Monica Cirinnà non ce l’ha fatta, è fuori dal Parlamento

Sconfitta a Roma da Ester Mieli, vincitrice del collegio U04 con il 37,42% dei consensi.

ascolta:
0:00
-
0:00
cirinnà la verità
Monica Cirinnà, senatrice del PD.
2 min. di lettura

La sfida “impossibile” di Monica Cirinnà è andata perduta. La madre delle unioni civili ha perso la sfida contro Ester Mieli di Fratelli d’Italia nel collegio senatoriale di Roma-Fiumicino, rimanendo così fuori dal Parlamento.

Ricandidata dal Partito Democratico senza paracadute, Cirinnà aveva inizialmente annunciato l’intenzione di non correre per le politiche, per poi tirarsi su le maniche e iniziare a combattere, come sempre fatto in tutta la propria carriera politica. Anche ieri, giorno del voto, ha ruggito contro la discriminazione ai seggi, che vede maschi e femmini ancora oggi divisi, ostacolando il voto delle persone trans* e non binarie. Il trionfo di Giorgia Meloni e della destra sovranista e omotransfobica ha travolto anche lei, Senatrice della Repubblica Italiana dal 2013.

Nel 1993 eletta in consiglio comunale a Roma per la Federazione dei Verdi a sostegno di Francesco Rutelli, Cirinnà è stata successivamente rieletta altre tre volte con i Verdi (1997, 2001, 2006) e infine nel 2008 per il Partito Democratico. 5 anni dopo l’addio al Campidoglio per sbarcare a Palazzo Madama, dove lascerà il segno grazie alla battaglia sulle unioni civili, vinta nel maggio del 2016.

Responsabile del Dipartimento Diritti del Partito Democratico, l’ex senatrice è stata pugnalata alla schiena dallo stesso Pd, che le ha evitato una candidatura blindata, causa anche diminuzione dei parlamentari, mandandola a scontrarsi con Ester Mieli, vincitrice del collegio U04 di Roma con il 37,42% dei consensi. Ma Cirinnà si è battuta come al suo solito, arrivando al 31,01% dei consensi in un collegio che fino ad un mese fa sembrava inarrivabile per il centrosinistra. D’altronde la destra di Giorgia Meloni ha travolto anche Roma, con dieci sfide su dodici vinte, lasciando al Pd le vittorie di Roma centro (con Paolo Ciani) e dell’Ardeatino Tuscolano (con Roberto Morassut).

Con l’uscita di Monica Cirinnà dal Parlamento la comunità LGBTQ+ perde un’alleata, un’amica, un’attivista, che si è sempre spesa per i diritti, scontrandosi apertamente anche con il proprio partito, scendendo raramente a compromessi. Una voce come la sua, in un Senato a trazione omotransfobica, sarebbe stata utile, necessaria, di fondamentale importanza.  Noi non possiamo far altro che ringraziarla, con la consapevolezza che sarà ancora più complicato contrastare la destra meloniana e salviniana che punta a limitare ulteriormente i nostri diritti senza una senatrice come Monica Cirinnà.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Angelina Mango Marco Mengoni

Angelina Mango ha in serbo una nuova canzone con Marco Mengoni e annuncia l’album “poké melodrama” (Anteprima Gay.it)

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
Omosessualità Animali Gay

Animali gay, smettiamola di citare l’omosessualità in natura come sostegno alle nostre battaglie

Culture - Emanuele Bero 18.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
Marco Mengoni insieme a Fra Quintale e Gemitaiz canta "Un fuoco di paglia" di Mace, nell'album MAYA. Nel ritornello, Marco si rivolge ad un amore con una desinenza di genere maschile.

Marco Mengoni, una strofa d’amore a un uomo

Musica - Mandalina Di Biase 19.4.24
Amadeus, Sanremo Giovani 2023

Sanremo verso Mediaset, Amadeus in onda sul NOVE già a fine agosto con tre programmi

Culture - Mandalina Di Biase 18.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

Europee 2024, Marrazzo, Zela e Grassi del Partito Gay si autocandidano con il M5S. Ed è polemica - Europee 2024 Marrazzo Zela ed Grassi del Partito Gay si autocandidano con il M5S. Ed e polemica - Gay.it

Europee 2024, Marrazzo, Zela e Grassi del Partito Gay si autocandidano con il M5S. Ed è polemica

News - Redazione 3.4.24
Valentina Gomez, la candidata repubblicana che sui social brucia "libri LGBTQIA+" con un lanciafiamme (VIDEO) - Valentina Gomez - Gay.it

Valentina Gomez, la candidata repubblicana che sui social brucia “libri LGBTQIA+” con un lanciafiamme (VIDEO)

News - Redazione 28.3.24
Careggi Transgender Triptorelina affermazione di genere Gasparri

Triptorelina, la malafede ideologica del governo italiano che fa propaganda sulla vita delle persone: anticipati i risultati dell’ispezione al Careggi di Firenze, ma qualcosa non quadra

Corpi - Francesca Di Feo 8.4.24
sassuolo-violenza-polizia-coppia-gay-scalfarotto

Violenza e profilazione razziale su coppia gay, la procura archivia, ma arriva l’interrogazione parlamentare

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Pro Vita, nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma: "Basta confondere l'identità sessuale dei bambini" - Pro Vita nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma - Gay.it

Pro Vita, nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma: “Basta confondere l’identità sessuale dei bambini”

News - Redazione 22.11.23
burocrazia unioni civili, guida alle top location per unioni civili in puglia

Grecia, il premier Mitsotakis annuncia il disegno di legge sul matrimonio egualitario

News - Redazione 12.1.24
albania-diritti-lgbtqia

Albania, tutte le promesse non mantenute dal governo in ambito di diritti LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 5.1.24
Chi è Mike Johnson, il nuovo speaker della Camera Usa che voleva bandire il sesso gay - Mike Johnson 2 - Gay.it

Chi è Mike Johnson, il nuovo speaker della Camera Usa che voleva bandire il sesso gay

News - Federico Boni 27.10.23