Sanremo 2018: Gino Paoli ricorda il ‘diverso’ Umberto Bindi, discriminato perché omosessuale

Deriso, massacrato, umiliato perché omosessuale e infine dimenticato, Umberto Bindi è stato omaggiato da Claudio Baglioni e Gino Paoli al Festival di Sanremo.

Sanremo 2018: Gino Paoli ricorda il 'diverso' Umberto Bindi, discriminato perché omosessuale - Scaled Image 20 - Gay.it
2 min. di lettura

Nel corso della 3° serata del Festival di Sanremo andata in onda ieri, con share bulgaro superiore al 52%, quasi 11 milioni di telespettatori e la battutaccia di Favino su Conchita Wurst, c’è stato un inatteso ma doveroso omaggio ad uno dei cantanti italiani più discriminati di sempre, solo e soltanto perché omosessuale. Umberto Bindi.

Gino Paoli, suo grande amico, l’ha ricordato con parole d’affetto, dedicandogli Il nostro concerto, al vertice dei singoli più venduti nel 1960 per 10 settimane.

‘Vorrei ricordare questo nostro amico, grande musicista, massacrato nell’attimo più giusto della sua cariera da un odio che spesso ancora oggi resiste contro i diversi, i diversi che hanno qualcosa in più e non qualcosa in meno. Era Umberto Bindi. E questa era la canzone che sarebbe stata il suo lancio, se non ci fosse stato questo odio’.

Detto che non siamo ‘diversi’, ma semplicemente omosessuali, Paoli e Baglioni hanno avuto il merito di ricordare dal palco dell’Ariston una delle figure più emarginate e penalizzate della musica nostrana, 60 anni fa sfacciatamente omofoba. A raccontarlo apertamente fu lo stesso Bindi, al Festival di Sanremo del 1996. I suoi problemi presero vita su quello stesso palco nel 1961, quando i giornali dell’epoca non si interessarono alla melodia della canzone da lui presentata bensì dell’anello che portava al dito. “Parlavano so­lo del mio anello al dito mignolo e, dunque, solo pettegolezzi e malignità, cattiverie e infamie. Della mia canzone non fregava niente a nessuno. Volevano solo sapere se ero finocchio“. Da allora quel che poteva essere non è semplicemente stato.

Deriso, massacrato, umiliato e infine dimenticato, Bindi è morto in povertà, senza un soldo in tasca. Sempre Gino Paoli, nell’aprile 2002, lanciò su Il Messaggero un appello affinchè gli venissero concessi i benefici della legge Bacchelli a sostegno degli artisti. Il vitalizio arrivò ma il mese dopo Umberto, in ospedale a causa di un rene fuori uso, quattro by-pass, un’angioplastica e il fegato distrutto da un principio di cirrosi, morì. Era il 23 maggio del 2002. Da allora nessuno ha più parlato di Umbero Bindi, dimenticato anche dopo la morte. Ecco perché un applauso, dinanzi al ricordo sanremese, va con forza esplicitato.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

L'artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché "a scuola diventerebbe gay" (VIDEO) - Bryce Mitchell - Gay.it

L’artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché “a scuola diventerebbe gay” (VIDEO)

Corpi - Redazione 24.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

arcobaleno rainbow

Treviso, marmista licenziato perché gay fa causa all’azienda

News - Francesca Di Feo 29.11.23
flavia-fratello-battuta-vannacci

Flavia Fratello replica bene a Vannacci, ma in passato firmò contro il Ddl Zan e diede spazio alla transfobia delle TERF

News - Francesca Di Feo 7.3.24
Lorenzo Gasperini, ex consigliere leghista condannato per diffamazione contro Arcigay Livorno - Arcigay Livorno - Gay.it

Lorenzo Gasperini, ex consigliere leghista condannato per diffamazione contro Arcigay Livorno

News - Redazione 8.3.24
Loredana Bertè Pazza Sanremo 2024

Sanremo 2024 è scomodo, Loredana Bertè: “Quando ti obbligano…”

Musica - Redazione Milano 28.1.24
BigMama a Sanremo 2024

BigMama vittima di body shaming da parte di un giornalista

Musica - Luca Diana 7.2.24
Pavel Lobkov

Mosca, giornalista mostra segni di aggressione “Così picchiano un fr**io”

News - Redazione Milano 2.1.24
St. Vincent e Grenadine, l'Alta Corte conferma: "Il sesso gay è illegale, legge ragionevolmente necessaria" - Caraibi - Gay.it

St. Vincent e Grenadine, l’Alta Corte conferma: “Il sesso gay è illegale, legge ragionevolmente necessaria”

News - Redazione 19.2.24
africa-burundi-lapidare-omosessuali

Africa, il presidente del Burundi invita la popolazione a lapidare gli omosessuali

News - Francesca Di Feo 2.1.24