La storia di Khalid, del santone e della terapia riparativa imposta per diventare etero

La terapia riparativa di Khalid è fatta di vergogna, astinenza e paura per la dannazione eterna. Il tutto, completato da un santone.

bullismo omofobico terapia riparativa
La terapia riparativa è una tortura, basata su fatti non veritieri.
2 min. di lettura

Il racconto di Fiyaz Mughal, che ha conosciuto Khalid e gli ha chiesto di condividere la sua terribile esperienza della terapia riparativa a cui ha dovuto sottoporsi. Il fondatore di Faith Matters e Muslims Against Antisemitism ha riportato quindi il senso di colpa del ragazzo 28enne, la vergogna che gli faceva provare la famiglia che non lo accettava, e i momenti tragici di quanto l’astinenza sessuale si faceva sentire.

Khalid, mussulmano, dopo il coming out con la famiglia, è stato portato da un santone, che loro chiamano Pir (sant’uomo, appunto). Questo non è altro che uomo di mezza età, senza alcuna conoscenza reale, convinto di poter convertire una persona omosessuale con una terapia riparativa fatta di preghiere e acqua santa.

La terapia riparativa di Khalid

Khalid racconta che per la famiglia era un vero dramma. Se si fosse saputo, avrebbe messo in ridicolo l’intera famiglia. Un figlio gay era inaccettabile. Per questo, la madre lo costringe ad andare da questo Pir, che accoglieva i propri pazienti in un vero e proprio studio, con tanto di sala d’attesa.

Arrivato il suo turno, Khalid si trova davanti quest’uomo, mentre la madre assisteva in silenzio. L’esorcismo, come lo definisce il ragazzo, è composto di preghiere islamiche, incenso e soffi sulla testa. Infine, una spruzzata di acqua santa. Con questa prima seduta, la terapia riparativa avrebbe già dovuto fare effetto, ma solo con l’impegno di Khalid.

Ora, il 28enne avrebbe dovuto praticare l’astinenza. Non poteva masturbarsi, doveva reprimere il desiderio quando vedeva un ragazzo, e se non riusciva a controllarsi, sarebbe dovuto tornare immediatamente dal ciarlatano.

Sensi di colpa, dolore autoinflitto, paura

L’obiettivo della terapia riparativa era quello di far sentire anormale la persona. Un ragazzo gay non è normale, va contro Dio, quindi deve fare di tutto per reprimere il desiderio di avere rapporti con una persona dello stesso sesso. Altrimenti, la pena sarà la dannazione eterna.

Per l’astinenza, si infliggeva dolore, si prendeva a pugni, fino a quando non è più resistito e ha incontrato un uomo, con cui ha fatto sesso. La liberazione, dopo sei mesi, è stata grande, ma dopo è iniziato un nuovo dramma, per le convinzioni che la terapia riparativa gli aveva messo nel cervello. Stava andando contro il disegno divino, prendere una malattia sessuale sarebbe stata la sua punizione.

Il fallimento delle terapie

Ci sono voluto decenni a Khalid per capire che essere omosessuale non è una malattia, che non ci sono punizioni divine per questo.

Ad alcuni, come abbiamo già visto in passato, è andata peggio. Si parla di terapie di conversione che prevedono stupri, elettroshock, botte. Ma c’è un punto in comune: convincere la persona che quanto si sta facendo è un male. Queste pratiche, considerate torture, portano disagi emotivi, paure e depressione, in alcuni casi anche il suicidio.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Calciatori Gay Coming Out - Rosario Coco di Out Sport spiega perché non bisogna forzare

Calciatori gay in Nazionale, calciatori gay ovunque: perché non bisogna forzare

Lifestyle - Giuliano Federico 20.6.24
Fabio Marida Damato Chiara Ferragni Diletta Leotti Elodie

Chiara Ferragni e Fabio Maria Damato insieme al matrimonio tra Diletta Leotta e Loris Karius

Lifestyle - Mandalina Di Biase 23.6.24
Luca Guadagnino parla di Queer: "È il mio film più personale, ci sono scandalose scene di sesso" - luca guadagnino pesarofilmfest 60 22giu2024 ph luigi angelucci 010 - Gay.it

Luca Guadagnino parla di Queer: “È il mio film più personale, ci sono scandalose scene di sesso”

Cinema - Redazione 24.6.24
meloni orban

35 ambasciate firmano una dichiarazione che condanna le leggi anti-LGBTQ ungheresi. Assente l’Italia

News - Redazione 21.6.24
Alessandra Valeri Manera Cartoni animati queer

Addio ad Alessandra Valeri Manera, la resistente che ha combattuto per noi bambinə diversə

Culture - Giuliano Federico 24.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24

Leggere fa bene

Enzo Miccio e il potente monologo contro l'omofobia: "Siate fieri, sempre, perché siete unici e autentici" (VIDEO) - Enzo Miccio - Gay.it

Enzo Miccio e il potente monologo contro l’omofobia: “Siate fieri, sempre, perché siete unici e autentici” (VIDEO)

Culture - Redazione 24.4.24
Marius Madalin Musat e Jonathan Bazzi

Jonathan Bazzi “Cos’ha Milano di inclusivo e anticlassista?”, aggredito in Porta Venezia con il suo compagno Marius Madalin Musat

News - Redazione Milano 4.1.24
Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L'omofobia trattata come banale lite in un parcheggio - jean pierre moreno - Gay.it

Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L’omofobia trattata come banale lite in un parcheggio

News - Redazione 15.3.24
Omofobia, condannato a 6 mesi Salvatore Sparavigna. Insultò Antonello Sannino, Presidente Arcigay Napoli - Salvatore Sparavigna - Gay.it

Omofobia, condannato a 6 mesi Salvatore Sparavigna. Insultò Antonello Sannino, Presidente Arcigay Napoli

News - Redazione 29.3.24
papa francesco e comunità lgbtq

Papa Francesco torna a insultare e conferma l’esclusione cattolica dei seminaristi gay

News - Francesca Di Feo 12.6.24
Amedeo Minghi vs. Eurovision e Nemo: "Sodoma e Gomorra da non trasmettere, ha vinto uno con la gonna" (VIDEO) - Amedeo Minghi vs. Nemo - Gay.it

Amedeo Minghi vs. Eurovision e Nemo: “Sodoma e Gomorra da non trasmettere, ha vinto uno con la gonna” (VIDEO)

Musica - Redazione 13.5.24
Sospesa Messico-USA per cori omofobi. E Chilavert attacca Vinicius in lacrime: "Il calcio non è da fr*ci" - Matt Turner e Vinicius - Gay.it

Sospesa Messico-USA per cori omofobi. E Chilavert attacca Vinicius in lacrime: “Il calcio non è da fr*ci”

News - Redazione 27.3.24
Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido "fr*cio di merd*" - Federico Fashion Style - Gay.it

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido “fr*cio di merd*”

News - Redazione 19.4.24