Drag March, una mega marcia a Los Angeles contro le leggi che criminalizzano i drag show

Quasi 50 associazioni LGBTQIA+ hanno aderito all'evento, al grido "lottiamo per il nostro diritto alla privacy, all'autonomia corporea, all'autodeterminazione e alla libertà di espressione".

ascolta:
0:00
-
0:00
Drag March, una mega marcia a Los Angeles contro le leggi che criminalizzano i drag show - drag march - Gay.it
2 min. di lettura

Una domenica di Pasqua di lotta e resistenza, quella che si vedrà a Los Angeles con la Drag March, evento organizzato dal Los Angeles LGBT Center per dire basta alle leggi che negli States stanno criminalizzando i drag show.

Il Tennessee è diventato il primo Stato d’America a vietare i drag show in luoghi pubblici, ma decine di altri leggi simili sono state presentate in altri Stati. Al fianco del Los Angeles LGBT Center ci saranno oltre 40 organizzazioni LGBTQ+ e non solo, con attivisti queer e trans, artisti drag e persino gruppi religiosi pronti a mobilitarsi contro l’ondata di odio che ha travolto l’arte drag. Saranno presenti anche Lindsey Horvath, supervisore della contea di Los Angeles e il sindaco di West Hollywood Sepi Shyne.

Kerri Colby, Lady Camden e Honey Davenport, regine di RuPaul’s Drag Race, parteciperanno alla manifestazione, presentata come un “cenno alle origini del movimento LGBTQ +”. “Lottiamo per il nostro diritto alla privacy, all’autonomia corporea, all’autodeterminazione e alla libertà di espressione“, hanno rivendicato gli organizzatori.

Quasi 500 proposte di legge omotransfobiche sono state presentate in tutti gli Stati USA solo nel 2023, molte delle quali contro le drag queen. Il Los Angeles LGBT Center ha sottolineato come la comunità “non resterà a guardare” mentre la parità di diritti viene annullata. “Ci sono oltre 400 atti legislativi anti-LGBTQ+ sui libri”. “Se non era già chiaro, speriamo lo sia ora: questo è un momento cruciale per la nostra comunità”.

Lady Camden, finalista della stagione 14 di Drag Race, ha esortato le persone a scendere in piazza e far sentire la propria voce. “So che sei d’accordo con me quando dico che meriti il diritto di amare chi ami e di fare ciò che vuoi con il tuo corpo, e di avere il diritto all’autoespressione in qualunque modo sia, incluso il drag show“.

Davenport, regina della stagione 11 di RuPaul’s Drag Race, ha aggiunto: “Caro amico, se sei seduto in silenzio mentre questi politici malvagi approvano leggi che distruggeranno la mia capacità di creare e sopravvivere, con la speranza ultima di sradicare l’esistenza della mia comunità, se non hai niente da dire su tutto questo, allora non mi hai mai amato“.

La legge anticostituzionale del Tennessee, che ha vietato gli spettacoli drag in luoghi pubblici, è stata momentanamente bloccata da un giudice, proprio perché troppo “vaga”. Ma quasi la metà degli americani, come rivelato da un recente sondaggio, sarebbe incredibile d’accordo con simile divieto.

Nella Florida di Ron DeSantis dopo la Don’t Say Gay i senatori repubblicani Clay Yarborough e Keith Perry hanno presentato il Senate Bill 1438, proposta di legge che andrebbe a vietare gli “spettacoli dal vivo per adulti” e tutti i luoghi che li ospitano. Per “spettacoli dal vivo per adulti” si intendono “qualsiasi spettacolo, mostra o altra presentazione di fronte a un pubblico dal vivo che, in tutto o in parte, raffigura o simula nudità, condotta sessuale, eccitazione sessuale o specifiche attività sessuali“. Di fatto andrebbe a colpire i drag show e non solo, perché persino la stragrande maggioranza delle opere di Shakespeare rientrerebbe nel divieto, così come musical come Hair e The Rocky Horror Picture Show.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24
Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24
Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24

Hai già letto
queste storie?

liz truss diritti lgbtq rights

Regno Unito, l’ex premier Liz Truss vuole vietare la transizione di genere ai minori di 18 anni

News - Redazione 4.12.23
Vannacci: "Rivendico il diritto all'odio. I gay possono sposarsi ma non si stupiscano se c'è chi li critica" - VIDEO - vannacci matrimoni gay - Gay.it

Vannacci: “Rivendico il diritto all’odio. I gay possono sposarsi ma non si stupiscano se c’è chi li critica” – VIDEO

News - Federico Boni 31.8.23
montenegro-diritti-lgbt

Il Montenegro candidato all’ingresso UE tra “sterilizzazione forzata” delle persone trans e linguaggio d’odio rampante

News - Francesca Di Feo 18.1.24
Giocattoli gender neutral

Finalmente arriva la sezione per giocattoli gender neutral

News - Redazione Milano 4.1.24
albania-diritti-lgbtqia

Albania, tutte le promesse non mantenute dal governo in ambito di diritti LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 5.1.24
canada

Canada, avviso ai canadesi LGBTQIA+ sui rischi nel viaggiare negli USA causa leggi omobitransfobiche

News - Federico Boni 1.9.23
rischi sunak twitter

Regno Unito, Rishi Sunak vuole cestinare la legge contro le teorie riparative

News - Redazione 27.9.23
Le Karma B sono MaschiE e ci raccontano quello che gli uomini non dicono - intervista - Sessp 20 - Gay.it

Le Karma B sono MaschiE e ci raccontano quello che gli uomini non dicono – intervista

Culture - Federico Colombo 16.1.24