Foto

Come sono andati i 10 pride del week end appena trascorso – GALLERY

Un primo giugno intenso che ha visto l'Onda Pride esplodere in numerose manifestazioni, grandi e piccole, che hanno abbracciato l’intera Penisola. Da Perugia a Padova. Da Savona a Ferrara. Fino al primo Pride del centro Sicilia, quello di Enna.

ascolta:
0:00
-
0:00
resoconti pride 1 giugno
8 min. di lettura

Un primo giugno intenso che ha visto il Pride esplodere in numerose manifestazioni, grandi e piccole, che hanno abbracciato l’intera Penisola: le città di Perugia, Padova, Savona, Ferrara, Pavia, Cuneo, Enna, Roma, Viterbo e Taranto sono state inondate da cortei composti da migliaia di partecipanti.

Ecco un breve recap di come si sono svolti questi Pride.

Padova Pride

Padova Pride - Padova, 1 giugno 2024 - foto: IG
Padova Pride – Padova, 1 giugno 2024 – foto: IG

 

Il Padova Pride ha visto una partecipazione massiccia con quasi 10.000 persone. “Il primo giugno siamo statə fuori luogo e in ogni luogo per le strade della nostra città a gridare le nostre rivendicazioni e la nostra lotta. Ma anche a urlare il nostro amore, a celebrarci nel posto esatto in cui dovremmo essere. Perché le persone queer sono ovunque. Sono nelle strade nelle scuole, negli ospedali. Ma sono anche migranti, vittime del cambiamento climatico e persone senza fissa dimora. Le persone queer sono ovunque, anche a Gaza sotto le bombe. Noi siamo scesə in piazza anche per loro e non ci fermeremo finché tuttə non saranno vive, salve e capaci di vivere una vita degna di chiamarsi tale. Buon pride e free Palɜst1ne

Savona Pride

Savona Pride- Savona, 1 giugno 2024 - foto: IG @dalidaspunton
Savona Pride- Savona, 1 giugno 2024 – foto: IG @dalidaspunton

Il primo Pride a Savona ha registrato la presenza di almeno 5.000 partecipanti. Il sindaco Marco Russo ha commentato: “Una presenza molto nutrita, una bella festa, una festa della città e dei savonesi. Spero che diventi una tradizione, ma quello che conta è il messaggio di inclusività e apertura sociale. La piazza vuole dare un segnale di inclusione, Savona città aperta”.

Ferrara Pride “in bike”

Ferrara Pride in bike- Ferrara, 1 giugno 2024 - foto: IG
Ferrara Pride in bike- Ferrara, 1 giugno 2024 – foto: IG

Circa 3.000 persone hanno preso parte al Ferrara Pride “in bike”. Aderendo all’invito dell’organizzazione di privilegiare le due ruote senza motore, molte persone hanno scelto la bici che, come afferma Manuela Macario, presidente di Arcigay Ferrara “Occhiali d’oro”, è “il mezzo che caratterizza la nostra città, il nostro spirito ecologico e sostenibile e la nostra storia, fatta di staffette partigiane e persone che su due ruote hanno portato avanti lotte e conquiste”. 

Cuneo Pride

Cuneo Pride - Cuneo, 1 giugno 2024 - foto: IG @chiara.gribaudo
Cuneo Pride – Cuneo, 1 giugno 2024 – foto: IG @chiara.gribaudo

Centinaia di persone hanno sfidato il maltempo partecipando al Pride di Cuneo. A guidare la parata del Cuneo Pride è stata presente anche Natascia Maesi, Presidente nazionale di Arcigay: “Avete scritto una pagina di storia della vostra città” – ha detto la presidente – “Ho attraversato con voi le strade di Cuneo, ho visto la vostra comunità manifestare insieme, far sentire la propria voce e il battito dei propri cuori al ritmo dei tamburi ed è stata un’esperienza incredibile… in queste occasioni siamo uniti dallo stesso orgoglio, ma anche dalla stessa rabbia e oggi vogliamo far sentire anche quella”.

Enna Pride

Enna Pride - Enna, 1 giugno 2024 - foto: IG @radiopride.lgbt
Enna Pride – Enna, 1 giugno 2024 – foto: IG @radiopride.lgbt

Il primo Pride di Enna ha coinvolto una grande folla di partecipanti, provenienti anche da paesi limitrofi come Troina, Leonforte e Caltanissetta. Il corteo è iniziato alle 17 presso il Castello di Lombardia, per poi spostarsi in Piazza Umberto I, dove si è svolto un sit-in ricco di testimonianze. Tra le voci più significative, quella di Zoe, una ragazza transgender ennese, che ha condiviso: “Oggi Enna diventerà un posto migliore, dove sarà possibile vivere una vita normale, come ovunque nel mondo

Umbria Pride

Umbria Pride- Perugia, 1 giugno 2024 - foto: IG
Umbria Pride- Perugia, 1 giugno 2024 – foto: IG

L’Umbria Pride a Perugia ha visto la partecipazione di circa 10.000 persone. Lorenzo Ermenegildi Zurlo, segretario di Omphalos, ha sottolineato: “C’è bisogno di Pride – ha detto il segretario di Omphalos LGBTI+, Lorenzo Ermenegildi Zurlo – oggi più che mai, con la situazione politica in cui ci troviamo. Andare a votare è fondamentale”.

A Gay.it il comitato ha rilasciato prima del Pride un’intervista dove emergono punti politici e rivendicazioni

PRIOT Pride

PRIOT Pride - Roma, 1 giugno 2024 - foto: IG
PRIOT Pride – Roma, 1 giugno 2024 – foto: IG

Per capire bene come è stato il PRIOT Pride di Roma di sabato 1 giugno, vi lasciamo direttamente alle parole scritte su Instagram dalɜ attivistɜ:

Le strade del Quadraro sono state invase dalla rabbia e dalla gioia, dalle urla e dalla cura, dalla lotta e dalla festa…e purtroppo anche dalla digos.

Non che ci aspettassimo qualcosa di diverso: la polizia ieri si è esibita in continui atteggiamenti ostili e provocatori. Tappe previste e saltate, agenti che facevano accelerare il carro di propria iniziativa ostacolando la nostra gestione, fino all’ordine di sciogliere il corteo a fronte di un semplice e minimo ritardo sul percorso.

Gli agenti hanno individuato due persone del coordinamento e hanno agito pressioni e minacce di ripercussioni solo nei loro confronti, rifiutandosi di dialogare con chiunque altrə di noi, nel chiaro intento di colpire personalmente e di neutralizzare l’orizzontalità sulla quale Priot si fonda.
Non ci sono riusciti.

Di fronte alle continue pressioni e intimidazioni, una volta permesso l’allontanamento del carro a seguito di dirette minacce della polizia nei confronti dell’autista, il corteo, spontaneamente, non si è sciolto. Gli interventi mancanti sono proseguiti al megafono e in tantɜ ci siamo incamminatɜ insieme verso il Pigneto, riprendendoci ancora una volta le strade con le nostre voci e con i nostri corpi, a dimostrare che i nostri processi non sono verticalizzabili né controllabili per volontà dello Stato.

Ribadiamo la nostra complice e incondizionata solidarietà allɜ compagnɜ che ieri, nel corteo a sostegno della lotta del popolo Palestinese, sono statɜ bersaglio di cariche e di lancio di lacrimogeni da parte delle forze di polizia.

Pavia Pride

Pavia Pride - Pavia, 1 giugno 2024
Pavia Pride – Pavia, 1 giugno 2024

A Pavia, centinaia di persone hanno marciato per le vie della città. Cecilia Bettini, Presidente di Coming-Aut Pavia, ha dichiarato: “Questo governo non deve rimanere indifferente di fronte alle violenze che esso stesso genera. Pavia non lo è di fronte a quanto sta accadendo intorno a noi: la piazza si è espressa limpidamente con una richiesta di pace e diritti. I tanti arcobaleni che hanno attraversato Pavia chiedono una lotta senza quartiere alla violenza omofobica e transfobica. Le persone che hanno manifestato riconoscono il valore e la dignità di ogni essere umano”.

Tuscia Pride

Tuscia Pride- Viterbo, 1 giugno 2024 - foto: IG
Tuscia Pride- Viterbo, 1 giugno 2024 – foto: IG

Il Tuscia Pride a Viterbo ha registrato una grande affluenza, con oltre 3.000 partecipanti che hanno marciato per le vie del centro storico. In un contesto descritto come difficile per la comunità queer, l’evento ha segnato un significativo momento di visibilità e celebrazione dei diritti queer e trans*.

Dal profilo social del Tuscia Pride, sono state esposte le sfide quotidiane della comunità: “Questa è una città difficile in cui crescere, soprattutto per la comunità Queer. Vannacci ha cominciato da qui a presentare il suo libro omotransfobico e misogino. Vittorio Sgarbi è assessore al nostro comune. È una città dove le violenze omotransfobiche sono all’ordine del giorno. Ecco perché è difficile dichiarare la propria identità.”

Marta Bonafoni, coordinatrice del Partito Democratico e consigliera della Regione Lazio, ha condiviso il suo entusiasmo per l’evento: “Eppure non mi capitava da tempo di emozionarmi come ieri a Viterbo, costruito dal basso, per la prima volta la sfilata dell’orgoglio lgbtqi+ ha varcato la porta della città antica ed ha attraversato la piazza del Comune.”

Taranto Pride

Taranto Pride - Taranto, 1 giugno 2024 - foto: IG@radiovera_web
Taranto Pride – Taranto, 1 giugno 2024 – foto: IG@radiovera_web

Ma noi chi siamo” è stato lo slogan che ha fatto da cornice al corteo di Taranto Pride. Partito dalla città vecchia in Piazza Castello nei pressi del Castello Aragonese, il corteo ha costeggiato il lungomare tarantino ed è arrivato in piazza dell’Immacolata. Il comitato organizzatore ha sottolineato che non si tratta soltanto di una celebrazione locale, ma è l’inizio dell’Onda Pride provinciale che vedrà anche le città di Manduria, Castellaneta, Martina Franca e Palagianello coinvolte in maniera particolare, e altri comuni della provincia jonica.

Per quanto riguarda Taranto Pride ci soffermiamo di più rispetto ad altri recap perché abbiamo ricevuto la loro intervista proprio il giorno del Pride e vorremmo darne una buona risonanza come abbiamo fatto con altri Pride. Prendiamo qui di seguito alcune delle domande e risposte che sono emerse dalla nostra corrispondenza:

Presentazione del comitato organizzatore: chi siete (associazioni, persone ecc. che si vogliano menzionare)
Il Coordinamento Taranto Pride nasce nel 2018, a seguito di mutamenti all’interno del Coordinamento Puglia Pride. Dal 2014 fino al 2017 avevamo organizzato il pride regionale, ogni anno in una città diversa: Lecce, Foggia, Taranto (2 Luglio 2016), Bari.
Dal 2019 le associazioni LGBTQIA+ locali hanno sentito l’urgenza di organizzare pride provinciali, attraversando anche città che non fossero capoluoghi di provincia. Nel nostro territorio ci sono state parate anche a Martina Franca, Manduria, Grottaglie ed eventi statici ij altri piccoli comuni.
Crediamo fortemente nell’urgenza di attraversare spazi e luoghi rurali, isolati, abbandonati dalle istituzioni, in cui i gruppi marginalizzati si scontrano con pregiudizi e oscurantismo.
Tra Settembre 2023 e Maggio 2024, il Comitato Taranto Pride è stato attraversato da numerose associazioni locali, nazionali e internazionali. Alcune di queste ne sono entrate a far parte, altre hanno aderito e cp-costruito con noi la parata e tutte le iniziative di preparazione a questa giornata.

 

Che impatto ha sulla vostra città/il vostro territorio un Pride?
Il primo Pride a Taranto, nel 2016, fu una scommessa vinta.
Taranto aveva mostrato più volte caratteristiche assimilabili a provincialismo, bigottismo, classismo. Molte cose sono cambiate nell’ultimo decennio e convintamente affermiamo che è soprattutto grazie a manifestazioni come il Pride, ai percorsi che offriamo nelle scuole, alla panchine che abbiamo dipinto con i colori della bandiera arcobaleno, agli sportelli che gestiamo in tutta la provincia (il primo nel 2014 presso la Biblioteca Comunale di Taranto).
Crediamo che la capillarità sia una chiave vincente nella sensibilizzazione e soprattutto uno strumento utile per mostrare vicinanza a tutte quelle persone che non possono fare coming out, e che, in particolar modo nei comuni di provincia e nelle frazioni, possono sentirsi (a torto o a ragione) abbandonate dalle istituzioni e dalle realtà associative come la nostra.
Nei colori dell’arcobaleno non ci sono solo le persone LGBTQIA+: ci siamo tuttɜ, con i nostri punti di forza e le nostre fragilità, con le nostre paure e le nostre speranze. Attraversare un arcobaleno significa riconoscersi nella propria storia di autodeterminazione.
Ci sono altre cose che vorreste dire sul Pride e sul vostro territorio?
Il corpo è lo strumento biopolitico più potente di cui disponiamo: non dobbiamo smettere di attraversare strade e piazze, alzare la voce e pretendere uguali diritti.
Dobbiamo fare un lavoro di autocoscienza e consapevolizzarci sui privilegi che abbiamo, sull’intersezionalità e sull’accessibilità.
Finché una sola persona continuerà ad essere discrimanata, esclusa, violata, nessunə di noi sarà liberə.

 

 

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Ivan Codrian per @theshamelessfund

Jonathan Bailey lancia l’associazione di beneficenza LGBTQ+ “The Shameless Fund”

Culture - Luca Diana 21.6.24
Carmine Alfano sospeso dall'Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata - Carmine Alfano 2 - Gay.it

Carmine Alfano sospeso dall’Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata

News - Redazione 21.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Brian May: "Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito "queer", l'omofobia colpì i Queen" - Freddie Mercury 2 - Gay.it

Brian May: “Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito “queer”, l’omofobia colpì i Queen”

Musica - Redazione 21.6.24
Fabio Marida Damato Chiara Ferragni Diletta Leotti Elodie

Chiara Ferragni e Fabio Maria Damato insieme al matrimonio tra Diletta Leotta e Loris Karius

Lifestyle - Mandalina Di Biase 23.6.24
Cosa significa Rainbow Washing_

Cos’è il rainbow washing, quali forme assume e come evitarlo

News - Francesca Di Feo 20.6.24

Continua a leggere

Roma Pride 2024, intervista a Mario Colamarino: "Siamo la somma di tutte le lotte, la vera opposizione al governo Meloni" - Pride Croisette 2 - Gay.it

Roma Pride 2024, intervista a Mario Colamarino: “Siamo la somma di tutte le lotte, la vera opposizione al governo Meloni”

News - Federico Boni 12.6.24
human pride taranto, sabato 6 luglio

Human Pride Taranto: sabato 6 luglio

News - Redazione 8.5.24
Aleksander Miszalski al cracovia pride

Polonia, il nuovo sindaco di Cracovia si unirà al Pride e isserà la bandiera rainbow sul Municipio

News - Francesca Di Feo 10.5.24
alessandria pride 2024, il 25 maggio

Alessandria Pride 2024: il 25 maggio

News - Redazione 12.2.24
liguria pride 2024 intervista

Intervista a Liguria Pride 2024: “Questa politica fascista e leghista lavora per costruire una società lontanissima da quella che vogliamo”

News - Gio Arcuri 5.6.24
disability pride milano 2024, programmi e orari

Disability Pride Milano 2024: il 15, 16 e 17 giugno

News - Gio Arcuri 11.6.24
parma pride 2024, sabato 18 maggio

Parma Pride 2024: sabato 18 maggio

News - Redazione 18.3.24
catania pride 2024, 15 giugno

Catania Pride 2024: sabato 15 giugno

News - Redazione 19.3.24