ORA BASTA, tutti in piazza a Milano per chiedere subito una legge contro l’omotransfobia

Sabato 10 ottobre in Piazza della Scala a Milano, perché "violenza e discriminazione NON sono un'opinione! Vogliamo una legge che protegga le nostre vite".

ORA BASTA, tutti in piazza a Milano per chiedere subito una legge contro l'omotransfobia - ORA BASTA tutti in piazza a Milano per chiedere subito una legge contro lomotransfobia - Gay.it
2 min. di lettura

Sabato 10 ottobre, in Piazza della Scala a Milano dalle ore 15:00 alle ore 18:00, andrà in scena una manifestazione  per dire basta all’omotransfobia e alla misoginia, perché violenza e discriminazione non sono un’opinione. Tra i promotori troviamo I Sentinelli di Milano, Arci Milano, Aned Milano, Amnesty International, Action Aid, All Out, Da Voce al Rispetto!, Agedo Milano, Poliedro, Renzo e Lucio, Acet, Mamme per la Pelle, Insieme senza Muri, Casa Comune, Rete iItaliana Antifascista, Razzismo Brutta Storia, Famiglie Arcobaleno Milano e Movimento Antirazzista Italiano.

Solo nel 2019, in Italia ci sono stati 134 casi di aggressione a persone lgbtqia+ (una ogni due giorni) e 94 femminicidi (uno ogni tre giorni). “Vogliamo una legge che protegga le nostre vite“, sottolineano gli organizzatori. “Che riconosca che i motivi omolesbotransfobici o misogini sono una aggravante agli omicidi, le aggressioni, le violenze fisiche e psicologiche, gli insulti, le persecuzioni e l’istigazione a commettere discriminazioni e violenze che mettono a rischio la libertà personale, la sicurezza e la dignità delle donne, delle persone LGBTQI+, e di qualsiasi essere umano che possa essere ritenuto parte di tali minoranze. Che aiuti in modo concreto le persone colpite da questo odio, tutelandole nella loro salute fisica e mentale e proteggendole da ulteriori attacchi introducendo sportelli di ascolto e le case di accoglienza“.

Una legge, attesa da 30 anni, “che non sia figlia di compromessi al ribasso: che tuteli l’identità di genere e l’autodeterminazione delle persone, e che condanni in modo concreto ed efficace anche la violenza verbale e l’istigazione alla violenza. Adesso, con la proposta di legge a prima firma dell’onorevole Zan contro l’omolesbobitransfobia e la misoginia, si apre una possibilità, che non possiamo e non vogliamo sprecare“.

Il momento è ORA“, tuonano gli organizzatori, con il DDL Zan che dovrebbe tornare alla Camera proprio nel mese di ottobre, pochi giorni dopo questa piazza milanese. “Le nostre vite non aspettano. In tante e tanti per quasi 30 anni abbiamo pagato il prezzo dei ritardi della politica Italiana, troppo timida quando non diretta responsabile della diffusione di posizioni discriminatorie e violente nei confronti delle minoranze. E continuiamo a pagarlo. Anche questa volta il dibattito in parlamento ha già assunto forme grottesche: chi si oppone alla legge vuole far passare per libertà di espressione comportamenti violenti o l’istigazione a comportamenti violenti contro le persone lgbtqi+. Ma Violenza e discriminazione non sono un’opinione. Se questi discorsi si faranno strada, l’Italia sarà un paese sempre più omofobo e la violenza fisica e verbale verso le minoranze sarà sempre più sdoganata“. “ORA BASTA. Noi vogliamo essere e costruire un Paese diverso, capace di reagire, di essere presente e solidale, attento ai diritti di tutte e di tutti con cui vogliamo ritrovarci di nuovo in piazza. Prendendoci insieme la responsabilità di una piazza sicura, con l’orgoglio con cui rivendichiamo rispetto e sicurezza, per chiedere l’approvazione di buona legge contro l’omolesbobitransfobia e la misoginia, senza mediazioni al ribasso e senza sconti di nessun tipo. Abbiamo diritto a una buona legge, che non solo punisca la violenza ma fornisca anche supporto e protezione alle vittime e si occupi di prevenzione“.

Ieri il presidente della Camera Fico ha rimarcato l’urgenza di una legge, così come Alessandro Zan e Monica Cirinnà, senatrice Pd che ha ribadito come “non possiamo voltarci dall’altra parte. È tempo di responsabilità, è tempo di approvare la legge senza timidezze, con coraggio. Per questo, auspico una rapida calendarizzazione già nella prossima Conferenza dei capigruppo“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard - Xavier Dolan - Gay.it

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard

News - Federico Boni 1.3.24
I SAW THE TV GLOW (2024)

I Saw The Tv Glow: guarda il trailer dell’attesissimo film horror trans* – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 29.2.24
Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale - olly alexander - Gay.it

Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale

Culture - Redazione 1.3.24

I nostri contenuti
sono diversi

Ambrogino d'Oro 2023 a Pucci, autore di battute omofobe su Zorzi e insulti a Schlein. Albiani: "È una porcata" - andrea pucci - Gay.it

Ambrogino d’Oro 2023 a Pucci, autore di battute omofobe su Zorzi e insulti a Schlein. Albiani: “È una porcata”

News - Federico Boni 16.11.23
pro-vita-manifesti-como-brescia

Pro Vita e Famiglia, nuovi manifesti “anti-gender” a Como e Brescia: la risposta di Arcigay

News - Francesca Di Feo 6.1.24
panchina-arcobaleno-cavirago-reggio-emilia

Panchina arcobaleno imbrattata con svastiche e messaggi di odio: “Comunisti bast*rdi, morite”

News - Francesca Di Feo 6.11.23
candidati lgbt USA

Le 10 città più e meno LGBTQIA+ friendly d’America

News - Federico Boni 8.11.23
uganda-carceri-torture-detenut-lgbtqia

Uganda, torture aberranti verso lǝ detenutǝ LGBTQIA+: sanzioni dagli USA

News - Francesca Di Feo 11.12.23
Gardaland, licenziato il manager che chiamava "principessa" il dipendente gay - Gardaland - Gay.it

Gardaland, licenziato il manager che chiamava “principessa” il dipendente gay

News - Redazione 5.10.23
india-pranshu-influencer-morto-suicida

Addio Pranshu, a 16 anni si è tolto la vita, ucciso dal cyberbullismo omobitransfobico

News - Francesca Di Feo 27.11.23
Alain Soral, arrestato per omobitransfobia l'estremista di destra - Alain Soral - Gay.it

Alain Soral, arrestato per omobitransfobia l’estremista di destra

News - Redazione 3.10.23