Papà per Scelta, pioggia social di insulti omofobi:”esiste un confine tra esprimere la propria opinione e offendere”

Carlo e Christian ancora una volta vittime dell'odio social. Ecco perché serve una legge contro l'omotransfobia.

Papà per Scelta, pioggia social di insulti omofobi:"esiste un confine tra esprimere la propria opinione e offendere" - papa scelta salvini - Gay.it
2 min. di lettura

Una pioggia di insulti, di minacce, un fiume di parole indecenti che nulla hanno a che vedere con la ‘libertà di opinione’. I Papà per Scelta Carlo e Christian, genitori di due bellissimi gemelli che due settimane fa avevano replicato all’ennesimo gratuito attacco di Matteo Salvini alle famiglie arcobaleno, sono stati ancora una volta inondati dall’odio social.

La loro lettera al leader della Lega era finita in gruppi e pagine affollate di persone che trascorrono le proprie giornate a vomitare odio. Quel che ne è uscito fuori è un campionario dell’orrore omofobo, con offese aberranti.

“Siete due merd*”, “Fate veramente schifo”, “pena di morte”, “i ricch*ni come voi sono la rovina del mondo, voi fr*ci estinguerete la riproduzione”, “siete due coglioni esibizionisti”, “pagliacci del cazzo”, “pederasti”, “meglio una macina al collo che scandalizzare uno di questi piccoli”, “obbrobrio di pseudo famiglia”, “dissociati, malati”, e ancora, ancora, ancora, come denunciato su IG da Carlo e Christian.

Continuano a chiamarci dissociati malati, coglioni, merde, pederasti. Definiscono la nostra famiglia come un esperimento nazista e un abominio contronatura. Ci preferirebbero con una macina al collo piuttosto che accanto ai nostri figli, auspicando la pena di morte ai politici che vorrebbero tutelare le famiglie omogenitoriali. Per chi ancora avesse dei dubbi su questa legge, la risposta la trovate nei commenti di queste persone che si sentono legittimate ad usare le lettere come fossero proiettili per insultare. Succede ancora troppo spesso di essere oggetto di messaggi discriminatori che incitano all’odio. Brucia ancora una volta, come sempre. Ma non ci si può abituare a ricevere decine di messaggi diffamatori che hanno la sola intenzione di offendere e mortificare.
Le parole usate come arma di distruzione di massa non possono e non devono più rimanere impunite. Ribadisco l’importanza di un segnale forte e chiaro da parte delle Istituzioni che punisca questi episodi, mettendo a tacere le urla di quei bulletti che credono di poterla fare franca solo perché dietro uno schermo.

Ed è qui che il DDL Zan, in arrivo alla Camera a fine luglio, si fa possibile ed efficace strumento contro questi buffoni, violenti, ignoranti e omotransfobici che pensano di poter incitare all’odio e alla violenza solo e soltanto perchè nascosti dietro lo schermo di un computer.

Il sacrosanto diritto di esprimere la propria opinione deve essere garantito solo a patto che si riconosca il dovere di prendersi le proprie responsabilità, rimarcano giustamente Carlo e Christian. “E questa legge, oltre che un atto di civiltà necessario, va proprio in questa direzione. Perché esiste un confine tra esprimere la propria opinione e offendere, che si chiama rispetto. E calpestarlo, non può non avere delle conseguenze“.

https://www.instagram.com/p/CCjQ8vdIQVD/
https://www.instagram.com/p/CCp_0FKIBMF/

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out - Lux Pascal e Pedro - Gay.it

Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out

News - Redazione 23.2.24
adolescente-non-binari-aggressione-oklaoma (1)

USA, Nex Benedict, sedicenne non binariǝ, muore dopo un’aggressione transfobica a scuola

News - Francesca Di Feo 21.2.24
Paolo Camilli

Paolo Camilli: “La mia omosessualità? L’ho negata fino alla morte con me stesso” – intervista

Culture - Luca Diana 23.2.24
Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24

Continua a leggere

Emanuele Pozzolo il post omofobico ai tempi dell'approvazione delle unioni civili. Nella foto insieme a Giorgia Meloni che lo scelse nelle liste elettorali del 25 Settembre 2022.

Emanuele Pozzolo, scelto da Meloni: ecco il post omofobico contro le unioni civili

News - Redazione Milano 3.1.24
Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: "Ho rischiato di perdere l'occhio" - Pasquale Ciano 2 - Gay.it

Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: “Ho rischiato di perdere l’occhio”

News - Redazione 13.12.23
sondrio-manifesti-provita

Sondrio, anche qui spuntano i manifesti ProVita: “Basta confondere l’identità sessuale dei bambini”

News - Francesca Di Feo 11.12.23
libano-diritti-lgbtqia

Libano: il deterioramento dei diritti LGBQIA+ come specchio di una crisi multidimensionale

News - Francesca Di Feo 14.9.23
vannacci-ultime-dichiarazioni

Vannacci e il tour paranoico tra omosessuali e graffitari, ecco gli ultimi deliri dell’esponente dell’esercito italiano

News - Redazione Milano 15.9.23
candidati lgbt USA

Le 10 città più e meno LGBTQIA+ friendly d’America

News - Federico Boni 8.11.23
andria omofobia 18 anni gay

Andria, calci e pugni a un 18enne perché gay: “Abbiate il coraggio di denunciare”

News - Francesca Di Feo 26.10.23
Alain Soral, arrestato per omobitransfobia l'estremista di destra - Alain Soral - Gay.it

Alain Soral, arrestato per omobitransfobia l’estremista di destra

News - Redazione 3.10.23