo vestito da donna” la deputata trans Salma Luevano

News - Redazione 10.1.24
attivista-politica-trans-uccisa-messico

Messico: uccisa a colpi di pistola la politica e attivista trans pronta a candidarsi al Senato

News - Francesca Di Feo 16.1.24
george-lori-schappel-siamesi-morte

Addio a Lori e George Schappell, lǝ più longevǝ gemellǝ siamesi al mondo: uno di loro era trans

News - Francesca Di Feo 15.4.24
uganda-smug-perde-ricorso-tribunale

Uganda, l’NGO LGBTQIA+ SMUG perde il ricorso in tribunale: operazioni illegali secondo l’Anti Homosexuality Act

News - Francesca Di Feo 25.3.24
palestine queer flag israel x tweet

Israele manda un tweet alla comunità LGBTIQ+ a proposito di Hamas dopo la bandiera queer-palestinese

News - Giuliano Federico 30.10.23
A Rimini, domenica 7 aprile, l'evento "Ci vediamo al parco", per celebrare il TDOV - arcigay rimini trans tdov2024 1 - Gay.it

A Rimini, domenica 7 aprile, l’evento “Ci vediamo al parco”, per celebrare il TDOV

News - Giorgio Romano Arcuri 5.4.24