Dopo Maneskin, Mengoni e Michielin, Marta Donà fonda etichetta tutta al femminile

"Non ci siamo mai fermate" ha detto la nipote di Celentano.

ascolta:
0:00
-
0:00
Marta Donà e il team di Latarma
Foto da @martalatarma
2 min. di lettura

Marta Donà è tra i nomi più rilevanti all’interno dell’industria musicale.
È manager di Latarma, etichetta nata nel 2015 e composta da un team interamente al femminile: 10 donne che – come scrive su Instagram – “sanno sognare fortissimo sanno sognare fortissimo, che osano che ci provano sempre e che buttano il cuore oltre l’ostacolo“. Una boccata d’aria fresca dentro un’industria ancora oggi capitanata da soli uomini: “Il nostro Paese è sicuramente indietro rispetto al resto del mondo” spiega Donà in un’intervista per Fanpage a cura di Francesco Raiola “Però sono contenta di accorgermi che soprattutto per le piattaforme, ma anche nei panel a cui mi stanno invitando, ci sono sempre più donne, vedo una ripresa lenta, ma che sta venendo fuori non soltanto a parole.”. Per Donà non significa affatto escludere i maschi, quanto una questione di competenze che l’ha sempre portata a preferire un team al femminile.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marta Donà (@martalatarma)

Laureata in Scienze della Comunicazione, dal 2009 ha lavorato come ufficio stampa per X-Factor fino all’incontro con Marco Mengoni nel 2011 che ha cambiato tutto: “gli dissi che non ero in grado ma che gli avrei dato volentieri una mano” e d’allora Monà non si è più fermata. Da Francesca Michielin ad Alessandro Cattelan, Latarma è un’etichetta che non vuole fossilizzarsi su un unico genere, ma aperta a scoprire influenze e voci differenti: “Non vorrei che l’etichetta fosse verticale, ma eterogeneaIl punto di partenza è sempre capire che valore aggiunto possiamo essere“.
Per Donà e il suo team è fondamentale un confronto con gli artisti, invitandoli a dire la loro e partecipare nel processo creativo, in un rapporto di fiducia e ascolto reciproco: “Avendo rapporti personali e quotidiani con gli artisti posso dirti che con tutti, se hanno voglia, possiamo confrontarci”.

 

chi è Marta Donà
Marta Donà insieme ai Maneskin

Nell’intervista Marta Donà parla anche dei Måneskin e del lungo rapporto lavorativo concluso con la loro vittoria all’Eurovision nel 2021: “Avevo veramente il cuore spezzato perché nel nostro lavoro c’è sicuramente una componente emotiva, affettiva, vera” racconta la manager, paragonando la rottura alla fine di una bella storia d’amore: “Speri non finisca mai, ma come tutto ha un inizio e una fine”. Per la band, Donà riserva solo parole di grande affetto, definendo i quattro anni passati insieme parte di uno splendido percorso: “Sono onestamente contenta di rivederli al prossimo Eurovision, gli voglio fare i complimenti per quest’anno, hanno fatto delle cose pazzesche e io mi sono sentita orgogliosa”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Matt Bomer: "Non mi hanno fatto fare Superman perché sono gay" - Matt Bomer - Gay.it

Matt Bomer: “Non mi hanno fatto fare Superman perché sono gay”

Cinema - Redazione 12.6.24
Roma Pride 2024, intervista a Mario Colamarino: "Siamo la somma di tutte le lotte, la vera opposizione al governo Meloni" - Pride Croisette 2 - Gay.it

Roma Pride 2024, intervista a Mario Colamarino: “Siamo la somma di tutte le lotte, la vera opposizione al governo Meloni”

News - Federico Boni 12.6.24
Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l'omofobia - Dennis Gonzalez - Gay.it

Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l’omofobia

Corpi - Redazione 13.6.24
Carlotta D'Amico e mamma Erika vincono "Io Canto Family"

Carlotta D’Amico e mamma Erika vincono “Io Canto Family”

Culture - Luca Diana 13.6.24
Mahmood RA TA TA - Il velo e anche la tuta sono del brand palestinese Trashy Clothing

Mahmood fa “RA TA TA” con un velo palestinese che ha un significato

Musica - Mandalina Di Biase 13.6.24
Tiziano Ferro ospite di Voci Parallele

Giuni Russo “Voci Parallele”: Tiziano Ferro, Irene Grandi e tutti gli ospiti del concerto in ricordo di un’artista immensa

Musica - Emanuele Corbo 12.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

Cate Blanchett insieme a Coco Francini e la Dott.ssa Stacy L. Smith (Good Morning America)

Cate Blanchett a sostegno dellə cineastə donne, trans, e non binary

Cinema - Redazione Milano 19.12.23
alessia-crocini-mennuni

Alessia Crocini risponde alla senatrice Mennuni sulla maternità: “Le parole di una privilegiata”

News - Francesca Di Feo 28.12.23
donne del 25 aprile

Le donne del 25 aprile: combattenti mai più dimenticate

Culture - Riccardo Conte 24.4.24
Foto: Angela Christofilou

L’8 Marzo ci siamo tuttə per tuttə

Corpi - Redazione Milano 7.3.24
Foto: Matteo Gerbaudo

Giada Biaggi non si sente più in colpa: ‘Abbi l’audacia di un maschio bianco’, l’intervista

Culture - Riccardo Conte 18.3.24
GLORIA! (2024)

Le ragazze ribelli di Gloria! Tutto sul primo sovversivo film di Margherita Vicario

Cinema - Redazione Milano 22.2.24
Tutto ciò che accade è umano: intervista a Donatella Di Pietrantonio - Sessp 15 - Gay.it

Tutto ciò che accade è umano: intervista a Donatella Di Pietrantonio

Culture - Federico Colombo 1.1.24
Giornata della Visibilità Lesbica: perché ricordarla

Giornata della Visibilità Lesbica: perché ricordarla

Culture - Riccardo Conte 26.4.24