“Perché nessuna persona si senta sola e lontana”: l’arcobaleno che illumina la provincia italiana, sabato 17 Giugno Mantova Pride – Intervista

Valeria Nicoli di Arcigay Mantova: "Non siamo più disposti ad accettare che le nostre vite, le nostre famiglie, le nostre identità siano cancellate e dimenticate"

ascolta:
0:00
-
0:00
mantova pride
mantova pride
5 min. di lettura

Mai come quest’anno il Pride Month ci regala tantissimi Pride: qui tutte le date e le città dei Pride 2023 in Italia. Nell’anno in cui la maggioranza del Governo Meloni sta comprimendo  lo spazio per l’avanzamento dei diritti, perseguitando le famiglie arcobaleno, promuovendo leggi di divieto universale alla gestazione per altri, in un clima che vorrebbe piegare la comunità LGBTQIA+ all’invisibilità e al silenzio. Un clima che tuttavia sembra dare nuovo vigore al movimento queer italiano.

Non è un caso che in provincia, come dimostra il lavoro sul territorio svolto da Gay.it, sembra emergere una nuova, disordinata quanto spontanea consapevolezza del popolo queer italiano. Lo raccontano le intense e partecipate interviste da noi realizzate ai Pride di Piacenza, Novara, Pavia, Lecco, Cuneo, Pordenone, Foggia, Bergamo, Varese, Bari. Insieme ai Pride metropolitani (qui le nostre interviste al Roma Pride e al Torino Pride), i gioiosi cortei dell’orgoglio LGBTQIA+ costituiscono la miglior risposta civile alle oppressioni dell’estrema destra di Governo.

mantova pride
Mantova Pride – foto da Instagram

 

Dopo cinque anni, anche a Mantova il Pride torna a sfilare Sabato 17 Giugno. “Non abbasseremo la testa” aveva anticipato Valeria Nicoli, presidente della locale Arcigay La Salamandra, quando era stato annunciato con tono severo e insieme gioioso il ritorno della parata arcobaleno nella città emiliana.

Alla parata di Mantova, tra le star che animeranno la festa dell’orgoglio LGBTQIA+, anche la nostra amata Ella Bottom Rouge, qui la nostra intervista di qualche tempo fa: “Dite più no, fate più strip-tease”, tra burlesque e autodeterminazione > intervista video >

Previsto un flash-mob che conferma l’orgoglio che la provincia sta assumendo nel dare visibilità alle persone LGBTQIA+, ovunque esse portino la propria peculiare identità individuale: al termine della parata, lə partecipanti saranno invitatə ad alzare i cellulari e a gridare “I Pride chiamano l’Italia: stessi doveri, stessi diritti”.

 

Mantova Pride sabato 17 Giugno 2023 orario corteo

ore 15:00: ritrovo Palazzo Te (Aquile)
ore 16:00: partenza! Partiremo da Palazzo Te per poi passare in Piazzale Vittorio Veneto, Largo XXIV maggio, Viale Rimembranze, Via della Conciliazione, Via G. Chiassi, Via Roma, Piazza G. Marconi, Piazza Mantegna, Via Broletto, fino a Piazza Sordello
dalle 19: palco finale in Piazza Sordello Ella Bottom Rouge, I Bimbi sperduti di Piter Punk, Il Fritto La Pinta e la Santa Sangria, FRANGETTE e Le Salamandra Sisters fino a mezzanotte, “dopo i saluti delle istituzioni e le rivendicazioni politiche delle associazioni” (tratto dal profilo Instagram del Mantova Pride qui >)

Valeria Nicoli di Arcigay Le Salamandre si è resa disponibile per parlarci del Mantova Pride, a poche ore dalla parata. (continua sotto, con intervista)

 

mantova pride percorso
Mantova Pride il percorso del corteo

 

Mantova Pride Intervista a Valeria Nicoli

Comune e Regione hanno dato patrocinio al Mantova Pride? Quali istituzioni locali avete dichiaratamente dalla vostra parte?

Il comune di Mantova ha dato patrocinio e sostengo al Mantova Pride. Non è stato chiesto il patrocinio alla Regione Lombardia (che ha comunque negato il patrocinio anche al Milano Pride ndr). A livello di istituzioni locali, in provincia hanno patrocinato i comuni di Suzzara, Quistello, San Giorgio Bigarello, Marmirolo, Porto Mantovano e le commissioni pari opportunità di Gonzaga Suzzara e Pegognaga.

 

Qual è il rapporto della comunità queer locale con il sindaco e la giunta?

Il sindaco e la giunta del Comune di Mantova sono molti anni che sostengono la comunità queer locale attraverso un lavoro di rete svolto con molte realtà amministrative del comune. La partecipazione e il sostegno del Comune di Mantova in questi anni di progetti e iniziative non è mai venuto meno permettendo ad Arcigay La Salamandra di essere punto di riferimento in città.

 

Il Mantova Pride ha un tema specifico? Un motto?

Mantova Pride ha come motto “Rəsistere” perché quest’anno è ancora più importante vista la situazione politica (e un crescente clima di discriminazione e aggressioni) ricordare che la comunità queer esiste e resiste senza mai scendere dalle barricate; la storia ci insegna che i diritti e doveri acquisiti non sono da dare per scontati e che non bisogna mai indietreggiare. “Rəsistere” perché non abbiamo intenzione di nasconderci davanti a niente e nessuno e vogliamo che tutte le persone sappiano che la comunità queer è viva e lotta ogni giorno per vivere alla luce del sole.

 

Ci raccontate brevemente il percorso della parata?

La parata si snoda lungo le vie del centro storico attraversandolo da un capo all’altro del centro storico. Abbiamo deciso di iniziare la parata dal parco antistante Palazzo Te, che è uno dei palazzi storici di Mantova, e arrivare in Piazza Sordello, che è il centro storico della città, una delle piazze più grandi di Mantova e luogo turistico per eccellenza (su Piazza Sordello si affaccia Palazzo Ducale, altro grande palazzo storico).

 

Quali interventi a voce sono previsti sul palco dopo la parata?

Sul palco dopo la parata sono previsti gli interventi di molte delle realtà del territorio di Mantova, e non solo, che hanno deciso di aderire a Mantova Pride e al suo documento politico. Ci saranno le istituzioni che hanno sostenuto il pride, le associazioni con cui Arcigay Mantova collabora da molti anni e che sfileranno al nostro fianco quali circoli Arci di Mantova e provincia, ANPI, CGIL, Non una di meno, Friday for future, realtà studentesche, circoli sociali e molti altri. Inoltre, sul palco finale si esibiranno anche artisti locali e non che
hanno tutti in comune di fare della loro arte uno strumento di lotta e rivendicazione.

 

Quali sono le associazioni e i soggetti che hanno organizzato il Pride?

Organizzatore di Mantova Pride è il comitato territoriale arcigay La Salamandra Mantova. Con il supporto di associazioni quali Arci Casbah, Comune di Mantova e partner tecnici.

 

C’è qualcosa che vorreste dire alla politica nazionale?

Vogliamo ricordare alla politica nazionale che tutte le nostre vite valgono, che siamo persone queer e non abbiamo intenzione né di indietreggiare sui diritti e doveri acquisiti né intendiamo dimenticare quelli che ancora ci spettano: una legge contro l’omobilesbotransfobia, adeguate tutele per le famiglie omogenitoriali, una nuova legge per i percorsi di affermazione di genere. Vogliamo dire alla politica nazionale che le nostre lotte sono lotte intersezionali, che siamo tante persone e siamo pronte a sostenerci nelle nostre battaglie. Non siamo più disposti ad accettare che le nostre vite, le nostre famiglie, le nostre identità siano cancellate e dimenticate in nome di qualcosa di sempre più urgente e importante.

 

Quanto è importante il Pride in provincia?

Mantova è una piccola realtà, è una provincia molto diffusa e che si trova incastrata tra Emilia, Veneto e Lombardia e per questo racchiude molti aspetti culturali e sociali differenti. Abbiamo cercato come Mantova Pride e ancora prima come Arcigay Mantova di non dimenticare mai il coinvolgimento della provincia, perché nessuna persona si senta troppo lontana o sola da non poter vivere il Pride o le iniziative. Mantova Pride non è solo la parata e il palco finale, è un progetto che è iniziato a novembre con i primi passi organizzativi, che ha visto l’organizzazione di molte iniziative in questi mesi, che ci hanno permesso di toccare temi importanti. Mantova Pride è stato anche il lavoro immenso delle persone volontarie e delle persone attiviste che ci hanno e ci stanno dedicando tempo energie e impegno, senza di loro non esisterebbe tutto questo. Che coadiuveranno la parata e il palco finale: ci saranno più di 100 volontari, indispensabili perché tutto possa avvenire.

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Priscilla

Priscilla, 30 anni dopo arriva il sequel della Regina del Deserto

Cinema - Redazione 22.4.24
BigMama a Domenica In

BigMama: “Prima di Lodovica nascondevo la mia sessualità, non pensavo di meritare amore”

Musica - Emanuele Corbo 22.4.24
Mahmood 17 Maggio Omobitransfobia

Cosa dirà Mahmood il 17 Maggio nella giornata contro l’omobitransfobia?

Musica - Mandalina Di Biase 22.4.24
chat gay grindr

Grindr sotto accusa: avrebbe condiviso con terze parti lo status HIV di migliaia di utenti

News - Francesca Di Feo 22.4.24
Taylor Swift per THE TORTURED POETS DEPARTMENT (2024)

Il nuovo album di Taylor Swift: no, non è Patti Smith (ma lei lo sa già)

Musica - Riccardo Conte 22.4.24
Spice Girls, è reunion per i 50 anni di Victoria Beckham: "L'amicizia non finisce mai" (foto e video) - Victoria Beckham - Gay.it

Spice Girls, è reunion per i 50 anni di Victoria Beckham: “L’amicizia non finisce mai” (foto e video)

News - Redazione 22.4.24

Continua a leggere

modena pride 2024, sabato 25 maggio

Modena Pride 2024: sabato 25 maggio

News - Redazione 17.3.24
La Spezia Pride: sabato 22 giugno - laspeziapride2024 1 1 - Gay.it

La Spezia Pride: sabato 22 giugno

News - Redazione 1.3.24
catania pride 2024, 15 giugno

Catania Pride 2024: sabato 15 giugno

News - Redazione 19.3.24
Abruzzo Pride 2024: sabato 6 luglio a Pescara - abruzzopride pescara - Gay.it

Abruzzo Pride 2024: sabato 6 luglio a Pescara

News - Redazione 8.4.24
ferrara pride 2024

Ferrara Pride (in bike) 2024: sabato 1 giugno

News - Redazione 3.4.24
palermo pride

Palermo Pride 2024: sabato 22 giugno

News - Redazione 20.2.24
torino pride

Torino Pride 2024: il 15 giugno

News - Redazione 11.4.24
siracusa pride 2024, sabato 8 giugno

Siracusa Pride 2024: sabato 8 giugno

News - Redazione 30.3.24