Spagna, 3 agenti di Polizia in prigione per omofobia

Prima storica condanna per agenti di polizia in Spagna. Vittima una loro collega, lesbica dichiarata.

mobbing
Il mobbing non paga: 3 agenti in carcere per la lesbofobia verso una collega.
2 min. di lettura

Per quasi 10 anni Sonia Vivas è stata vittima di un violento mobbing omofobico a lavoro. L’agente di Polizia era stata presa di mira da un gruppo di colleghi solo perché lesbica. Ora, Sonia è assessora alla giustizia sociale nel consiglio comunale della capitale delle Baleari.

Per anni le hanno lanciato uova sulla sella della moto, le hanno rotto la serratura della porta d’ingresso, bucato le gomme dell’auto. Nella sua testimonianza, Sonia ha rivelato che pensava che un giorno l’avrebbero addirittura uccisa. Ma non solo. Sembra che la lesbofobia fosse l’atteggiamento tipico dei colleghi nei suoi confronti.

 Era umiliante come donna e come lesbica . Mi hanno trattato come spazzatura.

Le mettevano le mani sui genitali, prendevano in giro altri omosessuali, coscienti che lei era abbastanza vicina da sentirli. Una volta hanno gettato una secchia d’acqua contro due persone transessuali, senza un valido motivo.

Lo stress era diventato insopportabile per Sonia, la quale ha dovuto ricorrere a uno psicologo e ha sancito la fine della relazione con la sua compagna.

L’attacco omofobo fatto di mobbing e minacce

Sonia Vivas inizia a essere insultata innanzitutto per aver denunciato alcuni colleghi in un caso di corruzione e traffico di droga.  Vivas aveva indagato su alcuni colleghi portando alla luce casi di corruzione a Maiorca, nei confronti della Polizia, legati appunto al traffico di droga e prostituzione.

Ora quegli agenti che l’hanno perseguitata sono stati condannati, per volere della Corte Suprema. Sonia ha affermato:

È la prima volta in Spagna che un agente di Polizia va in prigione per omofobia. Finalmente l’inferno di dodici anni che ho sofferto sulla mia pelle è finito. 

A finire in carcere sono gli agenti di Polizia Rafael Puigrós e Alberto Juan Llaneras, responsabili del mobbing omofobico verso la collega. Una pena è prevista anche per l’ex commissario Rafael Estarellas, il quale sapeva quanto stava accadendo ma è rimasto in silenzio.

La Corte Suprema ha confermato le pene di tre anni e cinque mesi di reclusione per Puigrós e 15 mesi per Llaneras.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Amici 23, tutti gli allievi al Serale

Amici 23, da Dustin a Holden: tutti gli allievi al Serale

Culture - Luca Diana 25.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel - Rosso bianco e sangue blu - Gay.it

Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel

Cinema - Redazione 26.2.24
Eurovision 2024 Eden Golan October Rain

Boicottare Eurovision 2024 e la partecipazione di Israele? “October rain” di Eden Golan va esclusa?

Musica - Redazione Milano 27.2.24
Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24
Roberto Vannacci accusato di istigazione all'odio e difeso dalla Lega di Salvini

“Vannacci ha istigato all’odio razziale” l’accusa, la Lega di Salvini lo difende

News - Redazione Milano 26.2.24

Hai già letto
queste storie?

Morgan: "Devolvo la metà del mio cachet di X Factor a casa di accoglienza LGBTQIA+. Le mie scuse sincere" - Morgan - Gay.it

Morgan: “Devolvo la metà del mio cachet di X Factor a casa di accoglienza LGBTQIA+. Le mie scuse sincere”

News - Redazione 1.9.23
senegal corpo bruciato presunto gay

Senegal, riesumato e bruciato perché presunto gay e considerato “mezzo uomo e mezzo donna” – VIDEO

News - Giuliano Federico 31.10.23
Manuel Aspidi, l’ex cantante di Amici vittima di omofobia social: "Dovete crepare, fate vomitare" - Manuel Aspidi 2 - Gay.it

Manuel Aspidi, l’ex cantante di Amici vittima di omofobia social: “Dovete crepare, fate vomitare”

Musica - Redazione 19.9.23
Jamie Lee Curtis contro l’omobitransfobia in nome della religione: "Amore e umanità sono il centro della comunità gay e trans" - Jamie Lee Curtis - Gay.it

Jamie Lee Curtis contro l’omobitransfobia in nome della religione: “Amore e umanità sono il centro della comunità gay e trans”

Culture - Federico Boni 10.11.23
"I gay sono dei perveriti", e la Corte bulgara dà ragione alla cantante Milena Slavova - Milena Slavova - Gay.it

“I gay sono dei perveriti”, e la Corte bulgara dà ragione alla cantante Milena Slavova

News - Redazione 13.10.23
uganda uomo arrestato

Picco di arresti e procedimenti giudiziari contro le persone LGBTQIA+ nel 2023

News - Federico Boni 1.12.23
omofobia interiorizzata, stigma invisibile

Torino, condannati a 2 anni e a 16 mesi i genitori che minacciarono il figlio perché gay

News - Redazione 24.1.24
Roma lgbtqia+

Roma non si arrende alla persecuzione delle coppie omogenitoriali, Gualtieri registra due bambine italiane nate in Spagna

News - Giuliano Federico 3.9.23