Verona, il sindaco Tommasi pensa alla disobbedienza: “Tutelare bambine e bambini che già ci sono”

"Stiamo parlando di persone, di sentimenti, di affetti, che vanno messi al primo posto, lasciando da parte le ideologie".

ascolta:
0:00
-
0:00
Verona, il sindaco Tommasi pensa alla disobbedienza: "Tutelare bambine e bambini che già ci sono" - Damiano Tommasi foto - Gay.it
2 min. di lettura

Verona, il sindaco Tommasi pensa alla disobbedienza: "Tutelare bambine e bambini che già ci sono" - Damiano Tommasi - Gay.it

Nella giornata di ieri il sindaco di Padova Sergio Giordani ha annunciato che la sua città continuerà a trascrivere i figli delle coppie omogenitoriali, anche dopo aver ricevuto lo stop intimidatorio da parte del prefetto, a sua volta imboccato dal governo Meloni che aveva già “minacciato” Beppe Sala.

Ora anche Damiano Tommasi, sindaco di centrosinistra di Verona, guarda all’ipotesi  ‘disobbedienza’ chiesta a gran voce dall’associazione Famiglie Arcobaleno con tanto di raccolta firme.

Intervistato da L’Arena, l’ex calciatore della Roma campione d’Italia 2000/2001 ha rivelato la sua giunta sta “valutando e approfondendo” il da farsi.

Il primo nostro obiettivo è tutelare le bambine e i bambini che già ci sono e che stanno venendo nel nostro territorio e hanno dei diritti da far rispettare. Quindi l’Amministrazione e lo Stato devono tutelarli al massimo e quindi trovare la modalità migliore per farlo“.

A detta di Tommasi, il tema centrale sarebbe un altro, ovvero il “vuoto normativo da colmare, su questo fronte. E intanto sul territorio il problema va gestito nella maniera più concreta e pratica possibile. Quindi noi ci stiamo già mettendo in collegamento con altri sindaci, proprio per trovare un approccio rispettoso delle norme, per quanto lacunose, e poi lavorando per colmarla”. “Stiamo analizzando le varie situazioni che si vengono a creare, cercando di risolverle, in attesa di linee guida e completamento delle norme, che anche l’Europa ci chiede di colmare“.

Tommasi ha ricordato come si stia parlando di “cittadine e cittadini. E in questo caso, come in tanti altri, si tende ad affrontare il tema pensando che si stia parlando di numeri o di cose. Invece stiamo parlando di persone, di sentimenti, di affetti, che vanno messi al primo posto, lasciando da parte le ideologie. Partiamo dai bambini, nati in arrivo nel nostro territorio, e credo che se si parte da loro non si sbaglia mai“.

La scorsa estate Damiano Tommasi, appena eletto, prese parte al Pride veronese, ribadendo la necessità di dover “difendere i diritti e la libertà di ciascuno, perché chiunque viva o passi da Verona si senta a casa propria. Questo è uno degli obiettivi della nostra amministrazione. Guardiamo al futuro della nostra città e lavoriamo insieme per rendere Verona una città sempre più aperta, solidale ed accogliente“.

Una svolta di non poco conto per la città scaligera, negli ultimi due decenni sempre orientata a destra, con giunte il più delle volte dichiaratamente omotransfobiche. Dopo 27 anni, non a caso, Tommasi ha finalmente cancellato le cosiddette “mozioni omofobe”.

Nel 1995 venne approvata la mozione n.336 a firma dell’allora consigliere Francesco Spiazzi (PPI), che non solo definiva l’omosessualità come contronatura ma prevedeva il respingimento della risoluzione A3-0028/94 del Parlamento Europeo che invitava gli Stati UE a porre fine alle discriminazioni tra omosessuali ed eterosessuali. Quella mozione, in sostanza, impegnava l’amministrazione comunale a non deliberare provvedimenti in favore dell’equiparazione delle coppie LGBTQ+. A quella mozione ne seguirono altre. Per decenni, proprio a causa di quelle mozioni, la giunta veronese non ha mai potuto deliberare “provvedimenti che parifichino i diritti delle coppie omosessuali a quelli delle famiglie naturali costituite da un uomo e una donna”, anche perché i governi veronesi di centrodestra che hanno a lungo governato la città mai si sono impegnati per stralciarle. Fino all’arrivo di Tommasi.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Tommaso Stanzani, primo bacio social all'amato Oreste Gaudio (VIDEO) - Tommaso Stanzani primo bacio social allamato Oreste Gaudio VIDEO - Gay.it

Tommaso Stanzani, primo bacio social all’amato Oreste Gaudio (VIDEO)

Culture - Redazione 24.7.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Powell, Pascal e Kenworthy - specchio specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Powell, Pascal e Kenworthy

Corpi - Redazione 24.7.24
Roma Pestaggio Coppia Gay Siti In

“Guarda sti fr*c*” non è omofobia? Sit-in mercoledì 24 e polemiche sul pestaggio alla coppia gay di Roma, dopo che gli indagati respingono l’accusa

News - Redazione 22.7.24
Pestaggio Roma Coppia Gay - La difesa dei 4 presunti aggressori smentisce l'omofobia "Non sapevamo fossero gay"

Pestaggio coppia gay a Roma, gli aggressori “Non abbiamo usato insulti omofobi”

News - Redazione 22.7.24
Giancarlo Commare e il presunto coming out alla domanda del tiktoker: "Quanto sei gay? Sono gay" (VIDEO) - Giancarlo Commare ha fatto coming out - Gay.it

Giancarlo Commare e il presunto coming out alla domanda del tiktoker: “Quanto sei gay? Sono gay” (VIDEO)

Culture - Redazione 22.7.24
Claudia Pandolfi Giffoni

Claudia Pandolfi in lacrime a Giffoni per “Il ragazzo dai pantaloni rosa”: “Sento la responsabilità di questo film”

Cinema - Emanuele Corbo 23.7.24

Hai già letto
queste storie?

forza-italia-matrimonio-egualitario

Dopo la mozione anti-trans, Stefano Benigni di Forza Italia parla di matrimonio egualitario

News - Francesca Di Feo 19.7.24
stati-uniti-ban-terapie-affermative

Stati Uniti, continuano i ban alle terapie affermative per i minori: 100.000 lǝ adolescenti abbandonatǝ a loro stessǝ

Corpi - Francesca Di Feo 17.4.24
Roberto Menia di Fratelli d'Italia in Senato irride Macron: "Femmineo con pruriti muscolari" (VIDEO) - Roberto Menia di Fratelli dItalia in Senato irride Macron - Gay.it

Roberto Menia di Fratelli d’Italia in Senato irride Macron: “Femmineo con pruriti muscolari” (VIDEO)

News - Redazione 20.3.24
Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: "Mi hanno chiamato r*cchiò" - omofobia - Gay.it

Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: “Mi hanno chiamato r*cchiò”

News - Redazione 2.4.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
Ungheria Orban Péter Magyar Tisza

Europee, Ungheria: batosta peggiore di sempre per Orbán, cresce Tisza, partito che vuole ricostruire i rapporti con l’UE

News - Francesca Di Feo 10.6.24
meloni orban

35 ambasciate firmano una dichiarazione che condanna le leggi anti-LGBTQ ungheresi. Assente l’Italia

News - Redazione 21.6.24
GPA reato universale, 2 emendamenti Lega per inasprire DDL Varchi. 10 anni di carcere e 2 milioni di euro di multa - Matteo Salvini e Roberto Vannacci - Gay.it

GPA reato universale, 2 emendamenti Lega per inasprire DDL Varchi. 10 anni di carcere e 2 milioni di euro di multa

News - Redazione 21.6.24