Il Festival di Rosa Chemical: portare sé stessə a Sanremo. E noi voliamo.

Il timore dei conservatori si è avverato: il gender fluid è arrivato a Sanremo ed è bellissimo.

ascolta:
0:00
-
0:00
Rosa Chemical Sanremo Gay.it
4 min. di lettura

Il gender fluid alla fine è arrivato, senza se e senza ma, a Sanremo 2023. Con buona pace di chi si era indignato, non potremmo amare di più, tutto ciò che Rosa Chemical ha portato sul palco dell’Ariston. Prima dell’annuncio della sua partecipazione, a cui sono seguito tremende polemiche da parte dei conservatori, il grande pubblico non conosceva il trapper che con “Made in Italy” ha segnato un precedente favoloso per il Festival della canzone italiana.

Gli attacchi della destra di governo sono arrivati immediatamente. Addirittura dal Parlamento. “Mina l’identità dell’uomo e della donna” ha detto in aula l’onorevole di Fratelli d’Italia, Maddalena Morgante. Che addirittura, prima del suo intervento alla Camera dei Deputati, ha chiesto scusa in anticipo per i termini che avrebbe di lì a poco utilizzato: “il sesso, l’amore poligamo, e il porno su Only Fans”.

L’Italia del mainstream conosceva a malapena il personaggio Rosa Chemical. Senza paura, orgogliosamente sé stesso e senza peli sulla lingua, il primo artista ad aver presentato la cover del suo singolo su OnlyFans, con un look da far rizzare i capelli ai più puritani. Ma una certa l’Italietta fomentata in Parlamento dalla destra (e che forse non esiste davvero nel paese) non era pronta alla sua presenza sul palco dell’Ariston, con un inno alla libertà sessuale, all’amore, all’uguaglianza e alla libertà. Classe 1998, Rosa Chemical è semplicemente l’incarnazione di tutta la libertà e fluidità delle nuove generazioni, che passo dopo passo stanno conquistando anche i luoghi più tradizionalisti e nazional popolari. Chi non se ne fa una ragione, se ne farà una malattia. Perché non si fermeranno. Non ci fermeremo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ROSA ♡ CHEMICAL (@gipsyboirosa)

Rosa Chemical veleggia davanti a decine di milioni di telespettatori e streaming con i suoi outfit stellari, le unghie glamour, il make up spaziale e la sua “perversione” (parola ormai che risuona come una provocazione astratta, ma purtroppo ancora necessaria nel nostro paese catto-bigotto). Perversione di cui Chemical va fiero. A Sanremo ha unito questa perversione al “Made in Italy”. Una provocazione tutto sommato simpatica, e anche innocua. Ma che, nella locuzione “sesso made in Italy”, risuona insopportabile alla marmaglia dell’estrema destra del Governo Meloni, sempre più distante in questi giorni dall’Europa dei diritti.

Rosa a Sanremo ha fatto scoppiare il fegato dei boomer (parola chiave di questo Festival 2023) conservatori?
Fatto.
Twerkare in prima serata su Rai1? Fatto.
Portare sul palco di Sanremo un plug anale? Nemmeno nei nostri sogni più reconditi ce lo saremmo immaginato, ma: fatto.

Rosa Chemical non ha paura di mostrarsi per come è. Non per calpestare sensibilità come dice qualcuno. Rosa vuole scardinare un concetto: nessunə è sbagliatə , è che siamo diversə

A chi si è sentito sbagliato, e invece era solo diverso.

(Rosa Chemical)

Non è gay – dice – e per essere fluido non serve esserlo. E poi diciamocelo, queste regole non contano più molto. Rosa vuole scardinare anche certe regole un po’ troppo fossilizzate nella comunità LGBTQIA+. Vedremo se ne sarà all’altezza.

Rosa Chemical – all’anagrafe Manuel Franco Rocati – è senza pregiudizi, contro la mascolinità tossica, si definisce genderless e indossa ciò che vuole. Le etichette non fanno per lui. Si definisce etero, online girano video in cui bacia dei ragazzi, tra cui Tananai, ed è fidanzato, ma si tratta di una relazione aperta. Non esistono limiti e non esistono confini: la sua è una libertà totale, a tratti scomoda per chi non ci è abituato, e bellissima da vedere.

Nella serata dei duetti, Rosa Chemical ha portato con sé Rose Villain, che ha stregato prima gli Stati Uniti e poi l’Italia, un look dark e attratta dal macabro, che è stato il connubio perfetto. Rosa ha brillato. Ha portato un sex toy sul palco dell’Ariston.  Dovevamo arrivare al 2023 per vedere un plug anale sul palco più famoso d’Italia, e menomale che ci siamo arrivati. Il tutto, nel bel mezzo della cover di un’altra canzone che scandalizzò al tempo della pubblicazione, nel 1979, per i suoi temi espliciti: “America” di Gianna Nannini.

 

Rosa Chemical Sanremo Gay.it
Rosa Chemical e il plug anale sul palco dell’Ariston

In questo Festival pieno di polemiche e momenti inaspettati, Rosa Chemical ha fatto una piccola rivoluzione, solo attraverso la sua esistenza sul palco, mostrandosi senza remore e senza filtri, trasformando tutta la sua arte nel messaggio di libertà, che per molti è trasgressione, traspirato dalle sue esibizioni. Per l’opinione pubblica Rosa Chemical è tanto scomodo quanto il pretesto per fare click e cinguettare commenti, ma la naturalezza con cui impugna sé stesso, facendosi diventare un’arma contro l’omologazione, è la svolta inaspettata che ha stupito.

Forse “Made in Italy” non vincerà Sanremo 2023 e non rappresenterà l’Italia all’Eurovision Song Contest, ma di Rosa Chemical si continuerà a parlare, in un modo o nell’altro. “Sono perverso della perversione”, ha dichiarato, e questa fa sempre gola. Lo abbiamo appena visto: Rosa Chemical lascia il palco gridando “Viva il sesso!”, Amadeus ridacchia un po’ imbarazzato, Internet si scatena e noi voliamo liberə.

Ileana Dugato

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

BigMama a Domenica In

BigMama: “Prima di Lodovica nascondevo la mia sessualità, non pensavo di meritare amore”

Musica - Emanuele Corbo 22.4.24
Mahmood 17 Maggio Omobitransfobia

Cosa dirà Mahmood il 17 Maggio nella giornata contro l’omobitransfobia?

Musica - Mandalina Di Biase 22.4.24
Gianna Nannini: "Carla mi ha salvata, l'unica persona che in tutta la mia vita mi ha sempre sostenuto" - Sei nellanima foto Ralph Palka SNA 491A7764 - Gay.it

Gianna Nannini: “Carla mi ha salvata, l’unica persona che in tutta la mia vita mi ha sempre sostenuto”

Culture - Federico Boni 24.4.24
Justin Bieber Jaden Smith

Il video del corpo a corpo d’amore tra Justin Bieber e Jaden Smith infiamma gli animi e scatena gli omofobi

Musica - Mandalina Di Biase 22.4.24
Parigi 2024, Campbell Harrison bacia il fidanzato dopo essersi qualificato per le Olimpiadi (VIDEO) - Parigi 2024 Campbell Harrison bacia il fidanzato dopo essersi qualificato per le Olimpiadi - Gay.it

Parigi 2024, Campbell Harrison bacia il fidanzato dopo essersi qualificato per le Olimpiadi (VIDEO)

News - Redazione 24.4.24
Spice Girls, è reunion per i 50 anni di Victoria Beckham: "L'amicizia non finisce mai" (foto e video) - Victoria Beckham - Gay.it

Spice Girls, è reunion per i 50 anni di Victoria Beckham: “L’amicizia non finisce mai” (foto e video)

News - Redazione 22.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

Kristen Stewart per Rolling Stone (2024)

Kristen Stewart parla di fluidità di genere in jockstrap su Rolling Stone (e i repubblicani sono infuriati)

Culture - Redazione Milano 15.2.24
Noen Eubanks genz tiktok eboy

Noen Eubanks, chi è l’e-boy della GenZ che sbanca TikTok e piace alla moda

Lifestyle - Redazione Milano 8.12.23
Pornhub 2023, Italia nona al mondo. Crollo durante Sanremo. Ecco i pornodivi gay più ricercati - pornhub 2023 - Gay.it

Pornhub 2023, Italia nona al mondo. Crollo durante Sanremo. Ecco i pornodivi gay più ricercati

Corpi - Redazione 15.12.23