Matrimonio egualitario in India, l’impatto sociale scatena il dibattito: cosa sta succedendo

Un maggiore riconoscimento a livello istituzionale avrebbe un impatto diretto nel contrastare la violenza rivolta alle persone LGBTQI+.

ascolta:
0:00
-
0:00
matrimonio-egualitario-india-corte-suprema
3 min. di lettura

L’intera vicenda è partita da una richiesta avanzata da diciotto coppie LGBTQIA+ indiane, presentata presso la Corte Suprema e avvalorata da un team di avvocati che si batte attivamente per ottenere il riconoscimento del matrimonio egualitario.

L’obiettivo, quello di far sì che la Corte riconosca il matrimonio come un'”unione tra due persone”, andando oltre i limiti tradizionali e superando l’esclusività di un’unione tra un uomo e una donna.

Nei documenti processuali, si sollecitano le istituzioni a rivedere i loro regolamenti al fine di riflettere l’evoluzione sociale in corso a livello globale. Si enfatizza l’importanza di adattarsi ai cambiamenti e di abbracciare il progresso che sta avvenendo in tutto il mondo.

Durante l’udienza, il giudice Dhananjaya Yeshwant Chandrachud ha presieduto la Corte, riconoscendo la questione come di “vitale importanza” per l’India.

Dall’altra parte, il governo conservatore di Narendra Modi ha rappresentato la posizione avversa, affermando che la legalizzazione del matrimonio egualitario potrebbe causare uno “sconquasso significativo nel tessuto sociale” e inficiare gli equilibri già delicati della famiglia tradizionale indiana.

L’avvocato Tushar Mehta, che difende il governo, aveva inizialmente addirittura cercato di respingere l’istanza, sostenendo che una questione di tale portata dovesse essere affrontata nel parlamento anziché in tribunale.

Tuttavia, alla terza settimana di dibattimento, molti intravedono una possibile apertura favorevole al cambiamento. Resta da vedere come si svilupperà la situazione.

Matrimonio egualitario in India, come procede il dibattimento

Attualmente, il dibattito si è focalizzato sulla condizione delle persone LGBTQIA+ in India e su come il matrimonio egualitario potrebbe contribuire a creare un ambiente più sicuro e tollerante, offrendo un prezioso insegnamento di umanità alla popolazione.

Gli esperti sostengono che un maggiore riconoscimento a livello istituzionale del matrimonio egualitario avrebbe un impatto diretto nel contrastare la violenza rivolta alle persone queer, offrendo loro una protezione legale più solida.

La Corte Suprema dell’India ha tuttavia affermato che il conferimento del riconoscimento legale ai matrimoni tra persone dello stesso sesso rientra nel campo di competenza del legislatore, ma il suo obiettivo nell’affrontare il caso era quello di garantire che si trovino modi per concedere alle coppie dello stesso sesso vantaggi sociali e altri diritti legali senza necessariamente scomodare l’etichetta del matrimonio tradizionale. 

I diritti civili in India

Secondo l’ultimo censimento in India, qui le persone LGBTQIA+ sarebbero almeno 4.8 milioni, senza contare coloro che scelgono di non fare coming out.

Negli anni, sono stati svolti diversi passi avanti in ambito di diritti civili, ma soprattutto, l’opinione pubblica è cambiata.

Secondo un sondaggio condotto nel 2020, il 59% della popolazione ha espresso apertura nei confronti della comunità LGBTQIA+. Eppure, nonostante i dati parlino di un’India sempre più tollerante, tantissime persone queer fanno fatica ad essere accettate dalle proprie famiglie.

Nel 2018, una decisione storica portò alla decriminalizzazione dell’omosessualità, ma oggi si combatte per il diritto all’uguaglianza, non solo per quello di esistere.

Ad oggi, 34 paesi a livello globale hanno legalizzato il matrimonio egualitario, e se si arriverà a una decisione favorevole, l’India, con una popolazione di oltre un miliardo di persone, diventerebbe il 35esimo, nonché il secondo in Asia dopo Taiwan.

La comunità LGBTQIA+ in India attende con ansia il verdetto

Tra le 18 coppie a presentare la domanda alla corte suprema, anche Roy e Saha, una coppia lesbica  che oggi è diventata uno dei simboli dietro alla battaglia per l’uguaglianza in India.

Dietro al nostro impegno per la legalizzazione del matrimonio egualitario c’è il nostro forte desiderio di diventare mamme” – hanno spiegato le due donne in un’intervista a LGBTQIA+ Nation – “Ci auguriamo che la Corte Suprema risponda al nostro appello, permettendoci finalmente di avviare le procedure per l’adozione”.

La coppia è legata da un lungo percorso cominciato nel lontano 2007, quando si sono incontrate all’università. Dopo aver celebrato il loro matrimonio in Danimarca nel 2022, Roy e Saha si sono impegnate a realizzare il loro desiderio di diventare genitori, ma finora non hanno avuto successo nel trovare una soluzione.

Possiamo adottare come single, ma non come coppia gay. Il che non ha senso, perché il nostro desiderio è quello di diventare mamme alla pari

Tuttavia, il matrimonio egualitario è una questione di estrema importanza non solo per il diritto alla genitorialità, ma anche per garantire alle coppie LGBTQIA i medesimi diritti di tutte le altre.

Ciò include l’accesso all’assicurazione condivisa, il sostegno in caso di emergenze mediche e tanti altri diritti che in molti danno per scontati. In sostanza, si tratta dei benefici che assicurano a una coppia LGBTQIA la sicurezza e la stabilità proprie di una famiglia tradizionale.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Roberto Vannacci e Marco Mengoni a Sanremo con un pantalone di Fendi

Vannacci attacca il Pride e irride Marco Mengoni per la gonna che è un pantalone

News - Giuliano Federico 1.3.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO) - Due megattere maschi fanno sesso storico primo avvistamento alle Hawaii - Gay.it

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO)

News - Redazione 1.3.24
Andrea Bossi con la sua amica Serena - foto dal canale TikTok pubblico di Serena

Andrea Bossi, l’omicidio di un ragazzo queer, ucciso soltanto per un pugno di gioielli?

News - Giuliano Federico 2.3.24

Continua a leggere

Estonia, dal 1° Gennaio 2024 il matrimonio egualitario è in vigore.

Estonia, coppie lesbiche e coppie gay possono sposarsi

News - Redazione Milano 2.1.24
Grecia, l'accorato discorso del premier conservatore Mitsotakis prima del voto sul matrimonio egualitario (VIDEO) - Kyriakos Mitsotakis - Gay.it

Grecia, l’accorato discorso del premier conservatore Mitsotakis prima del voto sul matrimonio egualitario (VIDEO)

News - Federico Boni 16.2.24
grecia-matrimonio-egualitario-proteste

Grecia, verso il voto sul matrimonio egualitario: estrema destra e comunità religiose protestano in piazza

News - Francesca Di Feo 12.2.24
Belgio assegni famigliari coppie gay Gay.it

Repubblica Ceca, bocciata la proposta di matrimonio egualitario. Si lavora per ampliare le unioni civili

News - Redazione 29.2.24
thailandia-matrimonio-egualitario

La Thailandia verso il matrimonio egualitario: approvazione del disegno di legge entro fine anno

News - Francesca Di Feo 19.2.24
nepal-matrimonio-egualitario

Nepal, due tribunali si rifiutano di registrare un matrimonio egualitario

News - Redazione 12.10.23
Nepal, finalmente riconosciuto il primo storico matrimonio tra due donne - Dipti Shrestha 33 anni e Suprita Gurung - Gay.it

Nepal, finalmente riconosciuto il primo storico matrimonio tra due donne

News - Redazione 15.2.24
kay attivista lgbtqia india transgender

Delhi, autobus gratuiti per la comunità trans. “Ma senza documenti come identificheranno gli uomini trans?”

News - Federico Boni 9.2.24