Sandro Giordano: da attore impegnato a fotografo di “schianti”

Sandro Giordano racconta a Gay.it come è nato il suo progetto fotografico IN EXTREMIS (bodies with no regret), la raccolta di persone schiantate a terra.

Sandro Giordano: da attore impegnato a fotografo di "schianti" - SANDRO G - Gay.it
5 min. di lettura

Abbiamo incontrato Sandro Giordano, attore e fotografo romano, autore del progetto fotografico IN EXTREMIS (bodies with no regret), un racconto contemporaneo di 170 scatti in cui vizi e virtù della società odierna vengono letteralmente schiantati a terra.
Sandro Giordano inizia la sua carriera come attore e conduttore televisivo nel 93, lavora con importanti registi italiani come Dario Argento e Carlo Verdone, e parallelamente, dal 2013, nasce la sua opera fotografica; una raccolta di corpi caduti, schiantati dalle dinamiche degli eventi nella vita di tutti i giorni.

Sandro Giordano: da attore impegnato a fotografo di "schianti" - PRIMA - Gay.it
PRIMA – Roma 2019

Il suo è un messaggio volutamente ipercritico, utilizza un linguaggio ruvido e impattante che è stato spesso oggetto di censura; solo lo spettatore più introspettivo potrà cogliere nella delicatezza dello schianto, la sensibilità dell’autore, sorridere della cura certosina dei dettagli e identificarsi nel proprio schianto personale.

Sandro Giordano: da attore impegnato a fotografo di "schianti" - A CASA VOSTRA - Gay.it
A CASA VOSTRA – Roma 2019

Come è nato il progetto?

Il progetto è nato circa sette anni fa, un po’ per gioco ma non per caso. Ero stato vittima di una brutta caduta in bici. Subito dopo lo “schianto”, mi ero reso conto di non aver lasciato andare l’oggetto che tenevo stretto in mano, una semplice barretta proteica. Avrei potuto attutire il colpo ma non l’ho fatto.

Sandro Giordano: da attore impegnato a fotografo di "schianti" - SUGAR FREE PLEASE - Gay.it
SUGAR FREE PLEASE – Roma 2019

Ho iniziato così a riflettere su quanto noi esseri umani siamo vittime di ciò che possediamo. Parlo al plurale perché dopo alcuni giorni dal mio incidente, un mio amico, per salvare il suo smartphone, si era rotto una
gamba cadendo dagli scogli. Poco a poco, è nata in me l’idea di denunciare quest’aspetto inquietante delle nostre vite, e ho deciso di farlo in chiave ironica e grottesca.

Sandro Giordano: da attore impegnato a fotografo di "schianti" - LA PECORINA - Gay.it
LA PECORINA – Barcelona 2018

Hai mai toccato delle tematiche LGBTQ con il tuo progetto IN EXTREMIS (bodies with no regret)?
Sì, è successo in un paio di occasioni e sono stato molto criticato dalla comunità LGBTQ+, accusandomi, tra le altre cose, di essere omofobo.
Niente di più lontano da me. Mi piace raccontare il “nero” che è in noi, la parte più nascosta, quella che spesso nascondiamo agli altri, e lo faccio in maniera diretta, senza girare troppo intorno all’argomento. Inevitabilmente, questo solleva diverse polemiche, proprio perché vado a toccare alcuni temi “scomodi” che preferiremmo tenere nascosti.

Sandro Giordano: da attore impegnato a fotografo di "schianti" - STIAMO ALLA FRUTTA - Gay.it
STIAMO ALLA FRUTTA – Pratica di Mare 2016

Hai un tuo scatto preferito nella serie?
Come chiedere a un padre quale figlio ama di più. Non è facile fare una selezione, però sì, alcune foto, possiamo dire, siano venute fuori migliori di altre. Ho affrontato temi politici e sociali, come la pedofilia nella chiesa cattolica, razzismo e omofobia, sesso dipendenza e dipendenza da droghe. Ho fatto anche una foto contro Matteo Salvini, che detesto particolarmente. Ecco, queste forse sono quelle che sento di più, ma come ti ho già detto, le amo tutte.

Sandro Giordano: da attore impegnato a fotografo di "schianti" - DEVOTA A TE MIO CAPITONE - Gay.it
DEVOTA A TE MIO CAPITONE – Roma 2019

C’è uno scatto o anche più di uno che parla dei tuoi “schianti” personali?
Un paio delle centosettanta foto realizzate per il progetto, sono strettamente autobiografiche. Una dedicata alla mia ultima storia d’amore, finita molto male. L’altra, al mio passato droghereccio. In ogni caso, tutto ciò che racconto, in qualche modo, mi appartiene. Cerco sempre di essere onesto con me stesso quando faccio le foto. Non potrei diversamente, sarebbe una recita, un copia/incolla.

Sandro Giordano: da attore impegnato a fotografo di "schianti" - IL MUTUO DA PAGARE - Gay.it
IL MUTUO DA PAGARE – Roma 2018

Quale scatto della serie ti verrebbe da dedicare ai lettori di GAY.IT?
Ho fatto due foto a tematica omosessuale, una delle quali criticata ferocemente dall’ambiente e censurata da tutti i social, ovviamente.
Si chiama TOILET. Ho ritratto tre uomini “schiantati” nella toilette di una discoteca, intenti ad assumere droghe e a fare sesso senza protezione. La mia era una chiara denuncia contro una piaga sociale, che purtroppo
riguarda anche gli etero, ma di cui si parla pochissimo.

Sandro Giordano: da attore impegnato a fotografo di "schianti" - TOILET - Gay.it
TOILET – Roma 2018

Sei mai stato censurato?
Ecco, appunto. Sì è successo più volte. Posso capire sia scomoda la foto con i tre uomini in bagno, ma censurare un prete pedofilo mi è sembrato davvero fuori luogo. Ci indigniamo davanti ai fatti di cronaca quando ne parlano i giornali, poi, arrivo io a svelare il misfatto e vengo censurato. Sicuramente la foto è molto forte e disturbante, ma non può esserlo più di quanto questi schifosi facciano ai bambini nella realtà.
Un po’ il gioco delle tre scimmiette, no? Non sento, non vedo, non parlo… E quindi, non denuncio. Cosi va il mondo!

Sandro Giordano: da attore impegnato a fotografo di "schianti" - BELLO SPETTACOLO COMPLIMENTI - Gay.it
BELLO SPETTACOLO COMPLIMENTI – Barcelona 2018

Sandro Giordano in uno slogan
(ride) Non saprei, davvero. Prima della pandemia i giornali scrivevano: Sandro Giordano, il fotografo che “schianta” l’umanità. Ora siamo davvero tutti “schiantati”, c’è poco da ridere. Infatti, ho smesso. L’ultima foto, scattata nel marzo del 2020, pochi giorni prima che andassimo in lockdown, si chiama YOU NEVER KNOW. Ho estremizzato quello che da lì a poco sarebbe successo.

Sandro Giordano: da attore impegnato a fotografo di "schianti" - MEA MAXIMA CULPA - Gay.it
MEA MAXIMA CULPA – Arezzo 2018
Sandro Giordano: da attore impegnato a fotografo di "schianti" - BEST GIRLFRIENDS FOREVER - Gay.it
BEST GIRLFRIENDS FOREVER – Roma 2019

Come ti vedi fra 20 anni

Oddio! Bella domanda e nello stesso tempo molto complicata. Sono romano e a Roma diciamo: beato chi
c’ha ‘n occhio domani. Difficile dire dove saremo tra vent’anni, visto quello che sta succedendo. Posso dirti
quello che spero, qual è il mio sogno. Mi piacerebbe vivere in una casa isolata nel bosco, con tanti animali e qualche amico fidato. Non ho grosse pretese.

Sandro Giordano: da attore impegnato a fotografo di "schianti" - IO SONO LITALIA - Gay.it
IO SONO L’ITALIA – Roma 2015

Hai un progetto futuro da condividere con noi?
Come già detto poco fa, ho messo da parte IN EXTREMIS (bodies with no regret), almeno per il momento, e mi sto dedicando a un altro progetto, ancora più estremo, di cui non posso parlare per segreto professionale. Questa volta nel ruolo di regista, si tratta di video.
Però, come si dice: il primo amore non si scorda mai. Mi manca tanto “schiantare” le persone, e quindi tornerò, ma devo prima capire in quale direzione andrà il mondo dopo la pandemia.

http://www.sandrogiordanoinextremis.it/

https://www.instagram.com/__remmidemmi/

Sandro Giordano: da attore impegnato a fotografo di "schianti" - UN GIORNO QUALUNQUE - Gay.it
UN GIORNO QUALUNQUE – Bruxelles 2016
Sandro Giordano: da attore impegnato a fotografo di "schianti" - YOU NEVER KNOW - Gay.it
YOU NEVER KNOW – Roma 2020

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Maluma, Leto, Scilla, Ghali, Mendes e tanti altri - specchio specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Maluma, Leto, Scilla, Ghali, Mendes e tanti altri

Corpi - Redazione 14.6.24
Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l'omofobia - Dennis Gonzalez - Gay.it

Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l’omofobia

Corpi - Redazione 13.6.24
Tiziano Ferro ospite di Voci Parallele

Giuni Russo “Voci Parallele”: Tiziano Ferro, Irene Grandi e tutti gli ospiti del concerto in ricordo di un’artista immensa

Musica - Emanuele Corbo 12.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
L'Amante dell'Astronauta, l'amore queer "spudoratamente felice" che abbatte limiti ed etichette - Lamante dellastronauta 05 - Gay.it

L’Amante dell’Astronauta, l’amore queer “spudoratamente felice” che abbatte limiti ed etichette

Cinema - Federico Boni 14.6.24
Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora - Sephora bigmama - Gay.it

Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora

News - Gay.it 14.6.24

Continua a leggere

Arrusi Pigneto Luana Rigolli

San Valentino, a Roma spuntano i ritratti degli arrusi, gli omosessuali confinati dal fascismo alle Isole Tremiti

Culture - Redazione Milano 14.2.24
Andrea Tarella - Gay.it intervista

Le creature fantastiche di Andrea Tarella “Ho galline in giardino, un fagiano, un’iguana, un drago barbuto, e tanti acquari intorno a me”

Culture - Riccardo Conte 20.2.24
Foto di Jamie Mccartney

Il Museo della Vagina include anche le persone trans*

Culture - Redazione Milano 18.1.24
Foto: Matteo Gerbaudo

Giada Biaggi non si sente più in colpa: ‘Abbi l’audacia di un maschio bianco’, l’intervista

Culture - Riccardo Conte 18.3.24
Corita Kent Padiglione Vaticano Biennale 2024

Biennale di Venezia, Papa Francesco omaggerà Corita Kent, la suora queer che fuggì con la sua amante

Culture - Mandalina Di Biase 14.3.24
Cate Blanchett insieme a Coco Francini e la Dott.ssa Stacy L. Smith (Good Morning America)

Cate Blanchett a sostegno dellə cineastə donne, trans, e non binary

Cinema - Redazione Milano 19.12.23
whereupon-turmoil-allen-frame

Prima e dopo l’hiv, quegli anni tra fine ’70 e ’90 a New York: “Whereupon”, rivoluzione e tragedia negli scatti di Allen Frame

Culture - Francesca Di Feo 6.6.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24