Prisma 2, spoiler: la scena di sesso tra Andrea e Daniele non è gay, Bessegato: “Non sono una coppia gay”

Mattia Carrano e Lorenzo Zurzolo deludono i gaysssss e ci regalano una scena di indefinibili identità.

ascolta:
0:00
-
0:00
Prisma 2 Andrea Daniele scena sesso Lorenzo Zurzolo Mattia Carrano 01
Prisma 2 - Andrea e Daniele scena d'amore tra Lorenzo Zurzolo e Mattia Carrano
3 min. di lettura

Attenzione contiene spoiler.

Nell’intervista concessa al nostro direttore, il regista di Prisma 2, Ludovico Bessegato ha detto che Andrea (Mattia Carrano) e Daniele (Lorenzo Zurzolo) non sono una coppia gay. Perché, dice il regista e co-sceneggiatore, Daniele cerca il lato femminile di Andrea e Andrea non è certamente un maschio gay. Posto che chiaramente Andrea è una persona non binaria – forse all’inizio di una transizione, oppure no, oppure anche sono fatti suoi -, in un altro articolo (questo) ci si chiedeva anche cosa sia dunque Daniele, maschio cisgender che cerca su internet “cosa vuol dire provare attrazione per un ragazzo fluido?“. Nuove liquidità incontenibili, stupende proliferazioni di non meglio identificate identità.

Prisma 2 - Andrea e Daniele scena d'amore tra Lorenzo Zurzolo e Mattia Carrano
Prisma 2 – Andrea e Daniele, la scena d’amore tra Lorenzo Zurzolo e Mattia Carrano

Nella scena di sesso nella roulotte tra Andrea e Daniele assistiamo a un trattamento che può risultare corrosivo, provocatorio, e che può essere tacciato anche di una certa forma di antagonismo alla gaytudine, eppure non posso certo dire alcunché su come tutto sia stato raccontato e anche recitato. Insomma, Prisma 2 è uno scrigno d’amore per le storie di queste creature e un manuale di rappresentazione LGBTIAQ+ rispettosa (prendete la storia di Jacopo, con Andrea Giammarino che interpreta un quasi sé stesso…).

Ma non per questo Bessegato si tira indietro davanti a queste nuove gioventù meravigliosamente incasinate, pronte a far saltare i nervi ai gayssssss che non vedevano l’ora di vedere uno dei due effettuare una qualche fellatio omosessualissima. Che bruciante delusione per chi ha atteso quasi due anni che quel bus carico di ormoni arrivasse alla fermata (ok ok, la fellatio non c’è, e ovviamente potrebbe esserci stata, ma non è stata inclusa: quindi?).

Prisma 2 Andrea Daniele scena sesso Lorenzo Zurzolo Mattia Carrano 03
Prisma 2 – Andrea e Daniele scena d’amore tra Lorenzo Zurzolo e Mattia Carrano

Così, se qualcun* avrà storto il naso perché Mattia Carrano e Lorenzo Zurzolo scopano più come femmina con maschio, e non come due maschi, forse qualche domanda se la farà.

Ho visto la serie soltanto due giorni dopo l’uscita su Prime, e su Gay.it s’era già scritto tutto (l’avevano vista in anteprima maledetti), ma vorrei dire che mi è piaciuta, e la cosa che più mi è piaciuta è proprio quella scena di sesso tenerissimo, con due attori appassionati e credibili, quando Lorenzo lecca il collo di Andrea e poi quel sesso così eterosessuale (si può dire?) tra due ragazzi. È una roba che fa saltare un sacco di schemi. È una scena di totale libertà dal mondo, ma anche da sé stessi e da ciò che spesso il mondo ci riduce ad essere, è una scena anche che spiega molto bene la potenza dell’attrazione. Con tanti auguri ai gaysssss ancora fermi alla fermata del bus.

Leggi qui cosa dice Ludovico Bessegato alla seguente domanda di Gay.it:

La scena di amore/sesso tra Andrea e Daniele mi è parsa molto poco gay e molto una scena tra un corpo maschile e un corpo femminile: è una mia lettura forzata o l’avete cercata così?

 

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Kylie Minogue, Bebe Rexha e Tove Lo

Kylie Minogue: il singolo ‘My Oh My’ con Bebe Rexha e Tove Lo è un “usato sicuro”, ma funziona – AUDIO

Musica - Emanuele Corbo 11.7.24
Chi era Goliarda Sapienza? - Matteo B Bianchi9 - Gay.it

Chi era Goliarda Sapienza?

Culture - Federico Colombo 10.7.24
Il murales queer dedicato a Michela Murgia realizzato da Laika per il progetto "Ricordatemi come vi pare" curato da Pietro Turano di Arcigay

“Ricordatemi come vi pare”, non è ancora completato, e il murales queer dedicato a Michela Murgia fa infuriare la destra

Culture - Redazione Milano 7.7.24
Rita Pavone: "Detesto tutte le ostentazioni che sviliscono l’amore, i sederi all’aria al Pride non mi piacciono" - Rita Pavone - Gay.it

Rita Pavone: “Detesto tutte le ostentazioni che sviliscono l’amore, i sederi all’aria al Pride non mi piacciono”

Musica - Redazione 11.7.24
Il matrimonio del mio migliore amico (1997)

Il tuo fruity boyfriend non ti salverà

Lifestyle - Riccardo Conte 12.7.24
Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: "Per guardare al futuro insieme a lei" - Laika e Michela Murgia - Gay.it

Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: “Per guardare al futuro insieme a lei”

Culture - Federico Boni 11.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

Jeremy Allen White (Calvin Klein)/ Gerrard Woodward (BRLO)

E se lo spot con Jeremy Allen White fosse interpretato da un uomo bear?

Corpi - Redazione Milano 2.2.24
FEMME (UTOPIA)

Femme è il thriller queer in drag di cui abbiamo bisogno, il trailer – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 16.2.24
#LevisPride - Queer Rodeo

Storia di quel Rainbow Rodeos tra cowboys, drag queen e anti-machismo

Culture - Riccardo Conte 7.6.24
Caterina Forza

Caterina Forza, chi è l’attrice che interpreta “Nina” in “Prisma”?

Culture - Luca Diana 9.7.24
@ludovicadesantis_pht

Any Other e il diritto di ricordare, l’intervista

Musica - Riccardo Conte 31.1.24
Sara Drago

Sara Drago: “La realtà è piena di diversità, sarebbe bellissimo interpretare un uomo” – intervista

Cinema - Luca Diana 11.5.24
Paul Mescal per Sunday Times UK (PHOTOGRAPH BY PIP)

Paul Mescal dice sì agli attori etero in ruoli gay (ad una condizione)

Culture - Redazione Milano 16.1.24
"Io gay e musulmano, immigrato e cittadino: il futuro è dei meticci" Saif ur Rehman Raja racconta il suo romanzo d'esordio "Hijra" - intervista

“Io gay e musulmano, immigrato e cittadino: il futuro è dei meticci” Saif ur Rehman Raja racconta “Hijra” il suo romanzo d’esordio – intervista

Culture - Lorenzo Ottanelli 29.4.24