ORA BASTA, tutti in piazza a Milano per chiedere subito una legge contro l’omotransfobia

Sabato 10 ottobre in Piazza della Scala a Milano, perché "violenza e discriminazione NON sono un'opinione! Vogliamo una legge che protegga le nostre vite".

ORA BASTA, tutti in piazza a Milano per chiedere subito una legge contro l'omotransfobia - ORA BASTA tutti in piazza a Milano per chiedere subito una legge contro lomotransfobia - Gay.it
2 min. di lettura

Sabato 10 ottobre, in Piazza della Scala a Milano dalle ore 15:00 alle ore 18:00, andrà in scena una manifestazione  per dire basta all’omotransfobia e alla misoginia, perché violenza e discriminazione non sono un’opinione. Tra i promotori troviamo I Sentinelli di Milano, Arci Milano, Aned Milano, Amnesty International, Action Aid, All Out, Da Voce al Rispetto!, Agedo Milano, Poliedro, Renzo e Lucio, Acet, Mamme per la Pelle, Insieme senza Muri, Casa Comune, Rete iItaliana Antifascista, Razzismo Brutta Storia, Famiglie Arcobaleno Milano e Movimento Antirazzista Italiano.

Solo nel 2019, in Italia ci sono stati 134 casi di aggressione a persone lgbtqia+ (una ogni due giorni) e 94 femminicidi (uno ogni tre giorni). “Vogliamo una legge che protegga le nostre vite“, sottolineano gli organizzatori. “Che riconosca che i motivi omolesbotransfobici o misogini sono una aggravante agli omicidi, le aggressioni, le violenze fisiche e psicologiche, gli insulti, le persecuzioni e l’istigazione a commettere discriminazioni e violenze che mettono a rischio la libertà personale, la sicurezza e la dignità delle donne, delle persone LGBTQI+, e di qualsiasi essere umano che possa essere ritenuto parte di tali minoranze. Che aiuti in modo concreto le persone colpite da questo odio, tutelandole nella loro salute fisica e mentale e proteggendole da ulteriori attacchi introducendo sportelli di ascolto e le case di accoglienza“.

Una legge, attesa da 30 anni, “che non sia figlia di compromessi al ribasso: che tuteli l’identità di genere e l’autodeterminazione delle persone, e che condanni in modo concreto ed efficace anche la violenza verbale e l’istigazione alla violenza. Adesso, con la proposta di legge a prima firma dell’onorevole Zan contro l’omolesbobitransfobia e la misoginia, si apre una possibilità, che non possiamo e non vogliamo sprecare“.

Il momento è ORA“, tuonano gli organizzatori, con il DDL Zan che dovrebbe tornare alla Camera proprio nel mese di ottobre, pochi giorni dopo questa piazza milanese. “Le nostre vite non aspettano. In tante e tanti per quasi 30 anni abbiamo pagato il prezzo dei ritardi della politica Italiana, troppo timida quando non diretta responsabile della diffusione di posizioni discriminatorie e violente nei confronti delle minoranze. E continuiamo a pagarlo. Anche questa volta il dibattito in parlamento ha già assunto forme grottesche: chi si oppone alla legge vuole far passare per libertà di espressione comportamenti violenti o l’istigazione a comportamenti violenti contro le persone lgbtqi+. Ma Violenza e discriminazione non sono un’opinione. Se questi discorsi si faranno strada, l’Italia sarà un paese sempre più omofobo e la violenza fisica e verbale verso le minoranze sarà sempre più sdoganata“. “ORA BASTA. Noi vogliamo essere e costruire un Paese diverso, capace di reagire, di essere presente e solidale, attento ai diritti di tutte e di tutti con cui vogliamo ritrovarci di nuovo in piazza. Prendendoci insieme la responsabilità di una piazza sicura, con l’orgoglio con cui rivendichiamo rispetto e sicurezza, per chiedere l’approvazione di buona legge contro l’omolesbobitransfobia e la misoginia, senza mediazioni al ribasso e senza sconti di nessun tipo. Abbiamo diritto a una buona legge, che non solo punisca la violenza ma fornisca anche supporto e protezione alle vittime e si occupi di prevenzione“.

Ieri il presidente della Camera Fico ha rimarcato l’urgenza di una legge, così come Alessandro Zan e Monica Cirinnà, senatrice Pd che ha ribadito come “non possiamo voltarci dall’altra parte. È tempo di responsabilità, è tempo di approvare la legge senza timidezze, con coraggio. Per questo, auspico una rapida calendarizzazione già nella prossima Conferenza dei capigruppo“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Venezia 81, tutti i film in programma. Ci sono Joker 2, Queer di Guadagnino, Almodovar e Maria di Larrain - QUEER by Luca Guadagnino from left Drew Starkey and Daniel Craig photo by Yannis Drakoulidis - Gay.it

Venezia 81, tutti i film in programma. Ci sono Joker 2, Queer di Guadagnino, Almodovar e Maria di Larrain

Cinema - Federico Boni 23.7.24
Tommaso Stanzani, primo bacio social all'amato Oreste Gaudio (VIDEO) - Tommaso Stanzani primo bacio social allamato Oreste Gaudio VIDEO - Gay.it

Tommaso Stanzani, primo bacio social all’amato Oreste Gaudio (VIDEO)

Culture - Redazione 24.7.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Powell, Pascal e Kenworthy - specchio specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Powell, Pascal e Kenworthy

Corpi - Redazione 24.7.24
Parigi 2024, hanno bloccato Grindr nel villaggio Olimpico? - grindr olympic - Gay.it

Parigi 2024, hanno bloccato Grindr nel villaggio Olimpico?

News - Redazione 24.7.24
La nuova Forza Italia "liberal" voluta dai Berlusconi vuole dividere la comunità LGB da quella T?

Forza Italia vuole dividere la comunità LGBIAQ dalla comunità T, ma noi “Insieme siamo partite, insieme torneremo”

News - Giuliano Federico 22.7.24
spiagge gay italiane spiagge queer lgbtqia

Speciale Spiagge 2024: 100 spiagge gay in Italia da non perdere

Viaggi - Redazione 1.7.24

Leggere fa bene

Alghero_Omofobia_condanna

Alghero, frasi omofobiche ignobili e persecuzioni a coppia gay: condannato a un anno e a pagare 20.000 euro

News - Francesca Di Feo 25.3.24
L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo - indonesia gay protest - Gay.it

L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo

News - Redazione 29.5.24
Islam LGBTIAQ musulmani Politecnico Milano

Seminari e incontri islamici anti-LGBTQIA+: bufera sul Politecnico di Milano, ecco cosa è successo

Culture - Francesca Di Feo 11.4.24
arezzo-whynot-chiuso

Arezzo, chiusa la serata queer WhyNot per troppi episodi di violenza verbale omobitransfobica

News - Francesca Di Feo 21.3.24
Adele in concerto risponde al fan omofobo: "Sei stupido? Stai zitto!" (VIDEO) - Adele - Gay.it

Adele in concerto risponde al fan omofobo: “Sei stupido? Stai zitto!” (VIDEO)

Culture - Redazione 3.6.24
Emma Marrone

“Non rompere i c******i con l’omofobia”, ma la risposta di Emma mette a tacere l’omofobo

Musica - Emanuele Corbo 23.7.24
russia-putin-comunita-lgbt-bambini

Russia, Putin sulla comunità LGBTQIA+: “Giù le mani dai bambini”

News - Redazione Milano 23.2.24
Cagliari, omofobia la sera del Pride: "Minacciato di morte con un coltello, preso a calci e pugni" (VIDEO) - Andrea Corona omofobia - Gay.it

Cagliari, omofobia la sera del Pride: “Minacciato di morte con un coltello, preso a calci e pugni” (VIDEO)

News - Redazione 1.7.24