Milano, è allarme omotransfobia dopo il weekend di botte e insulti

"La comunità LGBTQIA+ di Milano è sotto attacco", hanno denunciato le associazioni LGBTQIA+ della città.

Milano, è allarme omotransfobia dopo il weekend di botte e insulti - Milajo Pride - Gay.it
2 min. di lettura

Un barista sfregiato al volto in via Lecco, una coppia pesantemente aggredita in via Manzoni, un 12enne insultato e aggredito in pieno giorno vicino Parco Sempione, e non poche altre notizie di insulti e sbeffeggi ricevuti. Nel weekend del Milano Pride la città si è inaspettatamente svegliata sotto una coltre di omotransfobia, come denunciato dal Coordinamento Arcobaleno di Milano, che riunisce le associazioni LGBTQIA+ di Milano.

“Questo non è accettabile in un paese civile e democratico dove ogni cittadino, ogni persona deve avere il diritto alla propria integrità fisica e alla dignità qualsiasi sia la sua condizione personale. Questi atti ripetuti in un ristretto giro di tempo rivelano una vera emergenza sociale”.

Nel pieno del dibattito sul DDL Zan, con le destre che continuano ad avvelenare i pozzi riempiendoli di fake news, la cronaca quotidiana incontra sempre più spesso la piaga dell’omotransfobia. CIG Arcigay Milano ha già dato disponibilità per assistere le persone aggredite fisicamente e verbalmente nel fine settimana, anche legalmente, e nel rivendicare giustizia.

Ma le istituzioni non possono delegare all’associazionismo i propri compiti. Mentre risulta sempre più evidente la necessità e l’urgenza di una legge che, come il ddl Zan, contrasti i crimini di odio e promuova campagne di educazione alla non discriminazione, ci attendiamo subito e reclamiamo adeguate misure delle Forze dell’Ordine finalizzate a individuare i responsabili e consegnarli alla giustizia, intensificare i pattugliamenti per garantire un ambiente sicuro a tutti i cittadini, una presa di posizione netta, pubblica, e gesti concreti di vicinanza e assistenza anche dal Comune di Milano, dal Sindaco. La comunità LGBTQIA+ di Milano è sotto attacco. La società civile e le istituzioni non restino indifferenti. E’ in gioco il patto di convivenza civile e democratica, dobbiamo difenderlo tutti.

Sindaco Beppe Sala presente al Pride di sabato, sul palco, dichiaratamente orgoglioso di guidare una “città contemporanea, accogliente e inclusiva dove si è liberi di essere e di amare“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Roma Pride 2024, oltre un milione di persone per una giornata memorabile. Schlein e Gualtieri sul carro riscrivono la Storia - Roma Pride 2024 - Gay.it

Roma Pride 2024, oltre un milione di persone per una giornata memorabile. Schlein e Gualtieri sul carro riscrivono la Storia

News - Federico Boni 16.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Michele Bravi replica a Papa Francesco: "Siamo cittadini che chiedono di essere rispettati" (VIDEO) - Michele Bravi - Gay.it

Michele Bravi replica a Papa Francesco: “Siamo cittadini che chiedono di essere rispettati” (VIDEO)

Musica - Redazione 17.6.24
Mahmood RA TA TA - Il velo e anche la tuta sono del brand palestinese Trashy Clothing

Mahmood fa “RA TA TA” con un velo palestinese che ha un significato

Musica - Mandalina Di Biase 13.6.24
Erika Colaianni e la compagna Manuela si sposano

Erika Colaianni e la compagna Manuela si sposano! La proposta di matrimonio durante il concerto di Ultimo – video

Culture - Luca Diana 15.6.24
Mahmood Ra Ta Ta e marijuana

Mahmood RA TA TA, bimbi senza mamma, una faccia mulatta e la marjuana

Musica - Emanuele Corbo 14.6.24

Hai già letto
queste storie?

omofobia ragazzo giovane gay

Pontedera, 18enne cacciato di casa dopo il coming out: “Niente figli gay, vattene”

News - Francesca Di Feo 27.3.24
Fabio Tuiach assolto in appello dopo l'iniziale condanna a due anni. La sua non era diffamazione omofoba - Fabio Tuiach a processo - Gay.it

Fabio Tuiach assolto in appello dopo l’iniziale condanna a due anni. La sua non era diffamazione omofoba

News - Redazione 13.6.24
aggressione-marrazzo

Aggredito Fabrizio Marrazzo, leader del Partito Gay: “Non è intervenuto nessuno” – VIDEO

News - Francesca Di Feo 12.6.24
isole-tremiti-lettera-misogina-omofoba

Lettera misogina e omofoba recapitata alla candidata sindaca per le Isole Tremiti: “Non vogliamo un sindaco lesbica”

News - Francesca Di Feo 30.5.24
teramo-estorsione-uomini-gay-grindr

Reggio Calabria, uomo gay adescato tramite app picchiato, insultato e derubato da tre ragazzi

News - Redazione 28.5.24
Aggressione Ragazzo Gay Milano Piazza Diaz

Milano, ragazzo di 22 anni accoltellato in pieno centro perché gay

News - Redazione Milano 19.5.24
Monsignor Cozzoli e il vicepresidente Cei in difesa di Papa Francesco: "Non è omofobo, si riferiva a preti gay con compartimenti scorretti" (VIDEO) - Monsignor Cozzoli - Gay.it

Monsignor Cozzoli e il vicepresidente Cei in difesa di Papa Francesco: “Non è omofobo, si riferiva a preti gay con compartimenti scorretti” (VIDEO)

News - Redazione 29.5.24
Resistenza, malattia e vita: abbiamo intervistato Ivonne Capece, a teatro con Thinking Blind - Matteo B Bianchi 2 - Gay.it

Resistenza, malattia e vita: abbiamo intervistato Ivonne Capece, a teatro con Thinking Blind

Culture - Federico Colombo 20.4.24