Il coming out non è solo gay, Peppi Nocera travolto dalle polemiche dopo la nostra intervista

Giornali e tv riusciranno a riprendersi la credibilità che i social hanno man mano sottratto ai media?

ascolta:
0:00
-
0:00
Peppi Nocera coming out La Badante shitstorm
Peppi Nocera ha fatto coming out come La Badante ed è stato travolto da una shitstorm - In foto con Morgan ai tempi di X-Factor
3 min. di lettura

Giornali e tv riusciranno a riprendersi la credibilità che i social hanno man mano sottratto ai media? Se lo chiede Peppi Nocera, dopo aver ricevuto un oceano di ignoranti commenti in risposta alla sua intervista con Gay.it. Ma andiamo con ordine.

Il coming out di Peppi Nocera, che in un’intervista al nostro Giuliano Federico ha rivelato di essere lui dietro La Badante, progetto musicale electro-pop ad alto tasso di queerness, ha causato una serie di misunderstanding e una conseguente shitstorm che molto hanno da raccontare sui tempi che viviamo.

E del resto lo stesso Nocera di frullatori mediatici se ne intende eccome. Autore tv di alcuni dei più grandi successi popolari della televisione italiana (“Non è la Rai“, “L’isola dei famosi”,X-Factor” e “Amici” solo per citarne alcuni), Nocera ha recentemente firmato sia la docu “Unica” con Ilary Blasi, sia le prime due stagioni della serie “The Ferragnez” con Chiara Ferragni e Fedez.

La Badante Peppi Nocera
La Badante Peppi Nocera

Nel corso degli anni, Nocera ha coltivato il suo amore per la musica in un progetto parallelo da lui definito “un lato tranquillo“. Ha continuato a comporre per altri artisti, saltuariamente: da Ambra a Raffaella Carrà, da Grazia Di Michele ad alcuni partecipanti di ‘X Factor’. Poi, sette anni fa, è tornato sulla scena musicale con lo pseudonimo La Badante, sotto il quale ha pubblicato vari album ed EP electro-pop. Nonostante alcuni addetti ai lavori ne fossero a conoscenza (lo sapeva anche Fiorello, ha spiegato Peppi), Nocera è riuscito a mantenere l’anonimato fino a pochi giorni fa, quando ha deciso di svelare nell’intervista a Gay.it la sua vera identità legata a La Badante in concomitanza con il lancio del suo ultimo EP, intitolato ‘Tipi trasparenti‘. Ecco il video:

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da GAY.IT 🌍🪐✨ (@gayit)

 

Sette anni dopo l’autore ha pensato che non avesse più senso nascondere la propria identità dietro La Badante, non avendo egli ambizioni da popstar. “Quindi ho deciso che era il momento giusto per dire al mondo che La Badante ero io” ha spiegato ad Adnkronos. E lo ha fatto tramite l’intervista a Gay.it.

Da quell’articolo però ne sono rimbalzati in rete molti altri, tutti con titoli tipo: l’autore televisivo Peppi Nocera fa coming out e una mia dichiarazione mai data in quell’intervista: ‘io sono gay’. Tanto è bastato per leggere sotto questi articoli dei commenti feroci e degli insulti che fanno francamente rabbrividire”.

Già perché Nocera, dopo l’intervista a Gay.it, è stato oggetto di una valanga di critiche da parte dei soliti leoni da tastiera che hanno frainteso la definizione di “coming out” e lo hanno accusato di aver parlato della propria omosessualità soltanto per fare pubblicità al nuovo progetto “Tipi trasparenti, pubblicato con INRI diretta da Pierpaolo Peroni e remixato da Italo Connection. In verità Nocera ha fatto un vero e proprio coming out nel rivelare di essere lui dietro al progetto “La Badante”.

“La mia omosessualità era implicita e pubblica, e non ho mai cercato di nasconderla – spiega ad Adnkronos che lo ha interrogato sulla valanga di accuse social – non sono certo il Papa, quindi non c’era nulla di sorprendente nella notizia. Mi avrebbe fatto solo ridere se non fosse stato per l’onda di commenti offensivi che è seguita. Questo è davvero preoccupante. È inquietante vedere come i titoli sensazionalistici e provocatori siano stati utilizzati per ottenere clic, sfruttando la curiosità malsana delle persone verso i ‘coming out’ altrui, anche se non si conoscevano nemmeno. Questo ci fa riflettere sui recenti eventi, come quelli riguardanti Ferragni e Lucarelli. Personalmente, non mi interessa molto, sono abituato a questo tipo di situazioni, avendo lavorato nel mondo dei media per così tanto tempo. Tuttavia, l’impatto di una tempesta di critiche può essere devastante, specialmente per chi è meno preparato a gestirla.”

Il misunderstanding subito da Nocera evidenzia una certa ignoranza anche in termini di comprensione della definizione “coming out”. Il coming out infatti non è una prerogativa di persone LGBTIQA+. Il coming out è semplicemente la rivelazione di una condizione tenuta sin a quel momento nascosta.

A proposito delle recenti tempeste social che hanno travolto Ferragni e Lucarelli, sempre ad Adnkronos Nocera spiega: “I casi di Ferragni e Lucarelli hanno evidenziato questo fenomeno, e secondo me, stampa e televisione stanno cercando di riprendersi un terreno che i social media avevano parzialmente conquistato.

Ma i social, è ormai certo, costituiscono una lente fortemente distorcente la realtà. “Io sono gay – ha aggiunto Nocera – e i commenti negativi che sono seguiti dimostrano ancora una volta il lato oscuro dei social media”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
Roberto Vannacci

Roberto Vannacci avrebbe truffato lo Stato secondo l’indagine della procura militare

News - Giuliano Federico 24.2.24
Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel - Rosso bianco e sangue blu - Gay.it

Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel

Cinema - Redazione 26.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24

Leggere fa bene

Domenico Cuomo

Un Professore 2, Domenico Cuomo: “Sento un’evoluzione rispetto al coming out, ed è bellissimo”

Serie Tv - Redazione 13.12.23
"Specchio specchio delle mie brame…”, la 6° sexy gallery social di selfie vip - Specchio 5 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame…”, la 6° sexy gallery social di selfie vip

Corpi - Redazione 2.2.24
Brian Austin Green e il figlio gay: "È stata una sfida affascinante crescere Kassius" - Brian Austin Green e un figlio gay - Gay.it

Brian Austin Green e il figlio gay: “È stata una sfida affascinante crescere Kassius”

Culture - Redazione 5.10.23
Amici 23

Amici 23, tutto quello che sappiamo sulla nuova edizione: concorrenti, insegnanti, regolamento e spot

Culture - Luca Diana 22.9.23
Young Royals 3, il trailer italiano dell'ultima stagione - Young Royals 3 - Gay.it

Young Royals 3, il trailer italiano dell’ultima stagione

Serie Tv - Redazione 8.2.24
Milly Carlucci e Paolo Belli, Ballando con le Stelle

Ballando con le stelle 2023, tutto quello che sappiamo sulla nuova edizione: giuria, concorrenti, conduttori e primi spot

News - Luca Diana 6.9.23
Ivano Marino e i dolci auguri all'amato Giacomo: "Sai gioire sempre per me e questa è la prima meraviglia del mondo" - Ivano Marino e i dolci auguri di compleanno allamato Giacomo 0 - Gay.it

Ivano Marino e i dolci auguri all’amato Giacomo: “Sai gioire sempre per me e questa è la prima meraviglia del mondo”

Culture - Redazione 21.2.24
Filippo Timi: “I miei genitori erano omofobi e razzisti, senza farlo apposta. L’omosessualità resta un tabù” - Filippo Timi 1 - Gay.it

Filippo Timi: “I miei genitori erano omofobi e razzisti, senza farlo apposta. L’omosessualità resta un tabù”

Culture - Redazione 15.1.24