Marco Mengoni vincerà Eurovision 2023 con un brano in inglese?

Dal 9 al 13 Maggio a Liverpool, nella città dei Beatles. Vi ricorda qualcosa?

ascolta:
0:00
-
0:00
marco mengoni gay.it eurovision 2023 liverpool
marco mengoni gay.it eurovision 2023 liverpool
3 min. di lettura

È la scommessa dell’anno di Sony Music Italia. Un progetto che parte da lontano, dalla scorsa estate. Quando nelle classifiche impazzava il magnifico brano “No stress“, tra i più internazionali dell’intero repertorio mengoniano: portare Mengoni a Sanremo 2023 con un brano invincibile, preparare un brano altrettanto invincibile per Eurovision, che si terrà a Liverpool tra il 9 e il 13 Maggio 2023, e vincere il contest più ambito al mondo. Per lanciare finalmente la star di Ronciglione sulla scena internazionale.

Ne ha tutte le capacità” confida a Gay.it una fonte interna a Sony Music “ha un management solido già avvezzo alla scalata internazionale, inoltre Marco è naturalmente fatto per piacere al mondo intero, ha l’appeal dell’italiano che canta benissimo, ma al contempo è moderno, attuale“.

E così, dopo la vittoria di Sanremo 2023, nella conferenza stampa della domenica mattina, Mengoni ha ufficialmente accettato di partecipare a Eurovision 2023, portando dunque la bandiera italiana sul palco dello show televisivo più seguito del globo.

Perché Marco Mengoni può vincere Eurovision 2023

E allora elenchiamo un po’ di ragioni, alcune certe, alcune soltanto ad oggi ipotizzabili, che potrebbero regalare all’Italia e a Marco Mengoni la vittoria all’Eurovision, a soli due anni dall’indimenticabile vittoria dei Maneskin nel 2021.

  • Marco Mengoni ha lo stesso management che portò i Maneskin alla vittoria di Sanremo 2021 e alla vittoria ad Eurovision 2021. Parliamo di MartaDonà (che ha fondato di recente un’etichetta tutta al femminile, e che è manager anche di Francesca Michielin). Tra Donà e Maneskin, il sodalizio è terminato nell’estate 2021. Marta Donà è manager di Mengoni da molto tempo, fu con lei che Marco costruì la vittoria a Sanremo 2013 con “L’essenziale”.  I due sono amici, qualsiasi giornalista musicale conosce la canonica risposta di Mengoni “Aspetta, devo parlarne con Marta“. Più di una consigliera, più di un’agente, Marco si fida ciecamente di Marta Donà, grazie a una relazione umana inscalfibile, capace di superare alti e bassi negli anni, sia sul fronte discografico, sia su quello privato. Nessuna persona pare sia in grado di comprendere, accogliere e gestire la proverbiale emotività dell’artista (Marco ce ne ha parlato qui), quanto Marta. Che è nipote di Adriano Celentano e Claudia Mori. Si ricorderà che Claudia Mori era nella giuria di X-Factor 2009, quando Mengoni vinse il talent, all’epoca prodotto dalla Rai.
  • Tutti i bookmaker danno attualmente Marco Mengoni tra i favoriti per la vittoria di Eurovision 2023. Per alcuni è il favorito assoluto, per altri è tra i primi 5 favoriti. Sommando tutte le previsioni delle agenzie di scommesse, Mengoni risulta il nome più accreditato dagli analisti per la vittoria.
  • Marco Mengoni per il duetto di Sanremo 2023, cantato insieme al coro gospel dei Kingdom Choir, ha portato un brano in inglese, il celeberrimo “Let it be” dei Beatles, scritta da Paul McCartney: mentre vinceva il Festival, Mengoni acquisiva già una dimensione più internazionale rispetto a colleghi che hanno preferito cantare brani italiani, alcuni addirittura limitandosi a ricantare brani propri.
  • Eurovision 2023 sarà a Liverpool. La città dei Beatles. Sarà stato un caso che Mengoni ha interpretato, in chiave soul-gospel, “Let it be” dei Beatles?
  • Non è ancora ufficiale, ma sembra probabile che Mengoni possa portare a Eurovision un brano in inglese. Potrebbe essere una versione in inglese di “Due vite”, che tuttavia sembra non prestarsi a un testo tradotto. O potrebbe trattarsi di un brano inedito, più funky e idoneo a una platea internazionale. Per esempio, qualcosa come la bellissima “No stress” – successo funky acclamato anche dalla critica musicale – che ha contribuito a fare di Mengoni l’artista più streammato nel 2022. Per alcuni un brano in inglese agevolerebbe una possibile vittoria. Altri sostengono che “Due vite” sia una canzone italiana così potente nell’interpretazione di Mengoni, da poter sfidare la platea europea e mondiale e imporsi sul palco di Eurovision.
  • Intanto, “Due vite” sta andando benissimo nelle radio europee (fonte: Eurovision News).
  • Marco Mengoni è stato invitato a Kiev da Zelensky: Marco ha spiegato che si recherà in Ucraina non appena sarà sancita una pace. Il valore geopolitico di Eurovision è noto. Anche questo costituisce un tassello che rende possibile la vittoria di Mengoni.
marco mengoni gayit
Marco Mengoni e l’emotività come forma di fragilità di cui essere orgogliosi – VIDEO >

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
arbo 20.2.23 - 19:44

Puo' cantare Furore insieme a Paola e Chiara.

Trending

Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Emma Marrone e Nicolò De Devitiis, Le Iene

Emma Marrone a Le Iene: “Mi piacerebbe diventare madre. Ho 39 anni e tutti gli strumenti per esserlo”

Culture - Luca Diana 16.4.24
BigMama Concertone Primo Maggio 2024

BigMama inarrestabile diventa conduttrice per il Concertone del Primo Maggio

Musica - Emanuele Corbo 15.4.24
Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: "Ti amo immensamente" - heartstopper bradley riches engagement - Gay.it

Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: “Ti amo immensamente”

Culture - Redazione 11.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
Mahmood è in tour in Europa per presentare l'album "Nei letti degli altri"

Mahmood più libero che mai sul palco, il suo tour strega l’Europa e “Tuta gold” conquista il triplo disco di platino

Musica - Emanuele Corbo 9.4.24

Leggere fa bene

Pornhub 2023, Italia nona al mondo. Crollo durante Sanremo. Ecco i pornodivi gay più ricercati - pornhub 2023 - Gay.it

Pornhub 2023, Italia nona al mondo. Crollo durante Sanremo. Ecco i pornodivi gay più ricercati

Corpi - Redazione 15.12.23