La paura della Chiesa su ddl Zan e sessualità spiegata da due parroci

Vediamo una Chiesa molto critica nei confronti del DDL Zan, perché non guardare la persona anziché la sua sessualità?

chiesa
Vaticano, tra vescovi e omotransfobia
2 min. di lettura

Un conflitto tra sessualità e Chiesa. Questo il problema, secondo don Roberto Mozzi, cappellano del carcere di San Vittore (Milano). Ha esposto il suo dubbio in una lettera inviata ad Avvenire. Si chiede perché, dopo 2.000 anni, non ci sia ancora pace tra questi due termini, e lo fa in riferimento alla legge contro l’omotransfobia, che approderà finalmente alla Camera il prossimo 3 agosto.

Come riporta l’Huffington Post, a sostenere don Mozzi anche il parroco della Beata Vergine Immacolata di Torvaianica, don Andrea Conocchia. Questo, che in piena pandemia ha continuato ad aiutare come poteva le persone transessuali in difficoltà della sua comunità, ha voluto riflettere sulla bocciatura del testo da parte della CEI, che ha definito il ddl Zan come una legge che ucciderà la libertà di espressione. E solo qualche giorno fa, alcune associazioni cattoliche avevano chiesto di modificare il testo, rendendo la legge pressoché inutile.

La riflessione di parrocco e cappellano sulle paure della Chiesa

Don Conocchia spiega:

Mi pare sia fondamentale mettere al centro la persona che non è solo la sua sessualità. La persona è qualcosa di altro e di oltre, qualcosa di più ampio, complesso e articolato. È importante l’interezza e l’unità della persona.

E riguardo il sesto comandamento, ovvero “Non commettere atti impuri”, citato dallo stesso don Conocchia:

Mi pare che su questo punto si stia combattendo quasi una guerra, e invece bisognerebbe trovare lo stile dell’incontro, dei ponti e non dei muri per dirla con Papa Francesco.

E per spiegare meglio il concetto, riporta anche la risposta di una lettera inviata da un sacerdote a Papa Francesco:

Bisogna che la gente incontri nella Chiesa il vero messaggio di Gesù e non le rigidezze che inventiamo noi uomini.

Cosa significa questo? Che se la Chiesa stessa dice No alla legge contro l’omotransfobia, non fa altro che evidenziare ancora di più una rigidità che non trova posto nell’insegnamento di Gesù, portando quindi a una Chiesa chiusa, non inclusiva e indisponibile.

E conclude:

Non esistono persone di serie A e persone di serie B e “omosessuale”, “transessuale” sono aggettivi mentre invece bisogna fare attenzione e dare importanza alla persona, che è sostantivo.

E di fronte a questa analisi, di che cosa ha paura la Chiesa, di fronte a una legge che dovrebbe proteggere le persone più in difficoltà?

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 31.7.20 - 16:02

Le tre religioni semitiche , evoluzione l'una dell'altra , hanno in comune e base fondamentale , ragione della loro esistenza il controllo totale dei loro adepti. Quale migliore controllo delle menti e dei corpi se non la sessualità dei loro fedeli ?

Trending

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Powell, Pascal e Kenworthy - specchio specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Powell, Pascal e Kenworthy

Corpi - Redazione 24.7.24
Parigi 2024, hanno bloccato Grindr nel villaggio Olimpico? - grindr olympic - Gay.it

Parigi 2024, hanno bloccato Grindr nel villaggio Olimpico?

News - Redazione 24.7.24
Giancarlo Commare e il presunto coming out alla domanda del tiktoker: "Quanto sei gay? Sono gay" (VIDEO) - Giancarlo Commare ha fatto coming out - Gay.it

Giancarlo Commare e il presunto coming out alla domanda del tiktoker: “Quanto sei gay? Sono gay” (VIDEO)

Culture - Redazione 22.7.24
Marco Mengoni Marco Torino Greco Vacanza Pantelleria

Marco Mengoni “con il suo migliore amico” Marco Torino Greco secondo i media

Musica - Mandalina Di Biase 24.7.24
Venezia 81, tutti i film in programma. Ci sono Joker 2, Queer di Guadagnino, Almodovar e Maria di Larrain - QUEER by Luca Guadagnino from left Drew Starkey and Daniel Craig photo by Yannis Drakoulidis - Gay.it

Venezia 81, tutti i film in programma. Ci sono Joker 2, Queer di Guadagnino, Almodovar e Maria di Larrain

Cinema - Federico Boni 23.7.24
Simone Nolasco Intervista Gay.it

Simone Nolasco: “Così è nata la scena hot con Troye Sivan. Le critiche? Sul palco si porta la vita” – Intervista

Culture - Emanuele Corbo 25.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

aborto-antiabortisti-nei-consultori

L’interruzione di gravidanza torna ad essere oggetto di discussione in parlamento: dovevamo svegliarci prima?

Corpi - Francesca Di Feo 19.4.24
Unione Europea Diritti Transgender

L’Unione Europea verso il riconoscimento del cambio di genere in tutti gli Stati membri

News - Francesca Di Feo 7.5.24
g7-diritti-lgbt

G7 nell’Italia dell’estrema destra, spariti i diritti LGBTQIA+ che a Hiroshima nel 2023 erano in agenda

News - Francesca Di Feo 14.6.24
flavia-fratello-battuta-vannacci

Flavia Fratello replica bene a Vannacci, ma in passato firmò contro il Ddl Zan e diede spazio alla transfobia delle TERF

News - Francesca Di Feo 7.3.24
Donatella Versace celebrata con il Game Changer Onor per il suo impegno in difesa dei diritti della comunità LGBTQIA+ - Donatella Versace celebrata con il Game Changer Onor per il suo impegno in difesa dei diritti della comunita LGBTQIA - Gay.it

Donatella Versace celebrata con il Game Changer Onor per il suo impegno in difesa dei diritti della comunità LGBTQIA+

Culture - Redazione 8.3.24
Roccella e Meloni: "Ci sono le femmine e ci sono i maschi. No teoria gender nelle scuole. GPA disumana" - Giorgia Meloni e Eugenia Roccella - Gay.it

Roccella e Meloni: “Ci sono le femmine e ci sono i maschi. No teoria gender nelle scuole. GPA disumana”

News - Redazione 20.5.24
meloni orban

Italia al 25° posto su 27 in Europa sui diritti. Peggio di noi solo Ungheria e Polonia. Il report sui singoli voti all’Europarlamento

News - Federico Boni 15.4.24
andrea-saltini-gratia-plena-aggredito

L’artista Andrea Saltini aggredito da un integralista cattolico: le sue opere erano state definite “blasfeme”

News - Francesca Di Feo 29.3.24