Dopo Maneskin, Mengoni e Michielin, Marta Donà fonda etichetta tutta al femminile

"Non ci siamo mai fermate" ha detto la nipote di Celentano.

ascolta:
0:00
-
0:00
Marta Donà e il team di Latarma
Foto da @martalatarma
2 min. di lettura

Marta Donà è tra i nomi più rilevanti all’interno dell’industria musicale.
È manager di Latarma, etichetta nata nel 2015 e composta da un team interamente al femminile: 10 donne che – come scrive su Instagram – “sanno sognare fortissimo sanno sognare fortissimo, che osano che ci provano sempre e che buttano il cuore oltre l’ostacolo“. Una boccata d’aria fresca dentro un’industria ancora oggi capitanata da soli uomini: “Il nostro Paese è sicuramente indietro rispetto al resto del mondo” spiega Donà in un’intervista per Fanpage a cura di Francesco Raiola “Però sono contenta di accorgermi che soprattutto per le piattaforme, ma anche nei panel a cui mi stanno invitando, ci sono sempre più donne, vedo una ripresa lenta, ma che sta venendo fuori non soltanto a parole.”. Per Donà non significa affatto escludere i maschi, quanto una questione di competenze che l’ha sempre portata a preferire un team al femminile.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marta Donà (@martalatarma)

Laureata in Scienze della Comunicazione, dal 2009 ha lavorato come ufficio stampa per X-Factor fino all’incontro con Marco Mengoni nel 2011 che ha cambiato tutto: “gli dissi che non ero in grado ma che gli avrei dato volentieri una mano” e d’allora Monà non si è più fermata. Da Francesca Michielin ad Alessandro Cattelan, Latarma è un’etichetta che non vuole fossilizzarsi su un unico genere, ma aperta a scoprire influenze e voci differenti: “Non vorrei che l’etichetta fosse verticale, ma eterogeneaIl punto di partenza è sempre capire che valore aggiunto possiamo essere“.
Per Donà e il suo team è fondamentale un confronto con gli artisti, invitandoli a dire la loro e partecipare nel processo creativo, in un rapporto di fiducia e ascolto reciproco: “Avendo rapporti personali e quotidiani con gli artisti posso dirti che con tutti, se hanno voglia, possiamo confrontarci”.

 

chi è Marta Donà
Marta Donà insieme ai Maneskin

Nell’intervista Marta Donà parla anche dei Måneskin e del lungo rapporto lavorativo concluso con la loro vittoria all’Eurovision nel 2021: “Avevo veramente il cuore spezzato perché nel nostro lavoro c’è sicuramente una componente emotiva, affettiva, vera” racconta la manager, paragonando la rottura alla fine di una bella storia d’amore: “Speri non finisca mai, ma come tutto ha un inizio e una fine”. Per la band, Donà riserva solo parole di grande affetto, definendo i quattro anni passati insieme parte di uno splendido percorso: “Sono onestamente contenta di rivederli al prossimo Eurovision, gli voglio fare i complimenti per quest’anno, hanno fatto delle cose pazzesche e io mi sono sentita orgogliosa”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24
I SAW THE TV GLOW (2024)

I Saw The Tv Glow: guarda il trailer dell’attesissimo film horror trans* – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 29.2.24

Leggere fa bene

Milena Cannavacciuolo, la raccolta fondi supera i 45.000 euro e lei risponde: “Grazie per l’amore corrisposto” - Milena Cannavacciuolo - Gay.it

Milena Cannavacciuolo, la raccolta fondi supera i 45.000 euro e lei risponde: “Grazie per l’amore corrisposto”

News - Redazione 7.11.23
Cate Blanchett insieme a Coco Francini e la Dott.ssa Stacy L. Smith (Good Morning America)

Cate Blanchett a sostegno dellə cineastə donne, trans, e non binary

Cinema - Redazione Milano 19.12.23
ILARY BLASI IN 'UNICA' (NETFLIX)

Per sempre dalla tua parte, Ilary

Culture - Riccardo Conte 28.11.23
Aiutiamo Milena Cannavacciuolo, fondatrice di Lezpop in riabilitazione dopo il coma. Parte la raccolta fondi - Milena Cannavacciulo - Gay.it

Aiutiamo Milena Cannavacciuolo, fondatrice di Lezpop in riabilitazione dopo il coma. Parte la raccolta fondi

News - Federico Boni 24.10.23
Menunni (FDI): "La maternità torni cool, che le 18enni vogliano sposarsi e fare figli" - VIDEO - Lavinia Mennuni - Gay.it

Menunni (FDI): “La maternità torni cool, che le 18enni vogliano sposarsi e fare figli” – VIDEO

News - Redazione 28.12.23
donna tramonto foto su licenza di Sasha Freemind per Unsplash

“L’ho abbandonato per salvarmi, e lui si è tolto la vita: intorno a me omertà”

News - Giuliano Federico 23.11.23
TIM parità di genere - Lo spot di Giuseppe Tornatore

Cosa ne pensate dello spot sulla parità di genere che fa arrabbiare i Fascisti d’Italia?

Culture - Redazione Milano 4.1.24
Sto ancora aspettando che qualcuno mi chieda scusa: il nuovo romanzo di Michela Marzano - Matteo B Bianchi 16 - Gay.it

Sto ancora aspettando che qualcuno mi chieda scusa: il nuovo romanzo di Michela Marzano

Culture - Federico Colombo 12.10.23