Slavik’s Fashion: se un homeless diventa guru di stile, il progetto artistico di Yurko Dyachyshyn

Quella purezza primordiale che i codici comunicativi e sociali, come i vestiti, possono avere quando rimangono intonsi dagli artifici della vita contemporanea.

ascolta:
0:00
-
0:00
Slavik’s Fashion: se un homeless diventa guru di stile, il progetto artistico di Yurko Dyachyshyn - COVER SLAVIK - Gay.it
6 min. di lettura

Slavik’s Fashion è il progetto fotografico dell’artista Yurko Dyachyshyn su Slavik, homeless con uno spiccato senso dello stile, protagonista di oltre 100 fotografie scattate durante incontri casuali per le strade di Lviv, in Ucraina, dal 2011 al 2013.
Slavik al tempo aveva 55 anni, senza fissa dimora, ma non era sicuramente uno qualunque, il suo stile di vita era diverso da quello degli altri senzatetto:

“Slavik non indossava quasi mai gli stessi vestiti, il che è molto strano per un senzatetto. Cambiava gli abiti continuamente, a volte due volte al giorno,  e regolarmente anche pettinatura e barba e si radeva le ascelle, e così che ho deciso di raccogliere la sua collezione di look alla moda.”

 

Slavik’s Fashion: se un homeless diventa guru di stile, il progetto artistico di Yurko Dyachyshyn - Yurko Dyachyshyn Slaviks Fashion 0120 - Gay.it
Slaviks Fashion by Yurko Dyachyshyn

 

Nel 2013 Slavik scompare definitivamente, portando con sé la leggerezza di un’innata consapevolezza dello stile e del successo che il progetto fotografico ha avuto nel tempo. Un insegnamento di semplicità a tutto tondo sulla purezza primordiale che i codici comunicativi e sociali, come i vestiti, possono avere quando rimangono intonsi dagli artifici della vita contemporanea.

 

Yurko Dyachyshyn – INTERVISTA 

Slavik’s Fashion: se un homeless diventa guru di stile, il progetto artistico di Yurko Dyachyshyn - Yurko Dyachyshyn Slaviks Fashion 0118 - Gay.it
Slaviks Fashion by Yurko Dyachyshyn

 

Abbiamo incontrato per voi Yurko Dyachyshyn

Come è nato il progetto “Slavik’s fashion”?

Tutta la mia vita quotidiana, il mio lavoro creativo e i miei passatempi sono strettamente legati alla parte centrale (vecchia) della città (Lviv, Ucraina ndr), dove trascorro molto tempo. La parte centrale di Lviv, proprio come luoghi simili in altre città, è una calamita per tutti. Ci sono sempre molte persone ed eventi, turisti, eccentrici vari, e Slavik era tra questi.
L’avevo notato molto tempo fa, incrociandolo continuamente per strada, ma non ho visto e capito subito cosa potesse venirne fuori.
Prima di questo lavoro, ho completato un progetto a lungo termine, “His Dreams”, su un altro freak di nome Andrew. Era un progetto molto importante e quindi non volevo iniziare qualcosa di nuovo in modo affrettato.
In seguito ho notato che Slavik si cambiava quotidianamente d’abito e ho deciso di raccogliere la sua collezione di look alla moda.
Tutte le foto (oltre 100 ritratti diversi) sono state scattate in occasione di incontri occasionali per due anni, dal febbraio 2011 al febbraio 2013. Potevo incontrare Slavik ogni giorno o una volta ogni settimana o addirittura ogni mese.

 

Slavik’s Fashion: se un homeless diventa guru di stile, il progetto artistico di Yurko Dyachyshyn - Yurko Dyachyshyn Slaviks Fashion 0112 - Gay.it
Slaviks Fashion by Yurko Dyachyshyn

 

Sebbene Slavik fosse uno senza fissa dimora, non era un homeless ordinario. Come “immaginiamo” di solito i senzatetto? La maggior parte sono persone vestite di abiti sporchi con grandi borse in cui conservano le loro cose, oltre a raccogliere bottiglie, cartacce e altre cianfrusaglie. Trascinano continuamente le loro “merci”, chiedono l’elemosina, giacciono sui marciapiedi e negli angoli; ma non ho mai visto Slavik con una borsa e con in mano qualcosa che non fosse una bottiglia di birra e una sigaretta. Sembrava sempre che andasse a fare una passeggiata pomeridiana in città per bere birra e mettere in mostra tutti i suoi vestiti nuovi.

 

Slavik’s Fashion: se un homeless diventa guru di stile, il progetto artistico di Yurko Dyachyshyn - Yurko Dyachyshyn Slaviks Fashion 0107 - Gay.it
Slaviks Fashion by Yurko Dyachyshyn

 

Lo stile di vita di Slavik è diverso da quello degli altri senzatetto, non portava con sé molte borse, né rovistava nei bidoni della spazzatura.
Non parlava con gli altri senzatetto e gli altri non facevano affari con lui.
Slavik non indossava quasi mai gli stessi vestiti, il che è molto strano per un senzatetto. Oltre a cambiare abito ogni giorno (a volte due volte al giorno), cambiava regolarmente pettinatura e barba e si radeva le ascelle. Com’ è possibile per un homeless? Ho pensato avesse un nascondiglio e nessuno lo conoscesse e che mantenesse il segreto della sua casa.
Slavik si aggirava per le strade e chiedeva spiccioli, ma non era fastidioso. Beveva regolarmente alcolici, soprattutto birra, ma non era un alcolista. Slavik è decisamente il senzatetto più alla moda del mondo!

 

Slavik’s Fashion: se un homeless diventa guru di stile, il progetto artistico di Yurko Dyachyshyn - Yurko Dyachyshyn Slaviks Fashion 0123 - Gay.it
Slaviks Fashion by Yurko Dyachyshyn

 

I miei tentativi di conoscere la storia della sua vita sono stati vani. Gli stralci della sua storia che ho rivelato sono difficili da incastrare in una sorta di cronologia, non convergono e differiscono l’uno dall’altro. Anche se non conosco la sua biografia, credo che “La moda di Slavik” sia una storia unica senza precedenti!

 

Slavik’s Fashion: se un homeless diventa guru di stile, il progetto artistico di Yurko Dyachyshyn - Yurko Dyachyshyn Slaviks Fashion 0106 - Gay.it
Slaviks Fashion by Yurko Dyachyshyn

 

Quale messaggio ti piacerebbe trasmettere con il  progetto?

Slavik’s Fashion è una storia incredibile e straordinaria, che non ha paragoni, perché non riguarda solo la moda e lo stile, ma è un esempio straordinario di come siamo in grado di cambiare indipendentemente dalle nostre condizioni di vita!

Non ho cercato di influenzare o cambiare la sua vita in alcun modo.
Come artista, astraggo e condivido sentimenti personali, per l’idea principale e la creatività. Ero un documentarista di una storia umana strana e unica che volevo raccontare.
A quel tempo ero ancora un giovane artista piuttosto ingenuo e credevo che gli artisti e le loro idee potessero influenzare il mondo e cambiarlo! Ma col tempo ci si rende conto che la filosofia o il lavoro creativo di un singolo artista non renderanno il mondo più felice o migliore. L’artista non può influenzare le masse (come noi fantastichiamo ambiziosamente) e può influenzare solo se stesso e un piccolo numero di persone, spesso facendolo per il suo lavoro, e sacrificando troppo del suo tempo, della sua pace, della sua salute e del suo benessere.

 

Slavik’s Fashion: se un homeless diventa guru di stile, il progetto artistico di Yurko Dyachyshyn - Yurko Dyachyshyn Slaviks Fashion 0115 - Gay.it
Slaviks Fashion by Yurko Dyachyshyn

 

Oggi, quanto è importante essere originali e quanto invece seguire le mode per essere accettati dalla società?

Tutto dipende dal luogo in cui si vive e dalla cerchia di persone che ci circondano o dal luogo di lavoro/studio, ecc.
Per una certa età o status sociale, l’abbigliamento e lo stile possono essere molto importanti per la percezione o l’accettazione di tutti noi.
Anche la moda può essere importante in modo specifico per noi, a seconda del nostro stato d’animo personale.

 

Cosa pensava Slavik del progetto fotografico e cosa pensava della moda?

Non ho una risposta a questa domanda.
Spesso mi viene chiesto dove si trova Slavik ora?
Sa della sua popolarità su Internet e cosa ne pensa? Qual è il suo destino?
Purtroppo Slavik è scomparso dalle strade di Leopoli all’inizio del 2013, prima della popolarità del progetto su Internet.

Non ho dato importanza al fatto di non vederlo per molto tempo, perché una volta era scomparso per mezzo anno. Sembrava che da un momento all’altro sarebbe ricomparso, ma è passato molto tempo e non è più tornato.
A causa della grande popolarità del progetto su Internet, iniziata alla fine del 2014, quando Slavik è scomparso, molti giornalisti hanno cercato di trovarlo.
A volte si dice che sia stato visto, ma non ci sono state conferme. Anche i miei tentativi di ricerca sono falliti.
Mi piacerebbe fantasticare che tutto vada bene con lui e che un giorno appaia improvvisamente dietro di me e dica: “Amico, dove sei stato?”.

O come qualcuno ha scritto in un commento: “Voglio credere che Slavik stia bene e che ora lavori in uno degli studi di modellismo, dove crea i suoi look”.

Come descriverebbe il senso estetico di Slavik?

Slavik era un pazzo, quindi non comunicava adeguatamente e le sue risposte non erano del tutto chiare. A tutte le mie domande sui vestiti e sul perché lo faceva, rispondeva che le cose sono vanità e che se ne possono trovare molte nella spazzatura. Slavik diceva che bisogna preoccuparsi della salute e tenersi lontani da chi potrebbe rovinare la propria serenità. Nonostante queste risposte indifferenti, Slavik aveva ancora un senso della bellezza, dello stile e della moda e i suoi abiti non erano casuali. Non era casuale che li cambiasse ogni giorno, adattandoli con cura al tempo e alla stagione.

 

Slavik’s Fashion: se un homeless diventa guru di stile, il progetto artistico di Yurko Dyachyshyn - Yurko Dyachyshyn Slaviks Fashion 0103 - Gay.it
Slaviks Fashion by Yurko Dyachyshyn

 

Quali consigli di stile possiamo imparare da Slavik?

Non seguire la moda e le tendenze, sii te stesso e indossa ciò che vuoi e come ti piace.

 

Ha una foto/un look di Slavik a cui è particolarmente affezionato?

È difficile scegliere una sola foto, per me è importante tutta la serie nel complesso e nella quantità.

 

https://www.instagram.com/slaviksfashion/

https://www.dyachyshyn.com/slavik-s-fashion

Slavik’s Fashion: se un homeless diventa guru di stile, il progetto artistico di Yurko Dyachyshyn - Yurko Dyachyshyn Slaviks Fashion 0101 - Gay.it
Slaviks Fashion by Yurko Dyachyshyn

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Parigi 2024, ecco gli atleti dichiaratamente LGBTQIA+ che si sono qualificati alle Olimpiadi - olimpiadi parigi atleti queer - Gay.it

Parigi 2024, ecco gli atleti dichiaratamente LGBTQIA+ che si sono qualificati alle Olimpiadi

Corpi - Federico Boni 23.7.24
Chi era Goliarda Sapienza? - Matteo B Bianchi9 - Gay.it

Chi era Goliarda Sapienza?

Culture - Federico Colombo 10.7.24
spiagge gay italiane spiagge queer lgbtqia

Speciale Spiagge 2024: 100 spiagge gay in Italia da non perdere

Viaggi - Redazione 1.7.24
Roma Pestaggio Coppia Gay Siti In

“Guarda sti fr*c*” non è omofobia? Sit-in mercoledì 24 e polemiche sul pestaggio alla coppia gay di Roma, dopo che gli indagati respingono l’accusa

News - Redazione 22.7.24
Claudia Pandolfi Giffoni

Claudia Pandolfi in lacrime a Giffoni per “Il ragazzo dai pantaloni rosa”: “Sento la responsabilità di questo film”

Cinema - Emanuele Corbo 23.7.24
Venezia 81, tutti i film in programma. Ci sono Joker 2, Queer di Guadagnino, Almodovar e Maria di Larrain - QUEER by Luca Guadagnino from left Drew Starkey and Daniel Craig photo by Yannis Drakoulidis - Gay.it

Venezia 81, tutti i film in programma. Ci sono Joker 2, Queer di Guadagnino, Almodovar e Maria di Larrain

Cinema - Federico Boni 23.7.24

Leggere fa bene

Mahmood RA TA TA - Il velo e anche la tuta sono del brand palestinese Trashy Clothing

Mahmood fa “RA TA TA” con un velo palestinese che ha un significato

Musica - Mandalina Di Biase 13.6.24
Mahmood inSAFE FROM HARM A FILM BY WILLY CHAVARRIA

Mahmood, il video integrale di Willy Chavarria designer di collezioni non binarie

Lifestyle - Mandalina Di Biase 13.2.24
Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24
BigMama, Lorenzo Seghezzi è il suo fashion designer - Sessp 29 - Gay.it

BigMama, Lorenzo Seghezzi è il suo fashion designer

News - Federico Colombo 8.2.24
Alessandro Michele - Creative Director Valentino

Valentino, Alessandro Michele direttore creativo dopo l’addio di Pierpaolo Piccioli che andrebbe da Chanel

Lifestyle - Mandalina Di Biase 28.3.24
Becoming Karl Lagerfeld, il full trailer italiano racconta anche la storia d'amore con Jacques de Bascher - Disney Becoming Karl Lagerfeld Daniel Bruhl Theodore Pellerin - Gay.it

Becoming Karl Lagerfeld, il full trailer italiano racconta anche la storia d’amore con Jacques de Bascher

Serie Tv - Redazione 26.4.24
Non Voltarti – Storie di Quartiere

Non Voltarti: Levi’s celebra la comunità queer di Porta Venezia

Lifestyle - Redazione Milano 31.5.24
Marco Mengoni e Xavier Dolan alla sfilata di Fendi SS25 - foto instagram @mengonimarcoofficial

Marco Mengoni e la scaramuccia con Xavier Dolan, mentre Nicholas Galitzine ride con Aron Piper

Lifestyle - Mandalina Di Biase 16.6.24